65.369.050
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LE MONDE SVELA UN DOCUMENTO DELLA POLIZIA FRANCESE: ''TERRORISTI TRAVESTITI DA MIGRANTI IN ARRIVO A PARIGI DALL'ITALIA''

martedì 5 maggio 2015

PARIGI - Atto d'accusa formidabile contro il ministero dell'Interno italiano e contro il "buonismo dell'accoglienza indiscriminata" del governo Renzi da parte della polizia francese.

In un documento esplosivo ad uso interno della "Gendarmerie" di Francia pubblicato oggi dall'autorevole quotidiano Le Monde, sta scritto: "I terroristi potrebbero arrivare a Parigi da Venezia o Milano con il treno delle 9:30'' La la polizia francese individua quindi una seria minaccia terroristica proprio nei cosiddetti "migranti" cari alla sinistra italiana al governo.

Per le forze dell'ordine d'Oltralpe, gli sbarcati giunti in Italia in massima parte dalla Libia in mano a bande di terroristi affiliate all'isis sono infiltati da fondamentalisti islamici molto pericolosi e quindi vanno immediatamente bloccati all'arrivo alla stazione di Parigi.

L'obbiettivo del documento interno della polizia francese è evidente: giustificare i controlli a tappeto di identita' alla Gare de Lyon, la grande stazione che collega Parigi all'Europa meridionale. In provenienza da Venezia o Milano - si legge nella nota interna della prefettura parigina che ha in questo modo ha giustificato diversi controlli il 24 aprile scorso - il treno potrebbe trasportare "un numero importante di stranieri in situazione irregolare".

La polizia precisa che "60-90 migranti" prendono quel treno ogni giorno, prima di spiegare che il pericolo non sono tanto i superstiti del Mediterraneo quanto piuttosto le loro potenziali frequentazioni passate.

Per la prefettura, il problema e' soprattutto legato al loro soggiorno in Libia: "I membri dello Stato islamico si sono gia' trovati in contatto con accampamenti precari di migranti sistemati in prossimita' delle coste", scrive la polizia.

E ancora: la "promiscuita' puo' durare diverse settimane o diversi mesi tra questi migranti indeboliti fisicamente e psicologicamente e i fondamentalisti islamici". E questo "puo' chiaramente favorire il proselitismo e la radicalizzazione", scrivono ancora gli agenti della polizia parigina, secondo cui tre nazionalita' sarebbero particolarmente permeabili al reclutamento: maliani, egiziani e tunisini. 

Ora, alla luce di questa evidentissima minaccia alla sicurezza nazionale, la Polizia francese non usa mezze misure: ogni extracomunitario fermato sui treni provenienti dall'Italia che non abbia un regolare permesso di soggiorno, viene fermato, schedato e respinto quindi in territorio italiano.

Il fatto è, però, che in Italia nessun organo di informazione ha ritenuto "interessante" ripubblicare l'importantissimo documento interno della polizia francese che grazie a uno scoop eccezionale è stato reso pubblico da Le Monde.

E chissà perchè...

Max Parisi


LE MONDE SVELA UN DOCUMENTO DELLA POLIZIA FRANCESE: ''TERRORISTI TRAVESTITI DA MIGRANTI IN ARRIVO A PARIGI DALL'ITALIA''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CARABINIERI SMANTELLANO DUE ORGANIZZAZIONI (ALGERINI E NIGERIANI): IMMIGRAZIONE CLANDESTINA DROGA SPACCIO PROSTITUZIONE

CARABINIERI SMANTELLANO DUE ORGANIZZAZIONI (ALGERINI E NIGERIANI): IMMIGRAZIONE CLANDESTINA DROGA

lunedì 10 dicembre 2018
Due organizzazioni criminali sono state smantellate dai carabinieri della Compagnia di Carbonia a conclusione di una vasta operazione, ribattezzata 'Arruga', contro l'immigrazione clandestina e lo
Continua
 
