66.270.859
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'EUROZONA ANNEGA NEL DEBITO PUBBLICO: 9.400 MILIARDI PARI AL 93% DEL PIL L'EURO HA FATTO ESPLODERE I DEBITI DEGLI STATI

giovedì 23 luglio 2015

In Europa si fa un gran parlare di austerita' e di una presunta politica di rigore inflessibile: gli economisti statunitensi di grido, in particolare, stigmatizzano la presunta politica di austerita' dell'eurozona e definiscono la solidita' dei bilanci pubblici un ostacolo alla crescita. In tempi di crisi, sostengono, e' necessario che lo Stato stimoli la crescita a colpi di spesa, costi quel che costi.

Ma i governi dell'eurozona stanno veramente stringendo la cinghia?

A chiederselo e' l'opinionista del quotidiano "Frankfurter Allgemeine Zeitung", Johannes Pennekamp.

In realta' il criterio stabilito dal Trattato di Maastricht, secondo cui il debito pubblico di un Paese puo' ammontare al massimo al 60 per cento del pil, e' sempre meno rispettato.

Con 9.400 miliardi di euro - pari al 93 per cento del pil complessivo della zona euro - i 19 Stati della moneta unica sono indebitati fino al collo, complice un'assai poco salutare propensione a tassare - con effetti depressivi sul denominatore del pil - anziche' tagliare la spesa e deregolamentare.

La Francia e' vicina a un rapporto debito-pil del 100 per cento, e con il 135 per cento l'Italia naviga a vele spiegate verso il disastro greco.

Il debito pubblico dell'Italia ha addirittura superato, in termini assoluti, quello della Germania: secondo quanto riferito dall'ente di statistiche europeo Eurostat, nel primo trimestre dell'anno il debito italiano ha segnato 2.184 miliardi di euro.

Il debito di Berlino, invece, che all'inizio dell'anno era ancora il piu' alto d'Europa, a fine marzo ammontava a 2.176 miliardi di euro.

Per quanto riguarda il rapporto tra debito e pil, i valori dei due paesi si sono allontanati ancora di piu': per la Germania questo rapporto e' calato al 74,4 per cento, dal momento che il pil e' cresciuto a ritmi superiori al disavanzo pubblico; il tasso di indebitamento dell'Italia e' cresciuto invece al 135,1 per cento.

Se i governi dell'euro continuano a far crescere la loro spesa e i loro debiti anziche' ridimensionarli - conclude Pennekamp - alla crisi dei debiti non potra' che seguirne una peggiore.

Il pericolo e' sempre piu' concreto: se un paese come l'Italia, la terza economia dell'eurozona, crollasse sotto il peso dei debiti, gli strumenti impiegati dalla Bce per tenere a galla la Grecia sarebbero impotenti. E le probabilità che accada sono sempre più alte, nonostante le continue rassicurazioni del premier Renzi.

Redazione Milano.


L'EUROZONA ANNEGA NEL DEBITO PUBBLICO: 9.400 MILIARDI PARI AL 93% DEL PIL L'EURO HA FATTO ESPLODERE I DEBITI DEGLI STATI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FAZ   ZONA EURO   EUROZONA   DEBITI   ITALIA   GRECIA   GERMANIA   BERLINO   TASSE   INDEBITATI   FRANCIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE, UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ADESSO I CORROTTI FINIRANNO DAVVERO IN GALERA

NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE, UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ADESSO I CORROTTI FINIRANNO

giovedì 13 dicembre 2018
La nuova legge anti corruzione, definita "spazzacorrotti" incassa anche il secondo via libera da parte del Senato, e si appresta a compiere l'ultimo giro di boa verso l'approvazione definitiva alla
Continua
 
LA NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE E' UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ORA I CORROTTI FINIRANNO DAVVERO IN GAL

LA NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE E' UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ORA I CORROTTI FINIRANNO

giovedì 13 dicembre 2018
La nuova legge anti corruzione, definita "spazzacorrotti" incassa anche il secondo via libera da parte del Senato, e si appresta a compiere l'ultimo giro di boa verso l'approvazione definitiva alla
Continua
IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E SMENTISCONO MOSCOVICI)

IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E

giovedì 13 dicembre 2018
"Continuiamo a sostenere con convinzione la nostra proposta. Piena fiducia nel lavoro di Conte. Siamo persone di buon senso e soprattutto teniamo fede a ciò che avevamo promesso ai cittadini,
Continua
 
MOSCOVICI ''TIENE FAMIGLIA'' E TRA POCHI MESI SARA' DISOCCUPATO: CHI PIU' DEL (DA  LUI) SALVATO MACRON POTRA' AIUTARLO?

MOSCOVICI ''TIENE FAMIGLIA'' E TRA POCHI MESI SARA' DISOCCUPATO: CHI PIU' DEL (DA LUI) SALVATO

mercoledì 12 dicembre 2018
BRUXELLES - Per tentare di soddisfare le rivendicazioni dei gilet gialli e provare a porre fine alla loro protesta,Macron è stato costretto, pena una vera "rivoluzione" di piazza in tutta la
Continua
REGIONE LOMBARDIA STANZIA 26 MILIONI DI EURO PER LE  PICCOLE E MEDIE IMPRESE. FONTANA: ATTENZIONE A PMI E' FONDAMENTALE

REGIONE LOMBARDIA STANZIA 26 MILIONI DI EURO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE. FONTANA: ATTENZIONE A

mercoledì 12 dicembre 2018
MILANO - Oltre 26 milioni di euro per rifinanziare importanti bandi a favore delle micro, piccole e medie imprese. La Giunta della Regione Lombardia, su proposta dell'assessore allo Sviluppo
Continua
 
LA COMMISSIONE UE DA' DEL BUGIARDO A MACRON: ''LE SUE SONO SOLO PAROLE, PER NOI VALE IL DOCUMENTO DI BILANCIO PRESENTATO''

LA COMMISSIONE UE DA' DEL BUGIARDO A MACRON: ''LE SUE SONO SOLO PAROLE, PER NOI VALE IL DOCUMENTO

martedì 11 dicembre 2018
BRUXELLES - Nella sostanza, la Commissione Ue ha dato del "parolaio" e implicitamente del bugiardo al presidente francese Macron.  "La situazione e' questa: in Francia per ora abbiamo un
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA UE CERTIFICA CHE PRODUZIONE E COMMERCIO DI FALSI D'ABBIGLIAMENTO IN ITALIA HA DISTRUTTO 80.000 POSTI DI LAVORO

LA UE CERTIFICA CHE PRODUZIONE E COMMERCIO DI FALSI D'ABBIGLIAMENTO IN ITALIA HA DISTRUTTO 80.000
Continua

 
GRAVISSIMA DENUNCIA DELLA CNA: GOVERNO RENZI REINTRODUCE L'ANATOCISMO SUI DEBITI COL FISCO (PD VUOLE L'USURA DI STATO)

GRAVISSIMA DENUNCIA DELLA CNA: GOVERNO RENZI REINTRODUCE L'ANATOCISMO SUI DEBITI COL FISCO (PD
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!