89.346.236
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CHI L'HA DETTO CHE LA GRECIA NON USCIRA' PIU' DALL'EURO? IL PIANO ''VAROUFAKIS'' E' PRONTO E IN STAND BY, NON CANCELLATO.

martedì 28 luglio 2015

ATENE - Continua a far discutere il piano segreto stilato dall'ex ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis, per la creazione di un sistema alternativo di pagamenti che pur se non attuato potrebbe essere tenuto nel cassetto e pronto ad essere utilizzato alla bisogna, riaprendo cosi' tutti i discorsi legati ad un'uscita di Atene dalla zona euro.

Lo riporta il quotidiano ellenico "Kathimerini".

Come ammesso dallo stesso Varoufakis, il ministero avrebbe messo su un'apposita squadra incaricata per creare un sistema bancario basato su cambiali con un apposito gruppo incaricato di acquisire i dati e le password dei correntisti bancari, un piano pero' lasciato cadere dopo la vittoria del governo nel referendum dello scorso 5 luglio in merito all'accettazione delle misure imposte da Bruxelles per salvare la Grecia dal fallimento, in questo piano aveva un ruolo anche l'ex ministro dell'Energia greco Panayiotis Lafazanis pronto a requisire le riserve di liquidita' presso la zecca dello Stato.

In alcune cancellerie europee, ovviamente Berlino e Parigi le più importanti, ora il sospetto e' che questo piano non sia stato del tutto stracciato ma solo accantonato. Secondo Varoufakis e' saltato la notte del referendum, 5 luglio, quando i cittadini ha votato per respingere le proposte di Bruxelles, e da allora la Grecia ha riguadagnato tempo e terreno nelle trattative con i creditori internazionali varando anche due dei tre pacchetti di riforme concordate, il timore pero' e' che se dovessero verificarsi nuove tensioni tra le parti la Grecia potrebbe tornare a paventare un'uscita dalla zona euro.

Secondo James Galbraith, professore presso l'Universita' del Texas il piano era stato pensato solo per studiare le questioni operative legate ad un'uscita della Grecia dall'euro. La situazione comunque rimane tesa anche perche' il sistema bancario greco e' ancora fermo e il governo non ha annunciato quando revochera' le misure varate alla fine di giugno, nel frattempo i depositi bancari di imprese e famiglie sono scesi a 122 miliardi a giugno, il dato piu' basso dal 2003. E la borsa è chiusa ormai da oltre un mese, con il divieto della Bce alla riapertura.

Intanto, i creditori internazionali vogliono che la Grecia vari anche la terza ondata di riforme concordate prima di far partire il nuovo prestito da 86 miliardi in tre anni per evitare al paese la bancarotta. Ieri le parti sono tornate ad incontrasi ma le rivelazioni dell'ex ministro Varoufakis sull'ideazione di un sistema di pagamento alternativo ha aumentato le tensioni anche se le parti sono concordi nel chiudere il nuovo accordo entro il 20 agosto, scadenza della prossima rata con la Banca centrale europea, ma per farlo il governo di Alexis Tsipras dovra' portare a Bruxelles l'approvazione di tutte le misure concordate, soprattutto i due provvedimenti che maggioranza ed opposizione stanno procrastinando per non perdere i proprio bacini elettorali ovvero l'abolizione delle baby pensioni e le modifiche al sistema fiscale degli agricoltori. 

Il partito di maggioranza relativa Syriza vuole evitare di cancellare le baby pensioni, o anche solo ridurle, mentre il principale partito di opposizione, Nuova democrazia, che pure sta votando con il governo per senso di responsabilita' e' pronta a fare barricate per difendere le agevolazioni fiscali di cui godono gli agricoltori. Il premier Tsipras ha richiamato all'unita' il suo partito, Syriza, spaccato nelle ultime due votazioni con la stessa maggiora appesa ad un filo, annunciando di essere disponibile a dialogare per discutere della riforma del lavoro, per l'eliminazione graduale delle misure per gli agricoltori e per limitare il piu' possibile la riforma pensionistica, anche se questo potrebbe complicare il dialogo con la Commissione europea.

Redazione Milano


CHI L'HA DETTO CHE LA GRECIA NON USCIRA' PIU' DALL'EURO? IL PIANO ''VAROUFAKIS'' E' PRONTO E IN STAND BY, NON CANCELLATO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GRECIA   VAROUFAKIS   TSIPRAS   PIANO USCITA   EURO   BRUXELLES   TROIKA   PENSIONI   RIFORME   ATENE   MAGGIORANZA   GERMANIA   FRANCIA   PAURA   GREXIT    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO TRAVOLGE. NUOVE ELEZIONI

RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO

giovedì 14 gennaio 2021
AMSTERDAM - La coalizione di governo guidata dal premier Mark Rutte si riunira' domani per decidere se rassegnare le dimissioni a fronte delle crescenti polemiche riguardanti il caso di oltre 20mila
Continua
 
LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

martedì 12 gennaio 2021
Il nostro giornale ospita in apertura quanto scrive Matteo Renzi. Alcune delle sue posizioni sono apertamente condivisibili, e non temiamo di dirlo pubblicamente: "Il 22 luglio 2020 Italia Viva
Continua
MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

mercoledì 30 dicembre 2020
''Oltre alle vittime, nel nostro Paese più di 72 mila morti per Covid dall'inizio della pandemia, contiamo 390 mila imprese cancellate e più di 200 mila professionisti che hanno cessato
Continua
 
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua
AL VIA LE PRIME VACCINAZIONI CONTRO IL COVID ALL'OSPEDALE DI NIGUARDA A MILANO. I VACCINATI STANNO TUTTI BENE.

