48.423.824
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BANCHE TEDESCHE, UNIVERSITA' (OXFORD BARKELEY HARVARD) CENTRI STUDI (DIW LONDON SCHOOL OF ECONOMICS): GRECIA HA RAGIONE!

mercoledì 17 giugno 2015

BERLINO - MADRID - La Grecia e' il paese che ha attuato il maggior numero di riforme durante la crisi. A pronunciare questa frase non e' stato il ministro greco delle Finanze, Yanis Varoufakis, ma una banca tedesca, Berenberg, che da diversi anni esamina lo stato delle riforme nell'area dell'euro.

Le istituzioni conosciute come Troika e i partner europei insistono sul fatto che Atene debba compiere maggiori sforzi di risanamento e riordino dei conti. Ed e' vero, scrive "El Pais". Ma l'ultima offerta da parte dei creditori per evitare un default richiede alla Grecia un avanzo pari all'1 per cento del pil di quest'anno: 3 miliardi in piu' di tagli. Per di piu', la proposta non dice nulla in merito alla ristrutturazione del debito. Mentre una dozzina di economisti di alto livello, consultati dal quotidiano spagnolo, concordano sul fatto che il piano presentato dai creditori e' errato sin anche nella sua impostazione di fondo.

"Il debito greco e' insostenibile. L'Europa deve riconoscerlo una volta per tutte e accettare una ristrutturazione in cambio di riforme", afferma Marcel Fratzscher, direttore del think tank tedesco Diw.

"Possiamo continuare a far finta che la Grecia paghera', ma e' sbagliato continuare a negare la realta' e insistere sul fatto che la Grecia debba essere punita", aggiunge il liberale Paul De Grauwe della London School of Economics.

"La ristrutturazione e' inevitabile e accadra'", sostiene Barry Eichengreen, dell'universita' di Berkeley.

"Il giorno della presa di coscienza e' solo una questione di tempo", spiega Ken Rogoff, dell'universita' di Harvard.

Gli fa eco Athanasios Orphanides, ex governatore della Banca di Cipro, secondo cui "le ultime proposte dell'Ue sembrano progettate per evitare un problema politico a Berlino piuttosto che per risolvere le difficolta' della Grecia".

Gli economisti, scrive "El Pais", non solo concordano sulla necessita' di ristrutturare il debito, ma sono unanimi nel criticare gli obiettivi di bilancio fissati. "La Grecia, semplicemente, non puo' raggiungere un avanzo di bilancio dell' 1 per cento quest'anno. Nel mezzo di una recessione, chiedere piu' austerita' e' controproducente: dopo il disastro degli ultimi anni, e' incredibile che si continui su questa strada", sostiene Simon Wren-Lewis, dell'universita' di Oxford.

Charles Wyplosz, del Graduate Institute, ritiene che "l'imposizione di ulteriori tagli mostri quanto siano lontani i governi europei dall'assumersi la responsabilita' di gravi errori del passato".

"Un altro giro di tagli peggiorera' la situazione. Questo non e' piu' un dibattito economico, ma politico e pieno di tabu'", spiega Wyplosz.

In merito a una possibile uscita della Grecia dalla zona euro De Grauwe spiega che "la Grexit avrebbe delle implicazioni limitate nel breve termine, ma nel medio termine assumerebbe i caratteri di una rivoluzione copernicana".

"E' come dire ai mercati che la zona euro e' una sistemazione provvisoria, e che quando la prossima recessione si scontrera' con l'Europa possono andare in cerca di altro candidato da fare andare via", conclude l'esperto.

Alla fine, la sintesi di queste posizioni di massimo livello in ambito economico e guridico, è una sola: il ministro dell'Economia Varouakis ha ragione. La troika torto marcio.

Redazione Milano. 


BANCHE TEDESCHE, UNIVERSITA' (OXFORD BARKELEY HARVARD) CENTRI STUDI (DIW LONDON SCHOOL OF ECONOMICS): GRECIA HA RAGIONE!


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MADRID   BERLINO   VAROUFAKIS   OXFORD   BARKELEY   EL PAIS    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI DANNI) A STATO E CLIENTI

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI

giovedì 22 giugno 2017
Tanto tuonò che… non piovve, o meglio, piovve sostanza organica sulla testa degli obbligazionisti ed azionisti di Popolare di Vicenza e Venetobanca. In un comunicato ufficiale, si
Continua
 
IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul
Continua
INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle
Continua
 
SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo
Continua
MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le
Continua
 
DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI, STATO DI INSOLVENZA

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI,

martedì 13 giugno 2017
NEW YORK - Alitalia ha fatto ricorso presso il tribunale fallimentare di New York, in base alle procedure concorsuali internazionali Usa per il fallimento. Lo riporta il Wall Street Journal,
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
OGGI ENTRO LA MEZZANOTTE GLI ITALIANI DEVONO VERSARE 50 MILIARDI DI EURO DI TASSE, UNO DEI QUALI REGALATO AI CLANDESTINI

OGGI ENTRO LA MEZZANOTTE GLI ITALIANI DEVONO VERSARE 50 MILIARDI DI EURO DI TASSE, UNO DEI QUALI
Continua

 
LA PRESSIONE FISCALE SUGLI IMMOBILI SFIORA 50 MILIARDI DI EURO L'ANNO, ITALIA HA LE TASSE SULLA CASA PIU' ALTE D'EUROPA

LA PRESSIONE FISCALE SUGLI IMMOBILI SFIORA 50 MILIARDI DI EURO L'ANNO, ITALIA HA LE TASSE SULLA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!