50.002.337
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA FRANCIA SCHIERA LA POLIZIA CON LE ARMI IN PUGNO SULLA FRONTIERA CON L'ITALIA A VENTIMIGLIA CLANDESTINI TUTTI RESPINTI

venerdì 12 giugno 2015

VENTIMIGLIA - Camionette della polizia nazionale francese si sono dispiegate già nella serata di ieri al valico di ponte san Ludovico fra Italia e Francia dove sul lato italiano ci sono centinaia di clandestini di varie nazionalità africane, ai quali la Croce Rossa sta distribuendo acqua e generi di conforto. Presente sul posto il sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano secondo il quale la situazione e' "preoccupante".

"Noi siamo qui come Comune anche se non sarebbe il nostro compito. Lo avevo detto che ci saremmo trovati ad affrontare un'emergenza". Sull'ipotesi di un'apertura di un centro di accoglienza in citta' il sindaco ha osservato che si tratta di una decisione che spetta alla prefettura. Altri circa 150 migranti si trovano nella zona della stazione ferroviaria della citta'.

Dopo aver trascorso la notte in strada o nella stazione della cittadina ligure, i clandestini, che provengono da varie città italiane e vorrebbero raggiungere l'Inghilterra e altri Paesi europei passando attraverso la Francia, hanno inscenato un'aggressiva protesta proprio al valico di confine di Ponte San Ludovico, esponendo cartelli con scritto "Grazie Italia ma vogliamo andarcene". La situazione attualmente è sotto controllo, anche se non sono mancati momenti di tensione. La polizia francese con le armi in pugno presidia il valico di frontiera e impedisce il passaggio a chiunque non abbia documenti in regola. 

La Prefettura di Imperia ha indetto per le 17 di oggi un vertice presieduto dal Prefetto Silvana Tizzano e al quale sono chiamati anche Questura, polizia di frontiera e Polfer, per affrontare l'emergenza immigrati delle ultime ore. Al vertice, nel corso del quale verranno affrontate alcune soluzioni all'emergenza, non saranno presenti rappresentanti del vicino Dipartimento delle Alpi Marittime francesi per il semplice motivo che non hanno voluto partecipare. 

La Francia di fatto da questa mattina ha sospeso il Trattato di Schengen con l'Italia. La stessa identica cosa è avvenuta ormai da tre mesi - da quando il governo Renzi ha dato il via libera all'invasione di massa dell'Italia dalla Libia - sul confine con l'Austria e per quei pochissimi clandestini che ci riescono, anche in Germania, dove la polizia controlla a tappeto stazioni e strade li blocca e li rispedisce in Italia.

Questa è la situazione ad oggi. Aggiornata alle 13.30.

Redazione Milano


LA FRANCIA SCHIERA LA POLIZIA CON LE ARMI IN PUGNO SULLA FRONTIERA CON L'ITALIA A VENTIMIGLIA CLANDESTINI TUTTI RESPINTI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FRANCIA   FRONTIERA   SCHENGEN   POLIZIA   CLANDESTINI   RESPINTI   BLOCCO   ITALIA   UE   VALICO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE PROFUGHI DA MIGRANTI''

ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE

giovedì 27 luglio 2017
PARIGI -  Certamente possiede una insospettata capacità diplomatica e lo ha dimostrato con il vertice di Parigi con il premier libico Fayez Serraj e il generale Khalifa Haftar, e
Continua
 
DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE SOPHIA AL 31.12.2018''

DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE

mercoledì 26 luglio 2017
BERLINO - La missione navale europea Sophia al largo della Libia continuera' fino alla fine del 2018. Lo hanno riferito al settimanale tedesco Der Spiegel fonti diplomatiche, secondo quali l'Italia
Continua
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il
Continua
 
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE''

martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia
Continua
NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA ACCADE IN MALESIA

NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA

lunedì 24 luglio 2017
I mass media non fanno che ripetere fino alla nausea che l'Italia deve accogliere tutti gli immigrati che arrivano e convenientemente ignorano il fatto che altri paesi usano la mano dura per cacciare
Continua
 
A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU RADDOPPIATA, IVA 25%)

A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU

venerdì 21 luglio 2017
In queste settimane, l’ex sindaco di firenze e mai rimpianto premier, si muove sottotraccia per far star sereno Gentiloni, alla stessa maniera in cui fece star sereno Letta, ovvero trovare
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ZAIA SCRIVE A TUTTI I PREFETTI DEL VENETO: ''VIA TUTTI I PROFUGHI DALLE LOCALITA' TURISTICHE E BASTA NUOVI ARRIVI!''

ZAIA SCRIVE A TUTTI I PREFETTI DEL VENETO: ''VIA TUTTI I PROFUGHI DALLE LOCALITA' TURISTICHE E
Continua

 
LA FRANCIA: ''CHI SONO QUESTI MIGRANTI? LA MAGGIOR PARTE SONO ECONOMICI IN ARRIVO DALL'AFRICA, VANNO RISPEDITI A CASA''

LA FRANCIA: ''CHI SONO QUESTI MIGRANTI? LA MAGGIOR PARTE SONO ECONOMICI IN ARRIVO DALL'AFRICA,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!