54.084.047
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

VAROUFAKIS: ''NON FIRMEREMO MAI ACCORDI CON LA UE PER ALTRE RIFORME RECESSIVE'' E IL GREXIT S'AVVICINA.

venerdì 17 aprile 2015

Il tempo e i soldi della Grecia si stanno esaurendo. E' quanto affermato dal ministro greco delle Finanze Yanis Varoufakis a Washington, a margine del convegno annuale della Banca Mondiale e dell'Fmi. Ciononostante, i negoziati sul pagamento della prossima tranche di crediti per piu' di 7 miliardi di euro non fanno intravedere alcun avvicinamento tra la Grecia e i suoi creditori pubblici.

Il ministro greco ha piu' volte affermato che il nuovo governo di Atene non intende continuare a percorrere la via dell'austerita'. Svanisce quindi la speranza che all'incontro tra i ministri delle Finanze dell'eurozona della prossima settimana si arrivi ad un accordo.

Quest'anno la Grecia deve pagare al solo Fondo monetario internazionale 6,7 miliardi di euro: l'Fmi e il governo greco hanno per ora smentito qualunque richiesta formale o informale da parte di Atene per una dilazione del pagamento.

La distanza sempre maggiore tra il governo greco e i creditori della Ue, della Bce e dell'Fmi s'è mostrata con chiarezza soprattutto nei discorsi che il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble e il collega greco Varoufakis hanno tenuto l'uno dopo l'altro venerdi' pomeriggio a Washington, sottolinea il "Frankfurter Allgemeine Zeitung".

Mentre il politico greco ha affermato che la Grecia non e' disposta a prolungare il programma di austerita' degli ultimi anni, Schaeuble ha ricordato che gli aiuti finanziari dipenderanno unicamente dai concreti impegni riformatori di Atene.

"La decisione e' solo della Grecia", ha dichiarato Schaeuble: nessuno vuole costringere Atene al programma di aiuti, ma se la Grecia vuole ricevere la prossima tranche di crediti, "deve fare quello che e' stato concordato", ha affermato Schaeuble. Intanto l'economista capo della Banca Mondiale, Kaushik Basu, mette in guardia dalle conseguenze di un'ipotetica uscita della Grecia dall'eurozona.

"Una Grexit rappresenta un grande pericolo", ha dichiarato l'economista sessantatreenne. E' vero che gli europei con il fondo di salvataggio Esm hanno costruito un "solido muro di protezione" per i mercati finanziari ma, secondo Basu, il fattore piu' preoccupante sono le conseguenze politiche: "Ci sono due possibilita': o la Grecia crolla in una crisi profonda, situazione che avrebbe gravi conseguenze sugli Stati vicini. O Atene se la cavera' anche senza l'euro. In questo caso altri paesi indebitati non avrebbero piu' paura dell'uscita dall'euro e cercherebbero lo scontro con gli Stati creditori".

A vacillare, quindi, sarebbe l'intera impalcatura dell'eurozona, dimostrando ciò che da sempre sostengono non meno di sei premi Nobel per l'Economia, e cioè che l'euro è concettualmente ed economicamente sbagliato.

Redazione Milano.


VAROUFAKIS: ''NON FIRMEREMO MAI ACCORDI CON LA UE PER ALTRE RIFORME RECESSIVE'' E IL GREXIT S'AVVICINA.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GREXIT   GRECIA   EURO   FMI   BANCA MONDIALE   SCHAEUBLE   FAZ   FMI   BCE   PROGRAMMA   ATENE   VAROUFAKIS    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA FINLANDIA DI KATAINEN BUCO NERO DELL'EUROZONA PER DISOCCUPAZIONE, CROLLO DEL PIL, TAGLIO STIPENDI, AUMENTO TASSE

LA FINLANDIA DI KATAINEN BUCO NERO DELL'EUROZONA PER DISOCCUPAZIONE, CROLLO DEL PIL, TAGLIO

sabato 18 novembre 2017
Il “mitico” commissario della UE Katainen ha alzato per l’ennesima volta il ditino contro l’Italia colpevole di “non fare abbastanza” per abbattere il debito
Continua
 
