45.096.218
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MARINE LE PEN SI CANDIDA A GOVERNARE LA MACRO REGIONE DEL NORD DELLA FRANCIA (IN ATTESA DELLE PRESIDENZIALI DEL 2017)

martedì 30 giugno 2015

PARIGI - La presidente del Front National, Marine Le Pen, dopo molte esitazioni ha deciso: sara' testa di lista nella macro-regione Nord Pas-de-Calais Piccardia alle elezioni del prossimo dicembre.

Per la leader del Fn si e' trattato di una scelta decisiva dettata più dal coraggio politico che dalla effettiva convenienza elettorale: molti suoi collaboratori infatti avrebbero preferito che lei si concentrasse "esclusivamente" sull'appuntamento previsto per la primavera del 2017, quando i francesi saranno chiamati a scegliere il prossimo presidente della Repubblica ed un nuovo Parlamento.

Tuttavia "bisogna fare presto perche' la situazione si sta deteriorando molto rapidamente" ha detto la Le Pen nell'intervista con la rete iTèlè in cui ha ufficializzato la sua candidatura alle elezioni regionali di fine anno: "Per la regione mi devo muovere oggi", ha aggiunto, "per la Nazione lo faro' un po' piu' tardi".

Secondo un sondaggio realizzato dall'istituto demoscopico OpinionWay per conto del quotidiano "Le Figaro", i cui risultati sono stati diffusi lunedi', al primo turno la presidente del Fn raccoglierebbe il 32 per cento dei voti contro il 26 per cento della lista della destra "classica" guidata da Xavier Bertrand ed il 18 per cento del Partito socialista (Ps) capitanata da Pierre de Saintignon.

Al secondo turno, in caso di ballottaggio a tre Fn-destra-Ps, la Le Pen vincerebbe con il 37 per cento contro il 32 della coalizione di destra Repubblicani-Udi ed il 31 per cento della sinistra: un tale risultato le permetterebbe di guidare la regione in virtu' del premio di maggioranza assegnato alla lista arrivata in testa.

Il sondaggio tuttavia non ha preso in considerazione le ipotesi di duelli Fn-destra o Fn-Ps nel caso che al primo turno vengano eliminati la sinistra o i Repubblicani, o in caso di "desistenza" una possibilita' concreta, da parte del candidato di uno degli schieramenti politici tradizionali, proprio per sbarrare la strada a quella che sarebbe una clamorosa affermazione per il Front national che per la prima volta giungerebbe alla guida di una grande regione francese. 

Ma le probabilità che il ballottaggio sia a due, secondo la legge elettorale, sono molto scarse, perchè significherebbe che i socialisti oppure il partito di Sarkozy, a scelta, sono crollati al di sotto del 10%. 

Quindi, Marine Le Pen si avvia a governare il Nord della Francia, benchè il Front National abbia molti più elettori - al momento - nel Midì. 

Redazione Milano


MARINE LE PEN SI CANDIDA A GOVERNARE LA MACRO REGIONE DEL NORD DELLA FRANCIA (IN ATTESA DELLE PRESIDENZIALI DEL 2017)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MARINE   LE PEN   ELEZIONI   REGIONALI   FRANCIA   FRONT NATIONAL   SOCIALISTI   SARKOZY    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA GRECIA DENUNCERA' LA BCE E LA UE ALLA CORTE EUROPEA DI GIUSTIZIA: ''I TRATTATI NON PREVEDONO L'USCITA DALL'EURO''

LA GRECIA DENUNCERA' LA BCE E LA UE ALLA CORTE EUROPEA DI GIUSTIZIA: ''I TRATTATI NON PREVEDONO
Continua

 
FINANCIAL TIMES: ''L'ORRIBILE VERITA' E' CHE LA UE NON HA RISPETTATO LE SUE PROMESSE DI PROSPERITA' E UNITA''' (THE END)

FINANCIAL TIMES: ''L'ORRIBILE VERITA' E' CHE LA UE NON HA RISPETTATO LE SUE PROMESSE DI PROSPERITA'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!