42.268.138
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA GERMANIA ABBANDONA LA ZONA EURO PER LE ESPORTAZIONI (E ALLORA A CHE SERVE LA VALUTA UNICA EUROPEA?)

giovedì 2 aprile 2015

BERLINO - Il più forte segnale del declino dell'eurozona non arriva dagli stati notoriamente devastati dall'euro e dalle politiche recessive imposte dalla Ue ad esempio all'Italia, bensì dalla Germania. Ed è un segno indiscutibile del declino provocato dall'euro.

Infatti, per l'intero tessuto produttivo tedesco l'eurozona perde sempre piu' importanza, scrive il quotidiano "Handelsblatt".

Nel 2014, per rimanere ai dati più recenti, solo il 36,6 per cento del fatturato estero della Germania e' stato registrato nei paesi appartenenti all'unione monetaria, ha fatto sapere ieri l'ente di statistiche federale tedesco.

"Nel 2005 la quota era ancora del 44,7 per cento", sottolinea l'istituto, mentre nel 1993, anno di entrata in vigore del trattato di Maastricht, la quota era del 47,6 per cento.

Alla base del crollo c'e' la crisi economica da cui paesi come Francia, Italia e Spagna si stanno riprendendo "solo lentamente" espressione usata in modo eufemistico dal quotidiano Handelsblatt.

Contemporaneamente, stanno diventando sempre piu' importanti per l'export tedesco i paesi appartenenti all'Ue ma non all'unione monetaria, come ad esempio Gran Bretagna e Polonia: dal 2013 al 2014 la quota di export verso questi paesi e' cresciuta dal 20,1 al 21,4 per cento.

L'anno scorso gli esportatori tedeschi hanno venduto un quantitativo di merci pari a 1.133,5 miliardi di euro: il piu' alto fatturato di sempre.

Dal 1961 ad oggi la Francia e' stata il primo paese importatore per la Germania ma, secondo le previsioni della Camera di Commercio e Industria tedesca (Dihk), questo felice rapporto potrebbe cambiare presto, perche' Parigi non riesce a riprendersi dal ristagno economico. Nè può farlo, se deve "tagliare" anzichè investire come richiede l'ABC dell'economia che evidentemente è sconosciuto alle burocrazie parassitarie di Bruxelles.

Potrebbero essere gli Stati Uniti, quindi, a diventare il cliente numero uno della Germania: "gli Stati Uniti stanno crescendo molto piu' velocemente dei nostri vicini", ha dichiarato l'esperto di Dihk, Volker Treier: "nel 2015 le nostre esportazioni negli Usa potrebbero crescere dell'8,5 per cento". Per l'export verso la Francia, invece, si prevede poco e niente.

Nel 2014 le imprese tedesche hanno consegnato a Parigi merci per un totale di 102 miliardi di euro su un totale esportato di oltre 1.133 miliardi, solo 6 miliardi in piu' rispetto agli Usa, con tutti connessi problemi logistici di quest'ultimo tipo di export, data la notevole distanza da superare via nave o aereo.

Il paese d'oltreoceano potrebbe recuperare il distacco quest'anno, mentre dal 2018 anche Cina e Gran Bretagna potrebbero superare la Francia come cliente delle esportazioni tedesche, ha spiegato Dihk. 

In pratica, la Germania è sempre meno interessata alla zona euro. E allora l'euro a che serve, se non serve per facilitare e far crescere le economie che lo usano? A cosa serve, se l'export dentro l'eurozona non interessa più alla prima economia dell'eurozona?


LA GERMANIA ABBANDONA LA ZONA EURO PER LE ESPORTAZIONI (E ALLORA A CHE SERVE LA VALUTA UNICA EUROPEA?)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CONTINUA IL BOOM ECONOMICO BRITANNICO, INDICI DELLO SVILUPPO DELLE IMPRESE SALGONO COME MAI PRIMA D'ORA. E' BREXIT BOOM

CONTINUA IL BOOM ECONOMICO BRITANNICO, INDICI DELLO SVILUPPO DELLE IMPRESE SALGONO COME MAI PRIMA

mercoledì 7 dicembre 2016
LONDRA - La verità detta con tre parole è: mai così bene. A sentire i sostenitori della UE la vittoria del Brexit avrebbe causato alla Gran Bretagna poverta' e recessione ma
Continua
 
NAZIONALIZZARE, SALVARE E RIVENDERE MPS, CARIGE, BANCHE VENETE, BANCA ETRURIA & SORELLE E' UN GRANDE AFFARE PER L'ITALIA

NAZIONALIZZARE, SALVARE E RIVENDERE MPS, CARIGE, BANCHE VENETE, BANCA ETRURIA & SORELLE E' UN

martedì 6 dicembre 2016
Ricordate le previsioni degli analisti “qualificati” prima del referendum qualora avesse vinto  il NO? Crollo della borsa, spread alle stelle, siccità, carestia, morte dei
Continua
L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE ELETTORALE MAGGIORITARIA

L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE

lunedì 5 dicembre 2016
Abbiamo cercato al telefono Roberto Maroni, Governatore della Lombardia e figura di primissimo piano della Lega, per chiedergli qual è la sua idea, la sua proposta, per la nuova legge
Continua
 
DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL POTERE, DIMISSIONI BUFALA

DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL

lunedì 5 dicembre 2016
ROMA -  Da stentare a crederci, eppure è quanto rilanciano le agenzie:"Resta in campo e dara' battaglia. Di fatto questo referendum si e' trasformato in una vera e propria elezione
Continua
IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE SUE ORGANIZZAZIONI

IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE

lunedì 5 dicembre 2016
LONDRA - Alcuni mesi fa la Slovacchia ha attratto molte critiche per aver rifiutato di accettare rifugiati di religioni musulmane ma se qualcuno pensa che il governo abbia fatto dietrofront si
Continua
 
LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA COSTITUZIONE! CORAGGIO!

LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA

lunedì 5 dicembre 2016
E' l'alba di una nuova stagione per l'Italia. E non è l'inverno, che arriva. Noi di questo giornale abbiamo combattuto contro l'arroganza, l'ignoranza, e la stupidità di un ormai ex
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DOPO L'IRLANDA, IL BELGIO: A MIGLIAIA IN PIAZZA A BRUXELLES CONTRO IL GOVERNO CHE IMPONE TASSE E TAGLI VOLUTI DALLA UE

DOPO L'IRLANDA, IL BELGIO: A MIGLIAIA IN PIAZZA A BRUXELLES CONTRO IL GOVERNO CHE IMPONE TASSE E
Continua

 
LA UE FINANZIA GRUPPI ECOLOGISTI PER FAR LA GUERRA ALLA GRAN BRETAGNA PROVANDO A DANNEGGIARE L'EUROSCETTICO CAMERON

LA UE FINANZIA GRUPPI ECOLOGISTI PER FAR LA GUERRA ALLA GRAN BRETAGNA PROVANDO A DANNEGGIARE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »