50.032.396
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA BULGARIA RIBADISCE IL NO ALL'EURO: ''SOLO COSTI E NESSUN BENEFICIO, ED E' UNA VALUTA RISCHIOSA, GUARDATE LA GRECIA''

giovedì 16 luglio 2015

LONDRA - Se c'e' una cosa che la crisi greca ha insegnato  e' che l'euro e' un progetto fallimentare e chi ne e' fuori farebbe meglio a starne alla larga il piu' lontano possibile. L'ultimo in ordine di tempo ad affermarlo è niente di meno che il Fondo Monetario Internazionale, come riferisce il New York Times, che però in Italia - stranamente - non viene... tradotto.

In ogni caso, a proposito della sfiducia e della negatività che emana l'euro, e' importante notare come il governo della Bulgaria non abbia la ben che minima intenzione di entrare a far parte della moneta unica, una posizione che e' condivisa da quasi tutti i paesi dell'est europeo. Ne sono fuori e fuori vogliono rimanerne.

A mettere nero su bianco questo euroscetticismo della Bulgaria - che è bene sapere è in condizioni economiche difficili con molta povertà - e' stato il ministro del lavoro e delle politiche sociali Ivaylo Kalfin il quale ha dichiarato che la moneta unica europea creerebbe enormi problemi alla Bulgaria visto che la sua economia non e' ricca come quella di altri paesi europei. La Grecia insegna, quindi.

"Riguardo l'entrata nell'euro, vediamo solo costi e nessun beneficio. Per noi, entrare rappresenterebbe un rischio". Secondo il ministro, l'entrata nell'euro comporterebbe l'adeguarsi alle politiche scelte dalle istituzioni europee, incapaci di gestire la crisi attuale. Inoltre, anche l'opinione pubblica non è d'accordo ad un'entrata nell'euro. Un "no" all'euro, sia dal Governo che dal popolo.

Ovviamente Kalfin ha ragione da vendere e semmai la vera sorpresa e' che ci siano ancora politici che si ostinano a dire che l'euro e' stato un enorme successo, ma questo e' quello che succede quando al governo ci sono i servi dei poteri forti.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


LA BULGARIA RIBADISCE IL NO ALL'EURO: ''SOLO COSTI E NESSUN BENEFICIO, ED E' UNA VALUTA RISCHIOSA, GUARDATE LA GRECIA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BULGARIA   EURO   BCE   GOVERNO   GRECIA   SOFIA   UE   KALFIN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DOVE ANDARE ALL'ESTERO DA PENSIONATI E VIVERE FELICI: CANADA, PORTOGALLO, CANARIE, BRASILE, SANTO DOMINGO (ZERO TASSE!)

DOVE ANDARE ALL'ESTERO DA PENSIONATI E VIVERE FELICI: CANADA, PORTOGALLO, CANARIE, BRASILE, SANTO

venerdì 28 luglio 2017
Mentre il ducaconte renziloni - al secolo Paolo Gentiloni, presidente del Consiglio targato Pd dell'Italia  - prende scoppole a destra ed a manca, soprattutto dal neopresidente francese, a
Continua
 
LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN LIBIA E GRANDI AFFARI

LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN

venerdì 28 luglio 2017
Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, riferiscono i quotidiani britannici "Financial Times", "The Guardian" e "The Telegraph", e' intervenuto per la prima volta nell'industria nazionalizzando
Continua
ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE PROFUGHI DA MIGRANTI''

ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE

giovedì 27 luglio 2017
PARIGI -  Certamente possiede una insospettata capacità diplomatica e lo ha dimostrato con il vertice di Parigi con il premier libico Fayez Serraj e il generale Khalifa Haftar, e
Continua
 
DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE SOPHIA AL 31.12.2018''

DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE

mercoledì 26 luglio 2017
BERLINO - La missione navale europea Sophia al largo della Libia continuera' fino alla fine del 2018. Lo hanno riferito al settimanale tedesco Der Spiegel fonti diplomatiche, secondo quali l'Italia
Continua
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il
Continua
 
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE''

martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ITALIA NEL BARATRO: FALLISCE UNA SOCIETA' OGNI DUE ORE. DAL 2009, NE SONO FALLITE 82.500, 7.293 NEL 1° SEMESTRE 2015!

ITALIA NEL BARATRO: FALLISCE UNA SOCIETA' OGNI DUE ORE. DAL 2009, NE SONO FALLITE 82.500, 7.293 NEL
Continua

 
CENSURA GLOBALE CONTRO L'ECONOMIST CHE AFFONDA IL SALVATAGGIO DELLA GRECIA: NON SERVE E CAUSERA' PERDITE ENORMI ALLA UE.

CENSURA GLOBALE CONTRO L'ECONOMIST CHE AFFONDA IL SALVATAGGIO DELLA GRECIA: NON SERVE E CAUSERA'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!