67.070.916
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

REPORTAGE / ECCO L'INVASIONE DI CLANDESTINI IN AUSTRIA, REPUBBLICA CECA, SLOVACCHIA. NOTIZIE DI CUI NON PARLA NESSUNO.

martedì 28 luglio 2015

PRAGA - La situazione nell'Est Europa, parliamo delle nazioni che fanno parte dell'Unione europea, è a dir poco drammatica, riferita alle continue e massicce ondate d'invasione di clandestini.  Il ministro dell'Interno della Repubblica Ceca Milan Chovanec è disperato ed e' pronto a dare sostegno perfino all'Austria, nel tentativo di bloccare il flusso di clandestini, attraverso il dispiegamento delle forze di polizia ceche lungo il confine tra Ungheria e Serbia. E' infatti questa una delle zone di passaggio maggiormente utilizzate dai clandestini che si spingono verso l'Austria per entrare illegalmente nella Ue.

Lo ha dichiarato ieri sera il ministro dopo l'incontro con l'omologo austriaco Johanna Mikl-Leitner, secondo quanto riporta l'agenzia stampa "Ctk". La proposta di Chovanec prevede l'impiego di gruppi di venti agenti della polizia ceca per il pattugliamento del confine serbo-ungherese a partire dal mese di agosto. "Il governo ungherese non appoggia pero' la proposta. A fine luglio saranno i presidenti dei corpi di polizia europei a discutere dell'intervento", ha dichiarato Chovanec. 

Il ministro ceco ha sottolineato che la capacita' ricettiva austriaca e' ormai al limite. "Non vogliamo trovarci nella loro situazione, abbiamo quindi bisogno di aumentare la capacita' delle strutture di ricezione. Stiamo cercando altri mille posti, ma dobbiamo anche contemporaneamente pensare a come far tornare i clandestini senza diritto di accoglienza nei loro paesi.

Questo problema - ha sottolineato - devono risolverlo Italia e Grecia, ma anche l'Ungheria della quale invece non si parla mai", ha precisato Chovanec, aggiungendo che ogni giorno entrano in Ungheria circa 1.500 clandestini, ma riesce a mandarne indietro solamente 30 al giorno.

Chovanec ha gia' fatto sapere di aver pronta una richiesta al governo per aumentare il bilancio ministeriale di un miliardo di corone (circa 37 milioni di euro) e di incrementare di 400 unita' il numero degli agenti di polizia in servizio.

"In Ungheria verrebbero mandati solamente agenti specializzati e con competenze linguistiche in modo da potersi facilmente integrare e coordinare con gli altri colleghi impegnati su quel fronte. Non verranno a crearsi problemi", ha detto il presidente della polizia Tomas Tuhy.

L'Austria sta vivendo un periodo di afflusso eccezionale di clandestini, principalmente provenienti dal Medio oriente e dal nord Africa, e la stragrande maggioranza non ha alcun diritto d'asilo.

La Slovacchia settimana scorsa ha promesso di fornire alloggio temporaneo a 500 rifugiati che cercavano d'entrare in Austria. Dovrebbero venire ospitati nel paese di Gabcikovo, a sud della capitale. Gli abitanti del paese però hanno gia' espresso i loro forti risentimenti contro la decisione del governo.

Anche la maggior parte dei cittadini cechi si e' espressa contro l'accoglienza ai clandestini. Un sondaggio effettuato a giugno ha mostrato come sia del 70 per cento la percentuale della popolazione ceca che si e' dichiarata contro l'ospitalita' sul territorio.

La polizia ha fermato venerdi' scorso un totale di 91 persone che tentavano di entrare illegalmente nella Repubblica Ceca, il numero piu' alto mai raggiunto. Durante il primo semestre di quest'anno sono stati fermati in totale 3.081 clandestini, quasi il 50 per cento in piu' rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. E' un disastro. 

Redazione Milano.


REPORTAGE / ECCO L'INVASIONE DI CLANDESTINI IN AUSTRIA, REPUBBLICA CECA, SLOVACCHIA. NOTIZIE DI CUI NON PARLA NESSUNO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

CLANDESTINI   INVASIONE   REPUBBLICA   CECA   AUSTRIA   UNGHERIA   POLIZIA   RIMPATRI   RIBELLIONE   PRAGA   VIENNA   BUDAPEST    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
 
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua
 
LEGA AL GOVERNO HA CANCELLATO L'INVASIONE DI ORDE AFRICANE IN ITALIA DALLA LIBIA: ARRIVI CALATI DEL 96% DA GENNAIO 2018

LEGA AL GOVERNO HA CANCELLATO L'INVASIONE DI ORDE AFRICANE IN ITALIA DALLA LIBIA: ARRIVI CALATI DEL

mercoledì 13 febbraio 2019
La pacchia sembra davvero finita, per chi lucra "sull'accoglienza" degli africani in Italia e per chi organizzava le orde dalla Libia, complici le navi Ong, alleate delle mafie degli
Continua
SAN VALENTINO (NON E') LA FESTA DEGLI INNAMORATI: LA SOLITUDINE SGOMENTA CHI E' DA SOLO, 3 ITALIANI SU 10 NE HANNO PAURA

SAN VALENTINO (NON E') LA FESTA DEGLI INNAMORATI: LA SOLITUDINE SGOMENTA CHI E' DA SOLO, 3 ITALIANI

mercoledì 13 febbraio 2019
La solitudine sgomenta, e la sua ombra si fa sentire ancor di più quando si avvicina la festa - per altro commerciale - degli innamorati. Tre italiani su dieci, infatti, hanno paura di
Continua
 
SPETTRO DELLE ELEZIONI ANTICIPATE IN GERMANIA: ''GROSSA COALIZIONE'' STA PER CROLLARE, ALLE URNE PROBABILMENTE IN GIUGNO

SPETTRO DELLE ELEZIONI ANTICIPATE IN GERMANIA: ''GROSSA COALIZIONE'' STA PER CROLLARE, ALLE URNE

martedì 12 febbraio 2019
BERLINO - La famosa "Europa" farebbe  bene a guardare cosa sta accadendo e soprattutto cosa accadrà a breve in Germania. C'e' chi parla di "preparativi per un divorzio". Altri la dicono
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DER SPIEGEL ATTACCA FRONTALMENTE SCHAEUBLE E IL SUO PIANO DI GERMANIZZAZIONE DELLA ZONA EURO: E' MOLTO PERICOLOSO

DER SPIEGEL ATTACCA FRONTALMENTE SCHAEUBLE E IL SUO PIANO DI GERMANIZZAZIONE DELLA ZONA EURO: E'
Continua

 
IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE POLACCA: ''MEGLIO RIMANERE FUORI DALL'EUROZONA, PERICOLOSO FARNE PARTE'' (ADDIO EURO)

IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE POLACCA: ''MEGLIO RIMANERE FUORI DALL'EUROZONA, PERICOLOSO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!