50.679.713
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MONTE DEI PASCHI DI SIENA, UNA BANCA CON UN GRANDE FUTURO ALLE SPALLE, COME L'ITALIA A GUIDA PD CHE L'HA DISTRUTTA

giovedì 28 maggio 2015

C’era una volta la più antica banca del mondo, stimata e rinomata per la sua solidità e storia.

C’era una volta, perché oggi, del glorioso Monte dei Paschi di Siena, rimane solo una gigantesca, mostruosa voragine che ha inghiottito di tutto e di più.

In questi giorni sta andando in scena l’ennesimo aumento di capitale per tenere artificialmente in vita una banca morta e decomposta.

Una ricapitalizzazione su cui la Consob, non il ragioner Filini di fantozziana memoria, ha sollevato più di un dubbio, arrivando a scrivere testualmente: “l’operazione da 3 miliardi di euro le cui caratteristiche sono state definite giovedì dal cda della banca, “presenta caratteristiche di forte diluizione” e questo “determina il rischio che durante il periodo di offerta in opzione delle nuove azioni si verifichino anomalie di prezzo, consistenti in una sopravvalutazione del prezzo di mercato delle azioni rispetto al loro valore teorico”.

Parole che pesano come un macigno, ma che sono nulla rispetto al salvataggio effettuato dal governo non eletto Monti, che diede alla banca senese ben 4 miliardi (pari a quasi l’intero gettito dell’imu reintrodotta, è bene ricordarlo) in cambio di… carta straccia. Come ben scrisse Paolo Cardenà in un suo articolo del 7 luglio 2012 “'se gli interessi non sono corrisposti, per assenza o incapienza degli utili distribuibili, l'emittente (Il Monte Paschi in questo caso) assegna al Ministero azioni ordinarie di nuova emissione per una quota del patrimonio netto corrispondente all'importo della cedola non corrisposta"

In altre parole, è vero che chi usufruisce della nuova edizione dei Tremonti Bond, anche in assenza di utili dovrà corrispondere gli interessi, ma potrà farlo corrispondendo al Ministero del Tesoro l'equivalente in azioni della banca.” Che, tradotto dal finanziariese, significa che Monti diede 4 miliardi di euro veri in cambio della grossa possibilità di ricevere indietro carta straccia.

Perché questo accanimento terapeutico per tenere in vita MPS? In un vero libero mercato, una banca, come qualsiasi azienda, quando è mal gestita, porta i libri in tribunale e fa fallimento, con gli eventuali strascichi penali per i suoi amministratori in caso di mala gestione.

Nel mondo dell’unione socialista sovietica europea, e nell’italico stivale in particolare, invece le banche devono sempre essere salvate, ovviamente con i soldi dei cittadini, mica con quelli degli amministratori incapaci che si son portati a casa fiori di stipendi e stock option.

MPS, poi, rappresenta lo specchio del paese: gestita dal dopoguerra in poi da uomini espressione dell’allora partitone di Botteghe Oscure, ovvero il PCI-PDS-DS-PD (a meno che i suoi dirigenti non passassero per caso quando si facevano immortalare assieme agli amministratori della banca), è stata gestita con criteri partitici e non finanziari.

Soprattutto, far fallire oggi MPS significherebbe dare un colpo mortale all’immagine del partito il cui segretario e premier non eletto, si vanta di aver risanato il paese. Peccato che da quando il PD sia al governo di questo “assurdo benedetto bel paese” per dirla con le parole di un cantante di sinistra come Guccini, il debito pubblico sia cresciuto a livelli record e la ricchezza dei cittadini sia franata a livelli da fine della seconda guerra mondiale.

In parole povere, un disastro, esattamente come la gestione del Monte dei Paschi di Siena, una banca dal grande futuro alle spalle, proprio come l’Italia a guida PD.

Luca Campolongo

Fonti:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/05/22/mps-consob-ricapitalizzazione-ad-alto-rischio-anomalie-di-prezzo/1709544/

http://www.vincitorievinti.com/2012/06/il-salvataggio-del-monte-paschi-una.html

Montepaschi, un disastro nato con l’operazione Antonveneta, di Simone Boiocchi, LaPadania del 29/10/2014

 


MONTE DEI PASCHI DI SIENA, UNA BANCA CON UN GRANDE FUTURO ALLE SPALLE, COME L'ITALIA A GUIDA PD CHE L'HA DISTRUTTA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

PD   MPS   RENZI   BERSANI   GUCCINI   MONTI   TREMONTI   SIENA   MONTE   DEI PASCHI   GOVERNO   PATRIMONIO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
 
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua
 
LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON VENGONO DIVULGATE)

LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON

lunedì 31 luglio 2017
LONDRA - E' passato poco piu' di un anno da quando i cittadini britannici hanno votato per uscire dalla UE e tutte le previsioni catastrofiche fatte all'indomani di questo storico referendum non si
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CHICAGO, LA ''DEMOCRATICA CITTA' DI OBAMA'' E' IN STATO DI DISSESTO FINANZIARIO ADDIRITTURA PEGGIORE DI QUELLO DI DETROIT

CHICAGO, LA ''DEMOCRATICA CITTA' DI OBAMA'' E' IN STATO DI DISSESTO FINANZIARIO ADDIRITTURA
Continua

 
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / RIPRESA IN ITALIA? ALL'ORIZZONTE DELL'ESTATE C'E' L'AUMENTO DELL'IVA, NON DEL LAVORO.

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / RIPRESA IN ITALIA? ALL'ORIZZONTE DELL'ESTATE C'E' L'AUMENTO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!