43.295.633
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA PRESSIONE FISCALE SUGLI IMMOBILI SFIORA 50 MILIARDI DI EURO L'ANNO, ITALIA HA LE TASSE SULLA CASA PIU' ALTE D'EUROPA

giovedì 18 giugno 2015

"La pressione fiscale sugli immobili sfiora quasi i 50 miliardi e l'Italia e' al primo posto per la tassazione sul patrimonio immobiliare in Europa. Dal 2011 a oggi, la casa e' stata tassata in forma patrimoniale, con un aumento delle imposte del 230%. La filiera dell'immobiliare ha perso 800 mila posti di lavoro, che sembrano non interessare a nessuno. In soli quattro anni, a causa del carico fiscale sulla casa e della diminuzione dei prezzi delle abitazioni, si sono bruciati piu' di 2.300 miliardi, degli oltre 9.600 miliardi del patrimonio immobiliare degli italiani. In Italia e' stata colpita la proprieta' immobiliare diffusa, che finora aveva prodotto solo ricchezza per la maggioranza dei cittadini. Una ricchezza diffusa per le famiglie che nel corso degli anni e' stata distrutta e che era invece rimasta immune nel corso del tempo alle crisi e all'eccessiva finanziarizzazione dei mercati e aveva garantito, con la propria patrimonializzazione, il debito pubblico italiano, impedendo al nostro Paese di diventare come la Grecia. Oggi, il Governo Renzi deve cambiare passo, tagliare le tasse sulla casa e comprendere che il settore immobiliare e' la sola leva per la crescita economica del Paese".

E' questo il quadro tracciato dal presidente della Fiaip, Paolo Righi, nel corso del Consiglio nazionale svoltosi a Roma. Tra le diverse preoccupazioni sollevate dagli agenti, oltre all'ingresso delle banche Unicredit Subito Casa e Intesa Sanpaolo nell'intermediazione immobiliare, c'e' il Ddl Concorrenza. "Un domani - sottolinea Righi - gli istituti di credito, oltre a detenere i nostri dati e i nostri portafogli, si potrebbero impossessare anche del nostro patrimonio immobiliare personale e potrebbero indirizzare i prezzi di mercato". 

"Questa e' una deregulation, non e' certo una liberalizzazione o una semplifcazione. Cosi' l'immobiliare rischia una vera e propria dittatura della finanza. E' questo il pericolo che corriamo oggi. In Italia - prosegue Righi - le liberalizzazioni sono sempre fatte a favore di pochi, per quelle grandi famiglie imprenditoriali che rappresentano una piccola comunita'. A chi giova il Ddl concorrenza? Non certo agli agenti immobiliare perche' non e' concorrenza. La concorrenza si fa alla pari e noi agenti immobiliari non abbiamo paura degli istituti di credito, pur non avendo gli stessi mezzi delle banche".

"Molti colleghi - conclude Righi - hanno il coraggio di dire che la nostra battaglia contro alcune banche e' una battaglia di retroguardia. Si sbagliano perche' il futuro e' li' ed oggi anche altre realta' associative di categoria sono al nostro fianco".

Intervenendo al Consiglio nazionale, il presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa, ha ribadito a sua volta come l'emergenza abitativa sia ancora oggi una questione aperta: "siamo dovuti intervenire per rispondere al sindacato inquilini, che chiedeva l'ennesima proroga del blocco degli sfratti, rimandando alla proprieta' lo svolgimento di compito che invece dovrebbe svolgere le autorita' pubbliche. Ma sappiamo bene come si comportano i Comuni sull'emergenza abitativa. I diritti dei proprietari sono violati ogni giorno e bisogna fare squadra tra noi per tutelarli".

Poi si è soffermato sulla tassazione immobiliare: l"'Imu e la Tasi, che nel 2014 hanno comportato versamenti per ben 25 miliardi, contro i 9 che pesava l'Ici fino al 2011, nel 2015 raggiungeranno i 26 miliardi. Si tratta di un livello non piu' sopportabile per il comparto immobiliare, soprattutto se si considera che la fiscalita' locale italiana e' di natura puramente patrimoniale. Questi dati - ha concluso - dobbiamo farli conoscere a tutti visto che ai piu' sono poco conosciuti". 

E noi de ilNord.it ora li divulghiamo.

Redazione Milano


LA PRESSIONE FISCALE SUGLI IMMOBILI SFIORA 50 MILIARDI DI EURO L'ANNO, ITALIA HA LE TASSE SULLA CASA PIU' ALTE D'EUROPA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

TASSE   IMMOBILI   GOVERNO   RENZI   CASE   UNICREDIT   CRESCITA   CRISI   SETTORE   IMMOBILIARE   RENZI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
 
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA

martedì 17 gennaio 2017
ROMA - "I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la
Continua
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua
 
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua
 
GOVERNO MERKEL TAGLIA GLI ASSEGNI FAMILIARI AI LAVORATORI UE OCCUPATI IN GERMANIA (COME HA FATTO LA GRAN BRETAGNA)

GOVERNO MERKEL TAGLIA GLI ASSEGNI FAMILIARI AI LAVORATORI UE OCCUPATI IN GERMANIA (COME HA FATTO LA

lunedì 19 dicembre 2016
BERLINO - Sterza sempre più a destra, la politica del governo Markel, per provare a sottrarre consensi ad Alternativa per la Germania. Oggi, il vicecancelliere e ministro dell'Economia
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BANCHE TEDESCHE, UNIVERSITA' (OXFORD BARKELEY HARVARD) CENTRI STUDI (DIW LONDON SCHOOL OF ECONOMICS): GRECIA HA RAGIONE!

BANCHE TEDESCHE, UNIVERSITA' (OXFORD BARKELEY HARVARD) CENTRI STUDI (DIW LONDON SCHOOL OF
Continua

 
SE VINCERA' IL NO AL REFERENDUM DI DOMENICA PROSSIMA IN GRECIA, LUNEDI' LA TEMPESTA TRAVOLGERA' PER PRIMA L'ITALIA

SE VINCERA' IL NO AL REFERENDUM DI DOMENICA PROSSIMA IN GRECIA, LUNEDI' LA TEMPESTA TRAVOLGERA' PER
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua

PRIMO MINISTRO BRITANNICO: ''MODELLO UE INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA

17 gennaio - LONDRA - Il modello dell'Ue e delle istituzioni sovranazionali ''non era
Continua

THERESA MAY: ''VIA DAL MERCATO UNICO E DA CORTE DI GIUSTIZIA E

17 gennaio - LONDRA - L'atteso di scorso di Theresa May sulla Brexit è arrivato ed
Continua

TAJANI PUO' FARCELA, DOPO LA CAPRIOLA DEI LIBERALI CHE HANNO

17 gennaio - BRUXELLES - ''Da Grillo a Berlusconi in meno di una settimana'': i
Continua
Precedenti »