46.387.255
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA UE CERTIFICA CHE PRODUZIONE E COMMERCIO DI FALSI D'ABBIGLIAMENTO IN ITALIA HA DISTRUTTO 80.000 POSTI DI LAVORO

martedì 21 luglio 2015

L'Italia e' il Paese Ue che paga il prezzo maggiore per i danni causati nel settore dell'abbigliamento dal fenomeno delle contraffazioni, gestito completamente su tutto il territorio nazionale da agguerrite bande di extracomunitari senegalesi e nord africani a loro volta in affari direttamente con la camorra e la ndrangheta.

I contraffattori di abiti, calzature e accessori (quali cravatte, sciarpe, cinture, cappelli e guanti) privano i produttori, i distributori e i rivenditori al dettaglio legittimi di tutta l'UE di oltre 26 miliardi di euro di introiti all'anno.

Un nuovo studio dell'Ufficio per l'Armonizzazione del Mercato Interno (UAMI), l'agenzia Europea per la proprieta' intellettuale, mostra come le vendite di abiti, scarpe e accessori contraffatti nell'UE equivalga al 10 % circa delle vendite totali nei settori dell'abbigliamento, delle calzature e degli accessori dei 28 Paesi dell'UE.

I mancati introiti si traducono in una perdita diretta di 363.000 posti di lavoro perche' l'industria legittima vende meno di quanto farebbe in assenza del fenomeno della contraffazione e, di conseguenza, impiega meno lavoratori.

Tale studio, pubblicato dall'Osservatorio europeo sulle violazioni dei diritti di proprieta' intellettuale, affidato all'UAMI, stima anche l'impatto indiretto del commercio di prodotti contraffatti. Se si tiene conto dell'effetto domino sui fornitori, le imprese legittime dell'UE accusano un calo di vendite pari a 43,3 miliardi di euro a causa della contraffazione, con una perdita di circa 518.000 posti di lavoro. 

Poiche' i produttori e i rivenditori di prodotti contraffatti non pagano le tasse sulle entrate, i contributi previdenziali ne' l'IVA, la presenza della contraffazione causa un'ulteriore perdita di oltre 8 miliardi di euro in termini di entrate statali non riscosse.

Il Presidente dell'UAMI, Antonio Campinos, ha dichiarato: "Con questo studio possiamo quantificare l'impatto economico della contraffazione a livello europeo nei settori dell'abbigliamento, calzature e accessori, nonche' le conseguenze in termini di mancati ricavi e posti di lavoro persi. Tali risultati non aiuteranno soltanto i responsabili politici nel loro lavoro, ma aiuteranno anche i consumatori a compiere scelte piu' coscienziose."

Il report odierno e' parte di una serie di studi che stimano l'impatto economico della contraffazione in diversi settori industriali europei. In Italia, ad esempio, la contraffazione di abiti, scarpe e accessori (quali cravatte, sciarpe e cinture) costa ai produttori, distributori e ai rivenditori al dettaglio italiani circa 4,5 miliardi di euro in termini di mancati ricavi e piu' di 50 000 posti di lavoro (80 000 se si considera l'effetto indiretto). 

Questo disastro vede delle precise responsabilità politiche a livello nazionale e locale da parte delle amminstrazioni e del governo in mano al Pd. Per una sorta di buonismo e terzomondismo criminale, infatti, i comuni e le Regioni amministrati dal Pd chiudono gli occhi di fronte a questo tremendo fenomeno criminale di massa in mano agli extracomunitari, facendo blandi controlli se non nessun controllo da parte delle Polizie locali che viceversa devono essere il primo fronte contro il dilagare di queste azioni del crimine economico organizzato.

Così facendo, il Pd dimostra sia la propria inadeguatezza a governar eil Paese, sia la propria stupidità in ambito economico: le regioni più colpite, dove l'economia risente maggiormente dei danni provocati dai criminali extracomunitari che dirigono e gestiscono le vendite di falsi, sono proprio la Toscana e l'Emilia Romagna.

Redazione Milano 

 


LA UE CERTIFICA CHE PRODUZIONE E COMMERCIO DI FALSI D'ABBIGLIAMENTO IN ITALIA HA DISTRUTTO 80.000 POSTI DI LAVORO




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua
QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO PUBBLICO DEI RIBELLI

QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO

mercoledì 19 aprile 2017
ROMA - Dopo i dubbi (in latino, "dubia") che quattro cardinali gli hanno indirizzato in una lettera - privata ma poi pubblicata - la ribellione a Papa Francesco prende la forma di un convegno a due
Continua
 
L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA ''MONETA-GENERALE''

L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA

martedì 18 aprile 2017
“La Germania dovrebbe, visto che è divenuta pacifica e ragionevole, prendersi tutto ciò che l’Europa e il mondo intero le ha negato in due grandi guerre, una sorta di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CENSURA GLOBALE CONTRO L'ECONOMIST CHE AFFONDA IL SALVATAGGIO DELLA GRECIA: NON SERVE E CAUSERA' PERDITE ENORMI ALLA UE.

CENSURA GLOBALE CONTRO L'ECONOMIST CHE AFFONDA IL SALVATAGGIO DELLA GRECIA: NON SERVE E CAUSERA'
Continua

 
L'EUROZONA ANNEGA NEL DEBITO PUBBLICO: 9.400 MILIARDI PARI AL 93% DEL PIL L'EURO HA FATTO ESPLODERE I DEBITI DEGLI STATI

L'EUROZONA ANNEGA NEL DEBITO PUBBLICO: 9.400 MILIARDI PARI AL 93% DEL PIL L'EURO HA FATTO ESPLODERE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!