54.165.465
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SE VINCERA' IL NO AL REFERENDUM DI DOMENICA PROSSIMA IN GRECIA, LUNEDI' LA TEMPESTA TRAVOLGERA' PER PRIMA L'ITALIA

lunedì 29 giugno 2015

Se la Grecia dovesse respingere con il referendum di domenica prossima le condizioni dei creditori per l'estensione del programma di salvataggio, con ogni probabilità "ci sarebbero conseguenze anche sull'economia reale" in Italia e non solo, come ha insegnato la crisi deflagrata dopo il fallimento di Lehman Brothers. "Anche prima del default di Lehman si diceva che non ci sarebbero stati problemi e che la situazione si poteva gestire. Come è andata a finire lo sappiamo: ci siamo ancora dentro adesso", dopo quasi sette anni.

A spiegarlo è Raffaele Zenti, fondatore del team di consulenza di Advise Only. Se il referendum dovesse concludersi con un 'no' alle richieste dei creditori, e al netto di eventuali interventi degli Usa alla luce del valore geopolitico della penisola ellenica, l'uscita della Grecia dall'euro, secondo Zenti, diventa "probabile".

Il ministro Pier Carlo Padoan "dice che la Bce è robustissima e la situazione è gestibile, ma io sono dubbioso. Se parte il panico sui mercati, gli spread dei periferici salgono a livelli stellari, le Borse crollano. I mercati sono sistemi complessi, non controllabili per definizione. E' come quando a teatro in sala parte un applauso isolato: a volte muore lì, altre volte applaudono tutti. Perché, nessuno lo sa. E' difficile dire come potrebbe andare".

Per Zenti, comunque, lo scenario che resta più probabile, "visti tutti i sondaggi seri", è che il referendum si concluda con un'accettazione delle richieste dei creditori, dato che "i greci vogliono restare nell'euro".

In quel caso il premier Alexis Tsipras, il cui partito Syriza è contrario al taglio delle pensioni, ne uscirebbe "indebolito" e comunque sui mercati bisognerebbe aspettarsi un po' di "volatilità e incertezza".

Comunque vada, dentro o fuori dall'euro, per la Grecia si profilano "anni di lacrime e sangue", perché "non sono autosufficienti e se l'austerity esce dalla porta, rientra dalla finestra". In definitiva, "comunque la si giri, la situazione non è bellissima".  O per essere più chiari: è un disastro dal quale nessuno ne uscirà indenne, a partire dall'Italia.

Redazione Milano


SE VINCERA' IL NO AL REFERENDUM DI DOMENICA PROSSIMA IN GRECIA, LUNEDI' LA TEMPESTA TRAVOLGERA' PER PRIMA L'ITALIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ITALIA   GRECIA   REFERENDUM   ATENE   ZENTI   SCENARIO   BCE   EURO   SONDAGGI   TSIPRAS   SYRIZA   ELEZIONI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
REATI SESSUALI RADDOPPIATI IN GERMANIA PER COLPA DELLE ORDE DI ISLAMICI FATTE ENTRARE DALLA MERKEL NELL'ESTATE DEL 2015

REATI SESSUALI RADDOPPIATI IN GERMANIA PER COLPA DELLE ORDE DI ISLAMICI FATTE ENTRARE DALLA MERKEL

mercoledì 22 novembre 2017
BERLINO - La situazione generale della sicurezza in Germania non si e' deteriorata, sostengono le autorita' di governo, ma i fatti danno loro torto. E' vero che la maggior parte delle aggressioni a
Continua
 
INCHIESTA-BOMBA DELLA PROCURA DI MILANO: ALTO FUNZIONARIO DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA HA VENDUTO SEGRETI A ERNST & YOUNG

INCHIESTA-BOMBA DELLA PROCURA DI MILANO: ALTO FUNZIONARIO DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA HA VENDUTO

mercoledì 22 novembre 2017
MILANO - La notizia di questa inchiesta di corruzione letteralmente "esplosiva" che potrebbe arrivare a coinvolgere tutti i governi italiani dal 2012 ad oggi, apre il Corriere della Sera in edicola e
Continua
ECCO LA STORIA DELLA BANDA DI BANCHIERI GANGSTER - LEGATI AL PD - CHE HA COMANDATO IN MPS FINO A PORTARLA ALLO SFACELO

ECCO LA STORIA DELLA BANDA DI BANCHIERI GANGSTER - LEGATI AL PD - CHE HA COMANDATO IN MPS FINO A

martedì 21 novembre 2017
Il vertice del Monte dei Paschi di Siena ha messo in atto "un insieme di attivita' dolose" facendo "di tutto per occultare le operazioni e soprattutto le perdite realizzate". Il direttore generale
Continua
 
PER COPRIRE IL BUCO NEI CONTI UE DELLA BREXIT, L'ITALIA DOVRA' DARE UN MILIARDO L'ANNO IN PIU' (IN CAMBIO? NIENTE!)

PER COPRIRE IL BUCO NEI CONTI UE DELLA BREXIT, L'ITALIA DOVRA' DARE UN MILIARDO L'ANNO IN PIU' (IN

martedì 21 novembre 2017
LONDRA - Tutti coloro che soffrono per le politiche di austerita' imposte dalla UE saranno furiosi di sapere che questa istituzione malefica costa ogni anno 140 miliardi di euro (280mila miliardi
Continua
LA FINLANDIA DI KATAINEN BUCO NERO DELL'EUROZONA PER DISOCCUPAZIONE, CROLLO DEL PIL, TAGLIO STIPENDI, AUMENTO TASSE

LA FINLANDIA DI KATAINEN BUCO NERO DELL'EUROZONA PER DISOCCUPAZIONE, CROLLO DEL PIL, TAGLIO

sabato 18 novembre 2017
Il “mitico” commissario della UE Katainen ha alzato per l’ennesima volta il ditino contro l’Italia colpevole di “non fare abbastanza” per abbattere il debito
Continua
 
MICIDIALE STRONCATURA DEI GOVERNI PD E DI RENZI DA PARTE DELLA STAMPA TEDESCA: HANNO SBAGLIATO TUTTO, IN QUESTI ANNI

MICIDIALE STRONCATURA DEI GOVERNI PD E DI RENZI DA PARTE DELLA STAMPA TEDESCA: HANNO SBAGLIATO

mercoledì 15 novembre 2017
BERLINO - L'Italia, vista dai quotidiani tedeschi, è un coacervo di questioni economiche e finanziarie incancrenite e minacciata da elezioni il cui risultato quasi certamente andrà di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA PRESSIONE FISCALE SUGLI IMMOBILI SFIORA 50 MILIARDI DI EURO L'ANNO, ITALIA HA LE TASSE SULLA CASA PIU' ALTE D'EUROPA

LA PRESSIONE FISCALE SUGLI IMMOBILI SFIORA 50 MILIARDI DI EURO L'ANNO, ITALIA HA LE TASSE SULLA
Continua

 
GIULIO SAPELLI: ''SENZA LA PARTECIPAZIONE DI RUSSIA E STATI UNITI NON SI TROVERANNO SOLUZIONI DIVERSE DAL GREXIT''

GIULIO SAPELLI: ''SENZA LA PARTECIPAZIONE DI RUSSIA E STATI UNITI NON SI TROVERANNO SOLUZIONI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!