45.129.228
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BRUXELLES VUOLE FAR ENTRARE NELLA UE UNO DEGLI STATI PIU' CORROTTI DEL PIANETA: LA MOLDAVIA (CON BANCHE SEMI-FALLITE)

martedì 14 aprile 2015

LONDRA - Probabilmente nessuno ha sentito parlare del grosso scandalo che sta scuotendo la Moldavia, dove circa cinque mesi  fa sono spariti 18 miliardi di leu (circa 930 milioni di euro) da tre delle banche più importanti della nazione.

Tale ammanco e' venuto allo scoperto pochi giorni fa grazie a un'indagine della Banca centrale della Moldavia. In sostanza si è appreso che tre istituti, la Banca de Economii, Banca Sociala e Unibank, avevano concesso prestiti a una serie di destinatari che però si sono resi irreperibili.

Come e' facile immaginare questo buco milionario potrebbe destabilizzare l'intero sistema bancario della Moldavia, paese che lo scorso 27 giugno aveva sottoscritto uno storico accordo commerciale con Ucraina e Georgia sotto l'egida di Bruxelles, visto che l'ammanco in questione corrisponde al 15 per cento del PIL nazionale. Una perdita catastrofica che porterà il sistema bancario moldavo alla bancarotta, se non arriveranno fortissimi capitali stranieri in soccorso.

In passato il sindaco di Chisinau, Dorin Chirtoaca, aveva denunciato senza mezzi termini la corruzione in Moldavia, una nazione il cui governo ha scelto di seguire un faticoso cammino in direzione dell'Unione europea (così come già fatto dalla confinante Romania, che è anche già membro-UE a tutti gli effetti), mentre le elezioni politiche negli scorsi mesi hanno fatto emergere una chiara spaccatura, tra chi guarda a Bruxelles e punta ad una maggiore integrazione, e chi, invece, punta a una più ottimale integrazione con Mosca (vedi Transnistria e Gagauzia, ma anche Taraclia) sperando, soprattutto, per delle deroghe per le sanzioni adottate da Mosca in chiave anti-comunitaria.

Questa vicenda purtroppo interessa anche noi proprio perche' i parassiti di Bruxelles vogliono questo paese a tutti i costi nella UE e quindi le persone responsabili di questa truffa sicuramente proveranno ad agire ancora per rubare i fondi comunitari che arrivano direttamente dalle nostre tasche.

Naturalmente i burocrati di Bruxelles diranno che faranno di tutto per accertarsi che la Moldavia faccia le opportune riforme prima dell'Ingresso nella UE ma questo ovviamente non avverra' mai visto che gia' in passato paesi profondamente corrotti sono stati fatti entrare.

Semmai, tale scandalo dovrebbe servire a convincere gli italiani che la Moldavia deve rimanere fuori dalla UE e che l'Italia deve uscirne al piu' presto possibile.

Però, resta il fatto che se della tremenda situaizone della Moldavia non dovessimo scriverne noi, chi lo farebbe?

Semplice rispondere: nessuno.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


BRUXELLES VUOLE FAR ENTRARE NELLA UE UNO DEGLI STATI PIU' CORROTTI DEL PIANETA: LA MOLDAVIA (CON BANCHE SEMI-FALLITE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MOLDAVIA   CORRUZIONE   BANCHE   CHISINAU   BRUXELLES   UE   BANCA DE ECONOMII   BANCA SOCIALA   UNIBANK    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SCRIVE BLOOMBERG BUSINESS: ''LO STATO DELL'ECONOMIA CINESE DA' SEGNALI TERRORIZZANTI: ACCIAIO MERCI CANTIERI TUTTO FERMO''

SCRIVE BLOOMBERG BUSINESS: ''LO STATO DELL'ECONOMIA CINESE DA' SEGNALI TERRORIZZANTI: ACCIAIO MERCI
Continua

 
UCRAINA DISTRUTTA DALL'AMICA UE: PIL 2015 -5,5%, TITOLI DI STATO DA DEFAULT, VALUTA CARTA STRACCIA (E AIUTI BLOCCATI)

UCRAINA DISTRUTTA DALL'AMICA UE: PIL 2015 -5,5%, TITOLI DI STATO DA DEFAULT, VALUTA CARTA STRACCIA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!