44.286.336
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PUTIN RACCONTA PER LA PRIMA VOLTA LA STORIA DELLA SUA FAMIGLIA. DA LEGGERE, PER CAPIRE DI CHE PASTA E' FATTO QUEST'UOMO.

giovedì 30 aprile 2015

MOSCA - Il padre 'sabotatore' dell'Nkvd scampato ai nazisti respirando per ore con una canna immerso in una palude e poi ferito da una granata, la mamma ancora viva salvata dal marito mentre veniva trasportata con altri cadaveri per la sepoltura e il fratello maggiore morto di difterite a due anni in orfanotrofio: e' la tragedia della famiglia di Vladimir Putin durante l'assedio tedesco di Leningrado, cosi' come l'ha ricordata oggi con particolari inediti lo stesso leader del Cremlino in un raro articolo per la rivista Ruski Pionier (Il Pioniere russo).

Con una sottolineatura: la mia famiglia "non nutriva odio per il nemico, e' incredibile. Ad essere onesto, ancora non lo capisco completamente", confida, ricordando le parole della madre sui soldati tedeschi: "Erano gente comune e anche loro furono uccisi in guerra".

Il padre, che si chiamava come lui, faceva parte di un piccolo gruppo di sabotatori alle dipendenze dell'Nkvd, l'antenato del Kgb. Un giorno i tedeschi stavano dando loro la caccia in un bosco e il genitore del presidente russo si salvo' celandosi per ore in un canneto. "Mi racconto' che, quando riemerse nella palude e respiro' attraverso una canna, udi' i soldati tedeschi passare vicino, a pochi pochi passi da lui, e senti' i cani abbaiare", scrive Putin.

Successivamente, durante un'incursione dietro le linee naziste, incappo' con i compagni in un soldato tedesco che "li guardo' attentamente, prese una granata, poi un'altra e le lancio' contro di loro". Quando si risveglio' non poteva camminare e per raggiungere il suo gruppo doveva attraversare la Neva ghiacciata, esposta al fuoco nemico. Fu un suo vicino a salvarlo trasportandolo all'ospedale, dove i medici preferirono non estrarre i frammenti della granata per salvare la gamba, che pero' gli causo' un'invalidita' permanente.

Dopo l'operazione, il suo salvatore gli disse: "Tutto ok, ora tu vivrai e io andro' a morire". Sopravvissero entrambi, ma il padre di Putin lo incontro' casualmente - tra le lacrime - in un negozio, solo negli anni Sessanta, dopo averlo creduto morto.

Il fratello di Putin, invece, nacque durante la Seconda guerra mondiale e suo padre, per aiutarlo, passava segretamente la sua razione ospedaliera alla moglie. Ma quando comincio' a svenire in ospedale, dove era ricoverato per la ferita da granata, "i medici e le infermiere capirono cosa stava succedendo", ricorda Putin.

Le autorita' tolsero il bimbo alla famiglia e lo misero in un orfanotrofio. "Li' si ammalo'. Mia madre mi disse che fu per difterite e non sopravvisse. E non fu detto loro dove fu sepolto, mai". Putin l'ha saputo solo lo scorso anno: al cimitero Piskarevski di San Pietroburgo.

Terribile anche la storia della madre, anche se a lieto fine: quando rimase sola, col marito in ospedale e il figlioletto all'orfanotrofio, si ammalo'. I medici ad un certo punto la considerarono quasi morta e la trasportarono insieme ad altri cadaveri per seppellirla. Ma provvidenzialmente il marito torno' dall'ospedale proprio quel giorno e vide il corpo della moglie. "Si avvicino' e gli sembro' che respirasse. 'E' ancora viva!', disse ai medici", racconta Putin.

Essi insistettero che sarebbe morta di li' a poco ma il coniuge si rifiuto' di ascoltarli e li aggredi' con le sue stampelle. "Si prese cura di lei. E sopravvisse", scrive il leader del Cremlino. Entrambi i suoi genitori sono morti alla fine degli anni Novanta.

