44.129.444
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA GERMANIA ABBANDONA LA ZONA EURO PER LE ESPORTAZIONI (E ALLORA A CHE SERVE LA VALUTA UNICA EUROPEA?)

giovedì 2 aprile 2015

BERLINO - Il più forte segnale del declino dell'eurozona non arriva dagli stati notoriamente devastati dall'euro e dalle politiche recessive imposte dalla Ue ad esempio all'Italia, bensì dalla Germania. Ed è un segno indiscutibile del declino provocato dall'euro.

Infatti, per l'intero tessuto produttivo tedesco l'eurozona perde sempre piu' importanza, scrive il quotidiano "Handelsblatt".

Nel 2014, per rimanere ai dati più recenti, solo il 36,6 per cento del fatturato estero della Germania e' stato registrato nei paesi appartenenti all'unione monetaria, ha fatto sapere ieri l'ente di statistiche federale tedesco.

"Nel 2005 la quota era ancora del 44,7 per cento", sottolinea l'istituto, mentre nel 1993, anno di entrata in vigore del trattato di Maastricht, la quota era del 47,6 per cento.

Alla base del crollo c'e' la crisi economica da cui paesi come Francia, Italia e Spagna si stanno riprendendo "solo lentamente" espressione usata in modo eufemistico dal quotidiano Handelsblatt.

Contemporaneamente, stanno diventando sempre piu' importanti per l'export tedesco i paesi appartenenti all'Ue ma non all'unione monetaria, come ad esempio Gran Bretagna e Polonia: dal 2013 al 2014 la quota di export verso questi paesi e' cresciuta dal 20,1 al 21,4 per cento.

L'anno scorso gli esportatori tedeschi hanno venduto un quantitativo di merci pari a 1.133,5 miliardi di euro: il piu' alto fatturato di sempre.

Dal 1961 ad oggi la Francia e' stata il primo paese importatore per la Germania ma, secondo le previsioni della Camera di Commercio e Industria tedesca (Dihk), questo felice rapporto potrebbe cambiare presto, perche' Parigi non riesce a riprendersi dal ristagno economico. Nè può farlo, se deve "tagliare" anzichè investire come richiede l'ABC dell'economia che evidentemente è sconosciuto alle burocrazie parassitarie di Bruxelles.

Potrebbero essere gli Stati Uniti, quindi, a diventare il cliente numero uno della Germania: "gli Stati Uniti stanno crescendo molto piu' velocemente dei nostri vicini", ha dichiarato l'esperto di Dihk, Volker Treier: "nel 2015 le nostre esportazioni negli Usa potrebbero crescere dell'8,5 per cento". Per l'export verso la Francia, invece, si prevede poco e niente.

Nel 2014 le imprese tedesche hanno consegnato a Parigi merci per un totale di 102 miliardi di euro su un totale esportato di oltre 1.133 miliardi, solo 6 miliardi in piu' rispetto agli Usa, con tutti connessi problemi logistici di quest'ultimo tipo di export, data la notevole distanza da superare via nave o aereo.

Il paese d'oltreoceano potrebbe recuperare il distacco quest'anno, mentre dal 2018 anche Cina e Gran Bretagna potrebbero superare la Francia come cliente delle esportazioni tedesche, ha spiegato Dihk. 

In pratica, la Germania è sempre meno interessata alla zona euro. E allora l'euro a che serve, se non serve per facilitare e far crescere le economie che lo usano? A cosa serve, se l'export dentro l'eurozona non interessa più alla prima economia dell'eurozona?


LA GERMANIA ABBANDONA LA ZONA EURO PER LE ESPORTAZIONI (E ALLORA A CHE SERVE LA VALUTA UNICA EUROPEA?)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA DEI TASSISTI

MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA

lunedì 20 febbraio 2017
Qualcuno nel Pd non ci sta a sentirsi responsabile del pasticcio combinato dal governo sulla questione Uber: "In questi giorni la città è bloccata dai tassisti, ma non hanno torto loro:
Continua
 
LA STAMPA FRANCESE SCHIANTA IL JOBS ACT DI RENZI: ''HA INTRODOTTO I CONTRATTI-STAGE PER I GIOVANI, LI USANO GLI OVER 45''

LA STAMPA FRANCESE SCHIANTA IL JOBS ACT DI RENZI: ''HA INTRODOTTO I CONTRATTI-STAGE PER I GIOVANI,

lunedì 20 febbraio 2017
PARIGI - Se in Italia trovare lavoro fisso e' molto difficile, non e' cosi' per i contratti da stagista il cui numero e' letteralmente esploso: e' questo l'aspetto degli ultimi dati sul mercato del
Continua
INCHIESTA / FRANCIA: 82% CONTRO LA UE. GERMANIA: 81% HA PAURA DELLA UE. POLONIA E SVEZIA: 1° PERICOLO MIGRANTI ISLAMICI

INCHIESTA / FRANCIA: 82% CONTRO LA UE. GERMANIA: 81% HA PAURA DELLA UE. POLONIA E SVEZIA: 1°

lunedì 20 febbraio 2017
LONDRA - Che l'opposizione all'Unione Europea sia in crescita e' un dato di fatto riconosciuto anche dai parassiti di Bruxelles ma come stanno realmente le cose? Alcuni giorni fa il centro studi
Continua
 
