43.265.261
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
++++++ La Commissione Ue ha inviato all'Italia la lettera con la richiesta di aggiustamento dei conti ++++++

L'FMI NON PARTECIPA PIU' AL ''SALVATAGGIO'' DELLA GRECIA E LA GERMANIA FA SAPERE CHE COSI' SI TORNA AL GREXIT.

venerdì 31 luglio 2015

Il Fondo Monetario Internazionale non intende partecipare, almeno per il momento, al terzo pacchetto di aiuti per la Grecia da 86 miliardi di euro, il cosiddetto "piano di salvataggio" sottoscritto da Tsipras il 16 luglio scorso a Bruxelles.

Il Fondo Monetario - spiega - non partecipera' agli aiuti fino a quando Atene non accettera' una completa applicazione delle riforme richieste dai creditori, quindi con l'aggiunta di "altre" rispetto quelle per le quali Tsipras si è impegnato con in creditori internazionali distruggendo - di fatto - la sua stessa maggioranza parlamentare, e fino a quando anche gli stati europei della Ue non acconsentiranno ad una parziale, ma profonda, ristrutturazione del debito ellenico. Ovvero, la sua parziale cancellazione, per una percentuale significativa e non inferiore al 50%. Questo perchè in ogni caso è completamente insostenibile e quindi non verrà mai ripagato. 

Ha dichiarato ieri un alto funzionario dell'Fmi: da entrambe le parti devono essere prese "decisioni difficili": i greci dovranno "tenere conto delle riforme" e i partner europei di Atene dovranno "considerare la possibilita' di un taglio del debito".

Quindi, dopo questa netta presa di posizione dell'Fmi, "risulta evidente che uno dei vertici della cosiddetta Troika, l'Fmi, appunto,  si sta discretamente ma progressivamente disimpegnando dalla Grecia", scrive l'opinionista Tobias Piller sul quotidiano "Frankfurter Allgemeine Zeitung", secondo cui questo sviluppo "mette a rischio l'intero progetto di salvataggio" del paese ellenico.

Come sottolinea il più autorevole quotidiano tedesco, infatti, la Germania si era detta disponibile a partecipare a un terzo piano di "salvataggio" solo nel caso l'Fmi fosse rimasto della partita, supportando la supervisione del processo di riforma dello Stato greco e accollandosi una parte del rischio.

Secondo Piller, l'Fmi ha sbagliato ricette in passato, ha sottovalutato i rischi anche negli ultimi mesi "e ora si e' fatto prendere dal panico", optando per quella che sta assumendo sempre piu' i contorni di una fuga.

Quella del Fondo - scrive Piller - potrebbe anche essere una strategia tesa a esercitare pressioni sui creditori europei, affinche' offrano alla Grecia condizioni piu' favorevoli, specie sul fronte della rinegoziazione del debito. La partita, pero', e' rischiosa perchè porta di nuovo al Grexit, e come sottolinea l'opinionista tedesco, e' giocata dall'Fmi a colpi di messaggi contrastanti sulla pelle della Grecia. Tuttavia, se questa rimarrà la posizione dell'Fmi, è evidente che la Germania a sua volta non approverà il piano di salvataggio.

Infatti, comunque evolverà l'intricatissima partita con Atene, quasiasi sarà l'esito, dovrà essere il parlamento tedesco ad approvare nuovi aiuti finanziari alla Grecia. E se l'Fmi si sfilerà, verranno bocciati. Così pure verrà bocciata qualsiasi ipotesi di taglio del debito greco, come ribadito più volte dal governo Merkel.

Redazione Milano


L'FMI NON PARTECIPA PIU' AL ''SALVATAGGIO'' DELLA GRECIA E LA GERMANIA FA SAPERE CHE COSI' SI TORNA AL GREXIT.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FMI   GRECIA   TSIPRAS   MERKEL   BERLINO   ATENE   BRUXELLES   TAGLIO   DEBITO   FAZ   ELLENICO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
 
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA

martedì 17 gennaio 2017
ROMA - "I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la
Continua
 
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
 
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL PIU' AUTOREVOLE QUOTIDIANO ECONOMICO DI FRANCIA FA A PEZZI IL JOBS ACT: NON PRODUCE OCCUPAZIONE, NON SERVE A NIENTE''

IL PIU' AUTOREVOLE QUOTIDIANO ECONOMICO DI FRANCIA FA A PEZZI IL JOBS ACT: NON PRODUCE OCCUPAZIONE,
Continua

 
BANCHE ITALIANE HANNO TAGLIATO DI 19 MILIARDI IL CREDITO ALLE IMPRESE E AUMENTATO DI 22 MILIARDI I PRESTITI ALLO STATO!

BANCHE ITALIANE HANNO TAGLIATO DI 19 MILIARDI IL CREDITO ALLE IMPRESE E AUMENTATO DI 22 MILIARDI I
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua

PRIMO MINISTRO BRITANNICO: ''MODELLO UE INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA

17 gennaio - LONDRA - Il modello dell'Ue e delle istituzioni sovranazionali ''non era
Continua

THERESA MAY: ''VIA DAL MERCATO UNICO E DA CORTE DI GIUSTIZIA E

17 gennaio - LONDRA - L'atteso di scorso di Theresa May sulla Brexit è arrivato ed
Continua

TAJANI PUO' FARCELA, DOPO LA CAPRIOLA DEI LIBERALI CHE HANNO

17 gennaio - BRUXELLES - ''Da Grillo a Berlusconi in meno di una settimana'': i
Continua

RUSSIA PRONTA A COOPERARE CON USA, UE E NATO CON RISPETTO RECIPROCO

17 gennaio - MOSCA - La Russia e' pronta a cooperazione con gli Stati Uniti, l'Unione
Continua

SCANDALO MOTORI DIESEL SI ALLARGA ANCHE ALLA RENAULT

16 gennaio - PARIGI - Lo scandalo dei motori diesel ''truccati'' si allarga. Oltre a,
Continua

ISTAT: E' UFFICIALE, 2016 L'ANNO DELLA DEFLAZIONE IN ITALIA (DAL

16 gennaio - Italia in deflazione nel 2016. In media d'anno, i prezzi al consumo
Continua

BORIS JOHNSON: ''BREXIT, TRUMP PER UN ACCORDO RAPIDO CON IL REGNO

16 gennaio - BRUXELLES - ''Una gran bella notizia'': così il ministro degli Esteri
Continua

SETTE CLANDESTINI INDIVIDUATI AD ASTI SU UN TRENO PROVENIENTE DALLA

16 gennaio - ASTI - Sette uomini, cinque algerini e due marocchini, sono stati
Continua
Precedenti »