Redazione Milano


PUTIN RACCONTA PER LA PRIMA VOLTA LA STORIA DELLA SUA FAMIGLIA. DA LEGGERE, PER CAPIRE DI CHE PASTA E' FATTO QUEST'UOMO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

PUTIN   NAZISTI   RUSSI   FAMIGLIA   PADRE   MADRE FRATELLO   MOSCA   LENINGRADO   SECONDA   GUERRA   MONDIALE   FERITO   FRAMMENTI   MORTO   RUSSIA   NAZISTI   GERMANIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
FINITO IL PROCESSO A VERDINI (PIU' ALTRI 45 IMPUTATI) CON LE RICHIESTE DI CONDANNA: PER ''L'AMICO DI RENZI'' 11 ANNI

FINITO IL PROCESSO A VERDINI (PIU' ALTRI 45 IMPUTATI) CON LE RICHIESTE DI CONDANNA: PER ''L'AMICO

venerdì 24 febbraio 2017
Quarantacinque imputati, di cui 43 persone e 2 societa', 70 udienze e oltre 3.600 pagine processuali di impianto accusatorio. Sono alcuni dei numeri del processo per il crac dell'ex Credito
Continua
 
CHE SIATE NAZIONALISTI ECONOMICI, POPULISTI, CONSERVATORI, LIBERTARI, VOGLIAMO POTER CONTARE SU DI VOI (STEPHEN BANNON)

CHE SIATE NAZIONALISTI ECONOMICI, POPULISTI, CONSERVATORI, LIBERTARI, VOGLIAMO POTER CONTARE SU DI

venerdì 24 febbraio 2017
Stephen K. Bannon, capo della strategia della Casa Bianca ed esponente della "Destra alternativa" statunitense ("Alt-Right"), ritenuto il vero ispiratore di molte posizioni espresse dal presidente
Continua
TRUMP AFFERMA IL PRIMATO DELLA POLITICA - DEL POPOLO - SULLA BUROCRAZIA E I BANCHIERI. PER QUESTO FA TANTA PAURA ALLA UE

TRUMP AFFERMA IL PRIMATO DELLA POLITICA - DEL POPOLO - SULLA BUROCRAZIA E I BANCHIERI. PER QUESTO

giovedì 23 febbraio 2017
"Il presidente Trump riafferma il primato della politica sulla finanza". A dirlo in un'intervista con Labitalia Maurizio Primanni, ceo di Excellence Consulting, società di consulenza nel
Continua
 
SONDAGGIO BOMBA: MARINE LE PEN VITTORIOSA AL 1° TURNO DELLE PRESIDENZIALI (POTREBBE ANCHE DIVENTARE SUBITO PRESIDENTE)

SONDAGGIO BOMBA: MARINE LE PEN VITTORIOSA AL 1° TURNO DELLE PRESIDENZIALI (POTREBBE ANCHE

giovedì 23 febbraio 2017
PARIGI - Crescono del 2,5 per cento rispetto a inizio febbraio per il leader del partito Front National, Marine Le Pen, le possibilita' di vincere al primo turno le elezioni presidenziali
Continua
PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN EURO (QUESTO TEME LA UE)

PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN

mercoledì 22 febbraio 2017
Mentre si avvicinano le elezioni olandesi dove è molto probabile che il partito anti euro e anti Ue di Wilders, alleato di Salvini e della Le Pen, ottenga un risultato incoraggiante e quelle
Continua
 
COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA TROIKA IN ITALIA)

COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA

mercoledì 22 febbraio 2017
BRUXELLES - La Commissione europea oggi ha deciso nuovamente di avviare un monitoraggio approfondito nei confronti dell'Italia per i suoi squilibri macroeconomici eccessivi che potrebbero avere - a
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL GOVERNO UNGHERESE MANDA UN QUESTIONARIO SULL'IMMIGRAZIONE A CASA DEI CITTADINI PER SAPERE CHE NE PENSANO (DEMOCRAZIA)

IL GOVERNO UNGHERESE MANDA UN QUESTIONARIO SULL'IMMIGRAZIONE A CASA DEI CITTADINI PER SAPERE CHE NE
Continua

 
LIBERALI TEDESCHI (ALLEATI DELLA MERKEL): ''MEGLIO IL GREXIT DEL BREXIT, ANZI, LA GRECIA PRIMA SE NE VA MEGLIO E'''

LIBERALI TEDESCHI (ALLEATI DELLA MERKEL): ''MEGLIO IL GREXIT DEL BREXIT, ANZI, LA GRECIA PRIMA SE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!