68.726.079
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA MERKEL E' IN TRAPPOLA: SE DIRA' SI' AL 3° PIANO DI AIUTI ALLA GRECIA, CADRA' IL GOVERNO, SE DIRA' NO CADRA' LA UE

giovedì 9 luglio 2015

BERLINO - In qualita' di ex ministro, Peter Ramsauer della Csu, il partito alleato di Angela Merkel, e' abituato alle critiche dell'opinione pubblica tedesca. Ma quanto sta vivendo adesso, fa sapere l'esponente della Csu, e' qualcosa di insolito, mai accaduto prima: "Le persone mi fermano all'aeroporto o dopo la messa per dirmi che non vogliono un altro pacchetto di salvataggio per Atene".

"C'e' una grande pressione dalla base", fa sapere Ramsauer, secondo cui "gli stessi elettori dell'Spd dicono di averne le tasche piene".

Il coro dei contrari a un terzo pacchetto di aiuti a favore della Grecia diventa sempre piu' rumoroso: e anche il cancellierato registra con preoccupazione questa tendenza.

Angela Merkel  che oltre ad essere primo ministro è anche a capo della Cdu, dipende comunque dal suo gruppo parlamentare, anche solo per il fatto che il suo ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, per negoziare sul programma del fondo di salvataggio Esm, necessita di un mandato del Bundestag.

E la Merkel ha gia' ricevuto un anticipo di quanto l'aspetta: non appena a Bruxelles la cancelliera si e' detta disposta perlomeno a discutere l'ipotesi di un nuovo salvataggio da Atene, a Berlino e' scoppiato un putiferio: "Se dovesse rendersi necessaria un'altra votazione sulla Grecia", mette in guardia Ramsauer, "all'interno del gruppo parlamentare dell'Unione di centro-destra scoppierebbe una ribellione".

La cancelliera Merkel, pero', non e' messa sotto pressione solo internamente: dall'esterno, e in particolare da Washington, giungono pressioni ancora piu' forti ma di verso opposto.

L'amministrazione del presidente Usa Barack Obama chiede a tutti i costi una ristrutturazione del debito e il mantenimento della Grecia nell'euro, anche nel caso cio' dovesse significare cedere completamente alle richieste di Atene.

La priorita' degli Stati Uniti e' di evitare una pericolosa situazione di instabilita' in seno alla Nato e un eventuale avvicinamento della Grecia alla Russia. 

In queste ore, la Merkel dovrà per forza scegliere da che parte stare, ma in entrambi i casi metterà fortemente a rischio non solo la sua personale reputazione politica, ma anche la permanenza al governo.

Redazione Milano


LA MERKEL E' IN TRAPPOLA: SE DIRA' SI' AL 3° PIANO DI AIUTI ALLA GRECIA, CADRA' IL GOVERNO, SE DIRA' NO CADRA' LA UE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MERKEL   UE   GERMANIA   CDU   CSU   BRUXELLES   GRECIA   RAMSAUER   OBAMA   RUSSIA   WASHINGTON   BERLINO   ATENE   ESM   BUNDESTAG   SCHAEUBLE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
JOE BIDEN DA VICE DI OBAMA ''INTERVENNE'' IN UCRAINA PER FAR CACCIARE IL GIUDICE CHE STAVA INDAGANDO SU SUO FIGLIO

JOE BIDEN DA VICE DI OBAMA ''INTERVENNE'' IN UCRAINA PER FAR CACCIARE IL GIUDICE CHE STAVA

martedì 21 maggio 2019
NEW YORK - L'ex vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ha formalizzato la propria candidatura in vista delle elezioni presidenziali 2020, e appare ad oggi il candidato di punta del Partito
Continua
 
NORDAFRICANO CLANDESTINO DA' FUOCO AL COMANDO DEI VIGILI DI MIRANDOLA: DUE MORTI, VENTI FERITI TRA CUI SEI MINORI

NORDAFRICANO CLANDESTINO DA' FUOCO AL COMANDO DEI VIGILI DI MIRANDOLA: DUE MORTI, VENTI FERITI TRA

martedì 21 maggio 2019
MIRANDOLA - Due morti, una signora 84enne italiana costretta a letto per le precarie condizioni di salute e la sua badante ucraina di 74 anni, e 20 feriti, tra cui il marito della vittima e altre tre
Continua
L'ITALIA STA CAMBIANDO PER IL BENE DI TUTTI IL GOVERNO HA DIRITTO DI CONTINUARE ATTACCHI DA OGNI DOVE, MA NON VINCERANNO

L'ITALIA STA CAMBIANDO PER IL BENE DI TUTTI IL GOVERNO HA DIRITTO DI CONTINUARE ATTACCHI DA OGNI

lunedì 20 maggio 2019
MILANO - La bacchetta magica non esiste, e men che meno in mano a chi governa un Paese. Tuttavia, dopo più di un anno dalle elezioni politiche in Italia che hanno decretato la vittoria della
Continua
 
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
 
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
261.000 FIRME IN AUSTRIA ALLA PROPOSTA DI LEGGE DI USCIRE DALL'EURO! ORA DOVRA' ESSERE DISCUSSA E VOTATA IN PARLAMENTO

261.000 FIRME IN AUSTRIA ALLA PROPOSTA DI LEGGE DI USCIRE DALL'EURO! ORA DOVRA' ESSERE DISCUSSA E
Continua

 
PREMIO NOBEL PER L'ECONOMIA STIGLITZ: ''TSIPRAS HA IMPEDITO TAGLI VOLUTI DALLA TROIKA, ORA INTERVENGA LA FEDERAL RESERVE''

PREMIO NOBEL PER L'ECONOMIA STIGLITZ: ''TSIPRAS HA IMPEDITO TAGLI VOLUTI DALLA TROIKA, ORA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!