AL VIA LE PRIME VACCINAZIONI CONTRO IL COVID ALL'OSPEDALE DI NIGUARDA A MILANO. I VACCINATI STANNO

domenica 27 dicembre 2020
MILANO - Sono partite dall'ospedale milanese di Niguarda, dove sono arrivate poco prima delle 8 del mattino, le prime fiale di vaccino anti-covid destinate alla Lombardia. Sono sono state suddivise e
Continua
 
INVECE DI FARE LA ''GUERRA SANTA'' ALLA REGIONE, LA GIUNTA DI MILANO E IL SINDACO LAVORINO!  (FUCILATA DI ASSOIMPREDIL)

INVECE DI FARE LA ''GUERRA SANTA'' ALLA REGIONE, LA GIUNTA DI MILANO E IL SINDACO LAVORINO!

giovedì 24 settembre 2020
MILANO - "L'invito rivolto dall'Assessore Maran al Consiglio Comunale di Milano a fare la guerra santa contro la Regione Lombardia, approvando provvedimenti che blocchino gli effetti della legge
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IN FRANCIA LAVORI PER IL FISCO FINO AL 29 LUGLIO, IN GERMANIA 1° LUGLIO, IN BELGIO 6 AGOSTO, IN GRAN BRETAGNA 10 APRILE!

IN FRANCIA LAVORI PER IL FISCO FINO AL 29 LUGLIO, IN GERMANIA 1° LUGLIO, IN BELGIO 6 AGOSTO, IN
Continua

 
DER SPIEGEL ATTACCA FRONTALMENTE SCHAEUBLE E IL SUO PIANO DI GERMANIZZAZIONE DELLA ZONA EURO: E' MOLTO PERICOLOSO

DER SPIEGEL ATTACCA FRONTALMENTE SCHAEUBLE E IL SUO PIANO DI GERMANIZZAZIONE DELLA ZONA EURO: E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

VERTICE DEL CENTRODESTRA ALLA CAMERA

18 gennaio - E' in corso a Montecitorio, il vertice del centrodestra per fare il
Continua

MATTEO SALVINI: ''CREDONO DI RISOLVERE QUESTA CRISI AFFIDANDOSI A

18 gennaio - Matteo Salvini: ''Renzi l'ha fatto nascere questo governo e adesso dopo
Continua

NEL 2020 ITALIA IN DEFLAZIONE E' LA TERZA VOLTA DAL 1954 (ALTRE DUE

18 gennaio - ''Nel 2020, la diminuzione dei prezzi al consumo in media d'anno (-0,2%)
Continua

TOTI: SE INVECE DEL CSX FOSSE STATO IL CDX A COMPORTARSI COSI' COME

18 gennaio - ''Vorrei capire cosa sarebbe successo se il centrodestra avesse dato
Continua

ARRIVA SAVIANO E PIERLUIGI BATTISTA LASCIA IL CORRIERE DELLA SERA

18 gennaio - ''Qui cane Enzo sta cercando le parole per dirci che si, dal 31 gennaio
Continua

SALVINI: SE CONTE NON HA IN NUMERI, DUE STRADE: VOTO O GOVERNO DI

18 gennaio - ''Oggi il problema per molte famiglie e' la salute con i vaccini che
Continua

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua

ZINGARETTI: ''IMPOSSIBILE QUALSIASI GOVERNO CON ITALIA VIVA,

14 gennaio - ''C'è un dato che non può essere cancellato dalle nostre analisi. Ed
Continua

IL PD HA DECISO CONTE DEVE VENIRE IN PARLAMENTO: VOTO DI FIDUCIA O

14 gennaio - MONTECITORIO - ''Come gruppo dei democratici vogliamo che la crisi venga
Continua

PD: ''I COSIDDETTI RESPONSABILI NON CI SONO, RISCHIO CONCRETO

14 gennaio - ''I cosiddetti responsabili non ci sono, la maggioranza dopo lo strappo
Continua

MATTEO SALVINI: ''L'UNICA STRADA SONO LE ELEZIONI''

14 gennaio - ''O trovano una nuova maggioranza, affidandosi ai Mastella, oppure la
Continua

FRATELLI D'ITALIA: ''CONTE RIMETTA IL MANDATO E SI VOTI''.

14 gennaio - ''L'atto conclusivo di questa esperienza fallimentare del governo Conte
Continua

GDF DI BERGAMO NEGLI UFFICI DI ALTI DIRIGENTI DEL MINISTERO DELLA

14 gennaio - La Guardia di Finanza di Bergamo sta acquisendo documenti anche negli
Continua

GDF BERGAMO DENTRO MINISTERO SALUTE E ISS A ROMA: INCHIESTA SUL

14 gennaio - BERGAMO - La Gdf di Bergamo, oltre che negli uffici del Ministero della
Continua

LEGA: MATTARELLA EVITI DI DARE INCARICO A CONTE CON MAGGIORANZE

14 gennaio - ''Non è possibile fingere che nulla sia accaduto e aspettare che Conte
Continua

PIU' EUROPA INTIMA A CONTE DI VERIFICARE SUBITO SE HA ANCORA

14 gennaio - ''La crisi deve essere immediatamente parlamentarizzata: Conte vada
Continua

GERMANIA CON I CONTI IN ROSSO: DISAVANZO PUBBLICO CHIZZA AL 4,8%

14 gennaio - BERLINO - Con la crisi pandemica e le relative contromisure, nel 2020 la
Continua
Precedenti »