50.685.568
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UCRAINA DISTRUTTA DALL'AMICA UE: PIL 2015 -5,5%, TITOLI DI STATO DA DEFAULT, VALUTA CARTA STRACCIA (E AIUTI BLOCCATI)

martedì 14 aprile 2015

KIEV - In Ucraina la recessione e' peggiorata nel 2014, riflesso in gran parte dell'impatto economico del conflitto contro i separatisti filo-russi nei territori orientali del Paese, ma anche in una certa misura dall'altissimo tasso di corruzione e di evasione fiscale nel paese.

Dallo scorso ottobre le pressioni sulla Grivnia ucraina (la valuta locale) sono aumentate in modo significativo contribuendo a un calo delle riserve di valute estere e all'accelerazione dell'inflazione (i prezzi al consumo quest'anno sono visti al 33,5%). E non va scordato che buona parte delle riserve d'oro in lingotti dell'Ucraina ha preso il volo - letteralmente - per comparire all'estero.

Ma è nel 2015 che l'economia di Kiev dovrebbe toccare il fondo. E' quanto si legge nel World Economic Outlook (Weo), il rapporto sull'economia globale redatto nell'ambito degli Spring Meetings del Fondo monetario internazionale.

Stando alle tabelle del rapporto, il Pil quest'anno si contrarra' del 5,5%, dopo un terrificante -6,8% del 2014 (da allora i calcoli del Fondo escludono la penisola di Crimea, annessa alla Russia nel marzo 2014, e Sevastopol, la parte sudoccidentale della penisola stessa). La recessione è talmente profonda che è del tutto ininfluente il "miglioramento" dell'1,3%, dato che il crollo del Pil prosegue a velocità spaventosa (va ricordato che un crollo del Pil superiore al 3% annuo è da considerarsi anticipatore del default).

Va sottolineato inoltre che la precedente stime disponibile del Fondo risale all'ottobre 2014, quando veniva calcolato un Pil 2015 in aumento dell'1%. E questo rende l'idea della catastrofe dell'Ucraina di oggi.

Nel 2016 e' previsto dall'FMI il ritorno alla crescit, con un Pil in salita del 2%, ma questa previsione è un obbrobrio statistico: cosa dovrebbe accadere, in Ucraina, perchè il Pil passi da -5,5% a +2% in 8 mesi, quanti ne mancano al 2016? .

Va ricordato che Kiev gode - inoltre - di un nuovo programma di aiuti da 17,5 miliardi di dollari approvato l'11 marzo scorso da board del Fondo ma che come condizione di quel programma deve ristrutturare il debito per almeno 15,3 miliardi. E per ristrutturazione s'intende la cancellazione di fatto di questi debiti espressi in bond ucraini. Esattamente quanto chiesto anche dalla Grecia, ma sdegnosamente rifiutato dalla Troika Ue-Fmi-Bce. In questo caso ucraino, però, nonostante il silenzio ipocrita della Troika sulla "ristrutturazione", ben difficilmente andrà in porto per la contrarietà dei creditori, in massima pate banche europee con base a Londra. E quindi, anche il programma di aiuti da 17,5 miliardi di dollari rischia seriamente di rimanere lettera morta.

I negoziati con i creditori sono comunque in corso e dovranno per forza concludersi - qualunque sarà la loro fine  entro giugno, quando il Fondo dovrebbe tornare in Ucraina per la prossima revisione del programma di aiuti, che fino al momento attuale è bloccato.

L'Ucraina di fatto è uan nazione in bancarotta i cui default va ad aggiungersi ai gravissimi rischi provenienti dalla Grecia.

Redazione Milano


UCRAINA DISTRUTTA DALL'AMICA UE: PIL 2015 -5,5%, TITOLI DI STATO DA DEFAULT, VALUTA CARTA STRACCIA (E AIUTI BLOCCATI)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

UCRAINA   DEFAULT   KIEV   TITOLI DI STATO   GOVERNO   FMI   UE   BCE   TROIKA   GRECIA   BRUXELLES    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
 
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua
 
LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON VENGONO DIVULGATE)

LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON

lunedì 31 luglio 2017
LONDRA - E' passato poco piu' di un anno da quando i cittadini britannici hanno votato per uscire dalla UE e tutte le previsioni catastrofiche fatte all'indomani di questo storico referendum non si
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BRUXELLES VUOLE FAR ENTRARE NELLA UE UNO DEGLI STATI PIU' CORROTTI DEL PIANETA: LA MOLDAVIA (CON BANCHE SEMI-FALLITE)

BRUXELLES VUOLE FAR ENTRARE NELLA UE UNO DEGLI STATI PIU' CORROTTI DEL PIANETA: LA MOLDAVIA (CON
Continua

 
GOOGLE CORRE VERSO LO SCHIANTO IN EUROPA: ORA RISCHIA MULTA DA 5 MILIARDI E CAUSE PER DANNI DA DECINE DI MILIARDI

GOOGLE CORRE VERSO LO SCHIANTO IN EUROPA: ORA RISCHIA MULTA DA 5 MILIARDI E CAUSE PER DANNI DA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!