LA STRAGE DEL ''LANTERNA AZZURRA CLUB'' PROVOCATA DA UNA BANDA DI RAPINATORI? E' L'IPOTESI PRINCIPALE DEGLI INVESTIGATORI

LA STRAGE DEL ''LANTERNA AZZURRA CLUB'' PROVOCATA DA UNA BANDA DI RAPINATORI? E' L'IPOTESI

lunedì 10 dicembre 2018
Chi e' perche' ha scatenato il panico all'interno del locale, qual era la sostanza che ha reso l'aria irrespirabile, quante erano effettivamente le presenze all'interno della sala dove si sarebbe
Continua
L'ECONOMISTA FRANCESE JEAN PAUL FITOUSSI: ''EMMANUEL MACRON E' UN IMBECILLE. HO SBAGLIATO AD APPOGGIARLO ALLE ELEZIONI''

L'ECONOMISTA FRANCESE JEAN PAUL FITOUSSI: ''EMMANUEL MACRON E' UN IMBECILLE. HO SBAGLIATO AD

lunedì 10 dicembre 2018
PARIGI - L'economista francese Jean-Paul Fitoussi, non fatica a trovare in una intervista a "Il Fatto Quotidiano" pubblicata oggi un aggettivo per definire il presidente Emmanuel Macron: "Imbecille".
Continua
 
RICHIEDENTI ASILO NIGERIANI SPACCIATORI DI DROGA AVEVANO LA BASE DENTRO UN CENTRO ACCOGLIENZA DELLA CROCE ROSSA!

RICHIEDENTI ASILO NIGERIANI SPACCIATORI DI DROGA AVEVANO LA BASE DENTRO UN CENTRO ACCOGLIENZA DELLA

giovedì 6 dicembre 2018
LUCCA - Africani spacciavano, come nulla fosse, addirittura dentro una struttura della Croce Rossa. Gli agenti della questura di Lucca hanno effettuato questa mattina un'operazione contro lo spaccio
Continua
IL GOVERNO DIRA' BASTA ALLA ''OPERAZIONE SOPHIA'' (FIRMATA DA RENZI) L'INVASIONE E' FINITA E NON DEVE PIU' ACCADERE

IL GOVERNO DIRA' BASTA ALLA ''OPERAZIONE SOPHIA'' (FIRMATA DA RENZI) L'INVASIONE E' FINITA E NON

mercoledì 5 dicembre 2018
ROMA -  Il governo italiano è pronto a dare l'alt all'operazione Sophia. Il piano operativo lanciato dall'Unione europea all'indomani dei naufragi avvenuti nell'aprile 2015 con lo scopo
Continua
 
MACRON CEDE AI GILET GIALLI (6 MESI DI BLOCCO TASSE CARBURANTI) MA NON BASTA PIU': I FRANCESI VOGLIONO CHE SE NE VADA

MACRON CEDE AI GILET GIALLI (6 MESI DI BLOCCO TASSE CARBURANTI) MA NON BASTA PIU': I FRANCESI

martedì 4 dicembre 2018
PARIGI - Macron ha perso, ma i gilet gialli non hanno ancora vinto, dato che ormai chedono a viso aperto le dimissioni del presidente della Repubblica. Sei mesi di sospensione dell'aumento delle
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PARLAMENTO UE BOCCIA LA PROPOSTA CHE OBBLIGAVA GLI EURODEPUTATI A RENDERE CONTO PUBBLICAMENTE DEI RIMBORSI ''SPESE''

PARLAMENTO UE BOCCIA LA PROPOSTA CHE OBBLIGAVA GLI EURODEPUTATI A RENDERE CONTO PUBBLICAMENTE DEI
Continua

 
LA BULGARIA BLINDA LE FRONTIERE CONTRO L'IMMIGRAZIONE ISLAMICA. PRIMO MINISTRO BORISOV: NON VOGLIAMO L'ISLAMIZZAZIONE

LA BULGARIA BLINDA LE FRONTIERE CONTRO L'IMMIGRAZIONE ISLAMICA. PRIMO MINISTRO BORISOV: NON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!