INCHIESTA / ECCO I VERI DATI DI PIL E DISOCCUPAZIONE DEI PAESI DELL'EURO A CONFRONTO CON QUELLI EUROPEI SENZA EURO

INCHIESTA / ECCO I VERI DATI DI PIL E DISOCCUPAZIONE DEI PAESI DELL'EURO A CONFRONTO CON QUELLI

venerdì 17 febbraio 2017
I media di regime continuano a propagandare il mito che “fuori dall’euro c’è solo miseria, povertà disoccupazione”, unito al mantra che il Regno Unito sta
Continua
LA CIA SPIO' MARINE LE PEN SARKOZY HOLLANDE INTROMETTENDOSI NELLE ELEZIONI PRESIDENZIALI DEL 2012 SU ORDINE DI OBAMA

LA CIA SPIO' MARINE LE PEN SARKOZY HOLLANDE INTROMETTENDOSI NELLE ELEZIONI PRESIDENZIALI DEL 2012

venerdì 17 febbraio 2017
WASHINGTON - Tutti i principali partiti politici francesi sono stati spiati dalla Cia durante l'amministrazione Obama, nei sette mesi che hanno portato alle elezioni presidenziali del 2012. Lo ha
Continua
 
IL PD VUOLE ''STERMINARE'' I TAXISTI (CHE DA SEMPRE NON VOTANO PD). PER QUESTO, HA DATO DI FATTO IL VIA LIBERA A UBER.

IL PD VUOLE ''STERMINARE'' I TAXISTI (CHE DA SEMPRE NON VOTANO PD). PER QUESTO, HA DATO DI FATTO IL

giovedì 16 febbraio 2017
Monta la protesta dei taxisti contro il decreto Milleproroghe, che sospende per un altro anno l'efficacia di una serie di norme che dovrebbero regolamentare il servizio degli Ncc e contrastare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DOPO L'IRLANDA, IL BELGIO: A MIGLIAIA IN PIAZZA A BRUXELLES CONTRO IL GOVERNO CHE IMPONE TASSE E TAGLI VOLUTI DALLA UE

DOPO L'IRLANDA, IL BELGIO: A MIGLIAIA IN PIAZZA A BRUXELLES CONTRO IL GOVERNO CHE IMPONE TASSE E
Continua

 
LA UE FINANZIA GRUPPI ECOLOGISTI PER FAR LA GUERRA ALLA GRAN BRETAGNA PROVANDO A DANNEGGIARE L'EUROSCETTICO CAMERON

LA UE FINANZIA GRUPPI ECOLOGISTI PER FAR LA GUERRA ALLA GRAN BRETAGNA PROVANDO A DANNEGGIARE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SALVINI: REFERENDUM PER L'AUTONOMIA IN VENETO E LOMBARDIA IN AUTUNNO

20 febbraio - ''Autonomia tutta la vita, federalismo tutta la vita. Ci sarà il
Continua

SONDAGGI: IL NUOVO PARTITO SCISSIONISTA TRA L'8 E IL 10,5% (PD

20 febbraio - ROMA - Il nuovo partito scissionista che nascerebbe dal Pd potrebbe
Continua

CASCINA ACCOGLIENZA (DI MIGRANTI AFRICANI) NON ''ACCOGLIE'' VICE

20 febbraio - ''Su invito del sindaco di Cascina e in contemporanea alla visita della
Continua

ENRICO LETTA INTONA IL DE PROFUNDIS A RENZI: MAI AVREI PENSATO

20 febbraio - ''Mi viene spontaneo pensare che per i casi del calendario proprio tre
Continua

IL PD SI SPACCA IN DUE IN PARLAMENTO: STA PER NASCERE UN NUOVO

20 febbraio - ROMA - PARLAMENTO - ''Sono ancora capogruppo del Pd in commissione
Continua

AMAZON ANNUNCIA: 5.000 ASSUNZIONI IN GRAN BRETAGNA NEL 2017 (GRAZIE

20 febbraio - LONDRA - L'annuncio è ufficiale e arriva direttamente dai vertici della
Continua

ALTRO CASO DI MENINGITE A BOLZANO, MAI COSI' TANTI CASI IN PASSATO

17 febbraio - BOLZANO - In Alto Adige si e' verificato un altro caso di infezione da
Continua

SALVINI: ''BERLUSCONI SI CHIARISCA LE IDEE SU EURO, IMMIGRAZIONE,

17 febbraio - FIRENZE - ''E' Berlusconi che deve chiarirsi le idee sull'euro,
Continua

DOPPIA LEGNATA ELETTORALE IN ARRIVO PER I LABURISTI IL PROSSIMO 23

17 febbraio - LONDRA - Doppia legnata elettorale in arrivo per i Laburisti. I collegi
Continua
IL PRESIDENTE PD DELLA REGIONE ABRUZZO INDAGATO PER CORRUZIONE CON 15 ALTRI

IL PRESIDENTE PD DELLA REGIONE ABRUZZO INDAGATO PER CORRUZIONE CON

16 febbraio - L'AQUILA - Nell'ambito di un'inchiesta della procura della Repubblica
Continua
Precedenti »