MICIDIALE STRONCATURA DEI GOVERNI PD E DI RENZI DA PARTE DELLA STAMPA TEDESCA: HANNO SBAGLIATO TUTTO, IN QUESTI ANNI

MICIDIALE STRONCATURA DEI GOVERNI PD E DI RENZI DA PARTE DELLA STAMPA TEDESCA: HANNO SBAGLIATO

mercoledì 15 novembre 2017
BERLINO - L'Italia, vista dai quotidiani tedeschi, è un coacervo di questioni economiche e finanziarie incancrenite e minacciata da elezioni il cui risultato quasi certamente andrà di
Continua
CLAMOROSO: LE FORZE ARMATE TEDESCHE PREVEDONO CHE LA UE NON REGGERA' A LUNGO, DISSOLUZIONE ENTRO IL 2040

CLAMOROSO: LE FORZE ARMATE TEDESCHE PREVEDONO CHE LA UE NON REGGERA' A LUNGO, DISSOLUZIONE ENTRO IL

martedì 14 novembre 2017
LONDRA - I membri della nostra classe politica italiana al governo, ovvero il Pd e i suoi sodali, non fanno che ripetere fino alla nausea che il futuro dell'Italia e' all'interno della UE. Ma la UE
Continua
 
DUE MILIONI DI ITALIANI FUGGITI ALL'ESTERO PER CERCARE LAVORO E I GOVERNI PD HANNO PORTATO QUI MEZZO MILIONE DI AFRICANI

DUE MILIONI DI ITALIANI FUGGITI ALL'ESTERO PER CERCARE LAVORO E I GOVERNI PD HANNO PORTATO QUI

venerdì 10 novembre 2017
Altro che sola fuga di cervelli. C'è un nuovo ciclo di emigrazione italiana in corso, in larga misura frutto della crisi economica, che ha portato all'estero MILIONI di italiani di diverse
Continua
400.000 RISPARMIATORI HANNO PERSO TUTTO PER COLPA DELLE BANCHE DI AREA PD E RENZI FA IL PALADINO DEI ROVINATI (DA LUI!)

400.000 RISPARMIATORI HANNO PERSO TUTTO PER COLPA DELLE BANCHE DI AREA PD E RENZI FA IL PALADINO

giovedì 9 novembre 2017
Il fallimento elettorale del pd in Sicilia, del quale il “bomba” fiorentino ha incolpato tutti tranne che l’unico responsabile, ovvero sé stesso, è lo specchio del
Continua
 
IL PROSSIMO MINISTRO DEGLI ESTERI AUSTRIACO SARA' NORBERT HOFER! DESIGNAZIONE FATTA DAL VINCITORE DELLE ELEZIONI: KURZ

IL PROSSIMO MINISTRO DEGLI ESTERI AUSTRIACO SARA' NORBERT HOFER! DESIGNAZIONE FATTA DAL VINCITORE

mercoledì 8 novembre 2017
LONDRA - Continuano senza soste le trattative tra il People's Party di Sebastian Kurz e il Freedom Party di Heinz-Christian Strache per formare una coalizione di governo entro il prossimo mese di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
VANNO A RUBA TITOLI DI STATO SVIZZERI (A 10 ANNI) CON INTERESSI NEGATIVI SEGNALE FORTISSIMO DELLA BREVE DURATA DELL'EURO

VANNO A RUBA TITOLI DI STATO SVIZZERI (A 10 ANNI) CON INTERESSI NEGATIVI SEGNALE FORTISSIMO DELLA
Continua

 
IL 730 PRECOMPILATO INVECE DI SEMPLIFICARE, COMPLICA LA VITA AI CONTRIBUENTI (MA LA STAMPA AMICA DI RENZI TACE)

IL 730 PRECOMPILATO INVECE DI SEMPLIFICARE, COMPLICA LA VITA AI CONTRIBUENTI (MA LA STAMPA AMICA DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!