50.035.431
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

RIVOLTA DI POPOLO IN IRLANDA CONTRO LA TASSA SULL'ACQUA: 40.000 IN PIAZZA, SCIOPERO DELLE BOLLETTE GOVERNO ''ALLARMATO''

lunedì 23 marzo 2015

LONDRA - Per trovare un precedente storico equivalente alla rivolta che sta scuotendo l'Irlanda bisogna tornare al 1800 quando i meridionali scesero in piazza contro la tassa sul macinato imposta dal governo del neonato regno italiano per pagare i debiti contratti dai Savoia per unire l'Italia.

Nello stesso modo in cui un secolo e mezzo fa si tasso' un bene primario come la farina, anche il governo irlandese sta tassando un bene primario come l'acqua e questo perche' i parassiti dell'Unione Europea hanno imposto  misure lacrime e sangue come contropartita per gli aiuti alle banche irlandesi responsabili di sconsiderate speculazioni finanziarie con quelle tedesche e francesi, aiuti ottenuti quando l'Irlanda appunto dovette affrontare una gravissima crisi finanziaria.

Ovviamente i cittadini irlandesi non accettano piu' di essere spremuti come limoni e sabato scorso sono scesi a protestare per le strade di Dublino chiedendo di abolire questa odiosa tassa e ritornare al sistema precedente quando i costi venivano coperti dalla tassazione generale e i servizi idrici venivano amministrati dalle autorita' locali.

Anche se non esistono cifre concordi riguardo il numero di manifestanti si calcola che almeno quarantamila persone (secondo gli organizzatori, 80 mila persone hanno protestato a Dublino, mentre secondo la televisione pubblica irlandese i partecipanti erano circa la metà) siano scese in piazza sabato scorso e molti di piu' si sono dichiarati pronti a non pagare questa tassa (equivalente a 160 euro per famiglia) al fine di convincere il governo ad abolirla. Ed in ogni caso, privarlo di questo ingiusto e vessatorio balzello.

Diversi partiti di opposizione – come lo Sinn Féin, il partito di centro-sinistra a lungo associato con l’IRA – e alcuni sindacati hanno appoggiato la manifestazione.

Per ora i dimostranti hanno ottenuto di non avere un contatore per ogni casa ma la lotta continua perche' il loro scopo non e' tanto quello di far sparire questa tassa infame, ma di far sparire tutte queste politiche di austerita' imposte dalla UE e sono pronti ad andare avanti fino a quando non otterranno cio' che vogliono.

Tale rivolta - totalmente ignorata dalla stampa italiana - sta creando problemi non solo al governo irlandese ma anche ai parassiti di Bruxelles tant'e' che tale notizia e' stata censurata pressocche' ovunque in Europa onde evitare che altri cittadini europei prendano esempio.

Da parte nostra continueremo a informare su ciò che sta succedendo in Iranda perche' crediamo che tali dimostrazioni possano finalmente distruggere l'Unione Europea e mandare a casa tutti coloro che ci hanno impoverito in questi anni. Ed è bello poterlo scrivere su un giornale libero come il nostro.

GIUSEPPE DE SANTIS


RIVOLTA DI POPOLO IN IRLANDA CONTRO LA TASSA SULL'ACQUA: 40.000 IN PIAZZA, SCIOPERO DELLE BOLLETTE GOVERNO ''ALLARMATO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

IRLANDA   RIVOLTA   SINN FEIN   ACQUA   MANIFESTAZIONE   TASSE   POPOLO   UE   BANCHE   CITTADINI   POTABILE   CONTATORE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DOVE ANDARE ALL'ESTERO DA PENSIONATI E VIVERE FELICI: CANADA, PORTOGALLO, CANARIE, BRASILE, SANTO DOMINGO (ZERO TASSE!)

DOVE ANDARE ALL'ESTERO DA PENSIONATI E VIVERE FELICI: CANADA, PORTOGALLO, CANARIE, BRASILE, SANTO

venerdì 28 luglio 2017
Mentre il ducaconte renziloni - al secolo Paolo Gentiloni, presidente del Consiglio targato Pd dell'Italia  - prende scoppole a destra ed a manca, soprattutto dal neopresidente francese, a
Continua
 
LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN LIBIA E GRANDI AFFARI

LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN

venerdì 28 luglio 2017
Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, riferiscono i quotidiani britannici "Financial Times", "The Guardian" e "The Telegraph", e' intervenuto per la prima volta nell'industria nazionalizzando
Continua
ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE PROFUGHI DA MIGRANTI''

ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE

giovedì 27 luglio 2017
PARIGI -  Certamente possiede una insospettata capacità diplomatica e lo ha dimostrato con il vertice di Parigi con il premier libico Fayez Serraj e il generale Khalifa Haftar, e
Continua
 
DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE SOPHIA AL 31.12.2018''

DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE

mercoledì 26 luglio 2017
BERLINO - La missione navale europea Sophia al largo della Libia continuera' fino alla fine del 2018. Lo hanno riferito al settimanale tedesco Der Spiegel fonti diplomatiche, secondo quali l'Italia
Continua
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il
Continua
 
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE''

martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL WALL STREET JOURNAL: ''UN ENORME FLUSSO DI CAPITALI E' IN USCITA DALL'EUROZONA VERSO STATI UNITI, DANIMARCA, SVIZZERA''

IL WALL STREET JOURNAL: ''UN ENORME FLUSSO DI CAPITALI E' IN USCITA DALL'EUROZONA VERSO STATI
Continua

 
AEREO PRECIPITATO, PREMIER VALLS: ''NON SI PUO' SCARTARE ALCUNA IPOTESI''. TESTIMONE: ''SEMBRAVA IL RUMORE DI UN CACCIA''

AEREO PRECIPITATO, PREMIER VALLS: ''NON SI PUO' SCARTARE ALCUNA IPOTESI''. TESTIMONE: ''SEMBRAVA IL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!