43.271.006
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
++++++ La Commissione Ue ha inviato all'Italia la lettera con la richiesta di aggiustamento dei conti ++++++

CAMERON HA TRIONFATO PERCHE' LA SUA POLITICA ECONOMICA (ANTI UE) E' VINCENTE ED HA CHIUSO LE FRONTIERE AI CLANDESTINI

venerdì 8 maggio 2015

LONDRA - Un trionfante e raggiante David Cameron, leader dei Tory britannici, si prepara a incontrare la Regina, riferiscono i quotidiani conservatori "The Times" e "The Telegraph", dopo le elezioni politiche di ieri, che hanno segnato un'umiliante sconfitta per il Labour, con il cancelliere ombra dello Scacchiere, Ed Balls, che ha perso il suo seggio e il leader, Ed Miliband, che potrebbe annunciare a breve le dimissioni.

Con lo spoglio completato in 631 collegi su 650, i Tory contano 315 seggi, i laboristi 228, il Partito nazionale scozzese (Snp) 58, i liberaldemocratici otto e il Partito per l'indipendenza del Regno Unito (Ukip) uno. Occorrono 323 seggi per la maggioranza e, stando alle ultime proiezioni della Bbc, il partito di Cameron potrebbe arrivare a 329, certamente arriverà a 325. Quindi i conservatori di Cameron potranno governare da soli, senza alleati come nel recente passato.

Secondo un editoriale non firmato del "Times", attribuibile alla direzione", i Tory sono nella posizione di prendere l'iniziativa per formare un nuovo governo, che è un modo elegante per dire che hanno stravinto.

Un primo verdetto e' possibile su questo voto: gli elettori hanno preferito la prudenza alla dissolutezza.

I conservatori dovranno trarre insegnamento dal passato e potranno apportare qualche correzione in materia di tagli alla spesa pubblica, ma e' necessaria una continuita' nella politica economica e loro la garantiranno.

Per James Kirkup, commentatore del "Telegraph", il secondo esecutivo di Cameron sara' dominato e definito da due questioni: il Regno Unito sopravvivera' nella forma attuale? E continuera' a far parte dell'Unione Europea?

Anche se un altro referendum sulla secessione della Scozia non era nel programma dell'Snp, e' entrato ormai nell'agenda politica, benchè i vertici del Partito scozzese lo neghino risolutamente. Che cosa vorrà fare quindi Cameron per soddisfare le richieste scozzesi e, al tempo stesso, rispondere al malcontento inglese?

Si possono fare ipotesi su una convenzione costituzionale e un assetto federale, ma il rischio di rottura del Regno Unito resta una possibilita'. Quanto all'Unione Europea, il referendum sull'appartenenza si terra' probabilmente nel 2017 anche se Cameron ha più volte detto in questa campagna elettorale vittoriosa che intende anticiparlo, e quindi dominera' il dibattito politico ed economico. Il risultato di tale referendum è quasi scontato: vincerà l'abbandono della Ue, una matrigna esosa, sprecona e spendacciona, oltre che costosissima da mantenere. 

E altro aspetto decisivo per la vittoria di Cameron è stato dato dalla sua netta ed intransigente posizione circa l'immigrazione sia dalla Ue sia extra Ue. 

Nella stanza, i cittadini britannici hanno deciso in larghissima maggioranza di premiare le politiche economiche, sociali, nazionali a difesa della patria, di David Cameron. Il campione dei Conservatori.

Redazione Milano.


CAMERON HA TRIONFATO PERCHE' LA SUA POLITICA ECONOMICA (ANTI UE) E' VINCENTE ED HA CHIUSO LE FRONTIERE AI CLANDESTINI




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
 
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA

martedì 17 gennaio 2017
ROMA - "I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la
Continua
 
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
 
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA BULGARIA BLINDA LE FRONTIERE CONTRO L'IMMIGRAZIONE ISLAMICA. PRIMO MINISTRO BORISOV: NON VOGLIAMO L'ISLAMIZZAZIONE

LA BULGARIA BLINDA LE FRONTIERE CONTRO L'IMMIGRAZIONE ISLAMICA. PRIMO MINISTRO BORISOV: NON
Continua

 
PRESIDENZIALI IN POLONIA: VINCE IL PRIMO TURNO ANDRZEJ DUDA, NAZIONALISTA ANTI UE E ANTI EURO APPOGGIATO DALLA CHIESA

PRESIDENZIALI IN POLONIA: VINCE IL PRIMO TURNO ANDRZEJ DUDA, NAZIONALISTA ANTI UE E ANTI EURO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua

PRIMO MINISTRO BRITANNICO: ''MODELLO UE INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA

17 gennaio - LONDRA - Il modello dell'Ue e delle istituzioni sovranazionali ''non era
Continua

THERESA MAY: ''VIA DAL MERCATO UNICO E DA CORTE DI GIUSTIZIA E

17 gennaio - LONDRA - L'atteso di scorso di Theresa May sulla Brexit è arrivato ed
Continua

TAJANI PUO' FARCELA, DOPO LA CAPRIOLA DEI LIBERALI CHE HANNO

17 gennaio - BRUXELLES - ''Da Grillo a Berlusconi in meno di una settimana'': i
Continua

RUSSIA PRONTA A COOPERARE CON USA, UE E NATO CON RISPETTO RECIPROCO

17 gennaio - MOSCA - La Russia e' pronta a cooperazione con gli Stati Uniti, l'Unione
Continua

SCANDALO MOTORI DIESEL SI ALLARGA ANCHE ALLA RENAULT

16 gennaio - PARIGI - Lo scandalo dei motori diesel ''truccati'' si allarga. Oltre a,
Continua

ISTAT: E' UFFICIALE, 2016 L'ANNO DELLA DEFLAZIONE IN ITALIA (DAL

16 gennaio - Italia in deflazione nel 2016. In media d'anno, i prezzi al consumo
Continua

BORIS JOHNSON: ''BREXIT, TRUMP PER UN ACCORDO RAPIDO CON IL REGNO

16 gennaio - BRUXELLES - ''Una gran bella notizia'': così il ministro degli Esteri
Continua

SETTE CLANDESTINI INDIVIDUATI AD ASTI SU UN TRENO PROVENIENTE DALLA

16 gennaio - ASTI - Sette uomini, cinque algerini e due marocchini, sono stati
Continua
Precedenti »