61.493.732
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL GIUBILEO PROCLAMATO A SORPRESA DA PAPA FRANCESCO E' IL BERSAGLIO PERFETTO PER TERRORISTI ISLAMICI (ALLARME GLOBALE)

giovedì 19 marzo 2015

L'attacco jihadista di Tunisi e' quello che, finora, ha piu' coinvolto l'Italia, sia per le vittime tra i nostri connazionali sia per la vicinanza geografica. E dunque, anche se il governo continua a considerare la Libia come la massima priorita', torna di nuovo l'allarme per eventuali attentati sul nostro territorio. Da questo punto di vista e' evidente che al centro delle attenzioni c'e' il Giubileo indetto a sorpresa da papa Francesco e che iniziera' l'8 dicembre.

Prima di allora l'Italia sara' alla ribalta anche per l'Expo di Milano. Da molti mesi il Viminale e le forze di sicurezza stanno monitorando la situazione a Roma, con particolare attenzione per San Pietro, i quartieri che la circondano e i luoghi simbolici della Capitale. Una blindatura e' impossibile come del resto in tutte le metropoli europee. Allo studio c'e' l'ipotesi di chiudere o limitare lo spazio aereo, come e' stato fatto per altri eventi straordinari.

Ma la questione, ripetono tutti, e' soprattutto di intelligence. Nel frattempo, appunto, occorre prepararsi per il Giubileo, e nella prima lista di cose da fare - che per motivi di tempo e di bilancio esclude le grandi opere - c'e' anche un lifting delle stazioni della metropolitana che comprende l'installazione di apparati di sorveglianza, oltre ai tornelli in uscita per i passeggeri. Anche come deterrenza. Cio' che per le autorita' italiane e' prioritario e' pero' conoscere qualche dettaglio in piu' sul programma dell'Anno Santo, a cominciare dagli spostamenti del Papa.

E qui le cose si complicano per tutt'altri motivi.

Tra Vaticano e governo italiano i rapporti sono cordiali ma non privilegiati, tenuti principalmente dal sottosegretario Graziano Delrio da una parte e da monsignor Rino Fisichella dall'altra. 

Fisichella era stato nominato da Benedetto XVI presidente del Consiglio per la Nuova Evangelizzazione: ha anche grandi doti di organizzatore (e per questo il Papa gli ha delegato le gestione operativa del Giubileo) ma sul piano teologico e' un po' distante da Francesco. Pochi giorni fa Fisichella ha criticato "le liti tra politici" per l'organizzazione della parte italiana dell'evento: a cominciare dalla nomina di un commissario governativo e di una struttura che inevitabilmente togliera' poteri al Comune di Roma.

Il governo invece, anche se nessuno lo ha detto, e' stato colto decisamente di sorpresa dall'annuncio di Francesco. Che, oltretutto, e' stato accompagnato da accenni dello stesso Bergoglio alla durata del suo pontificato, che potrebbe essere piu' breve del previsto. Per la verita' finora non c'e' stato neppure un feeling particolare tra Francesco e Matteo Renzi. Premesso che questo papa non ha una visione ne' italo-centrica, ne' romano-centrica, e questo ancora meno dei suoi predecessori, il premier fece visita al Papa il 23 dicembre, accompagnato dalla moglie Agnese, dai figli, dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni e da Delrio.

Tra qualche imbarazzo protocollare, Renzi dono' al Papa una confezione di vini toscani che sollevo' qualche curiosita'. Il Papa e' stato anche invitato a visitare l'Expo 2015, sia dal governo sia dal cardinale di Milano Angelo Scola. E ha gia' indirizzato un videomessaggio invitando a "non farne una celebrazione dell'abbondanza, ma a riflettere sulle iniquita'". Piu' di recente il Pontefice, ricevendo gli insegnanti cattolici degli istituti superiori, ha criticato i bassi stipendi dei docenti, proprio mentre il governo presentava la riforma della scuola.

Piu' politiche sono state giudicate le prese di posizione del cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale italiana, l'organismo dei vescovi. Bagnasco ha dichiarato che la ripresa economica "non si vede ancora nelle nostre parrocchie", pur non attaccando il Jobs Act (cosa che il governo temeva): "Se creera' o meno lavoro, lo vedremo alla prova dei fatti".

Poi ha puntato il dito contro gli scandali invitando "il popolo degli onesti" a "reagire senza deprimersi". La distanza tra Vaticano e Italia non e' certo una novita', ma la sensazione e' che si stia ampliando. Mentre sul Giubileo, per motivi di sicurezza e non solo, le autorita' italiane stanno cercando una maggiore collaborazione. Perchè sarebbe il bersglio perfetto per i terroristi islamici. E destabilizzerebbe non solo l'Italia, ma il mondo intero.

Redazione Milano.


IL GIUBILEO PROCLAMATO A SORPRESA DA PAPA FRANCESCO E' IL BERSAGLIO PERFETTO PER TERRORISTI ISLAMICI (ALLARME GLOBALE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ISIS   GIUBILEO   PAPA   FRANCESCO   ATTACCO   TERRORISMO   STRAGE   GOVERNO   RENZI  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua
IL GOVERNO SPAGNOLO GETTA LA MASCHERA E APPARE IL VOLTO DEL DITTATORE ''FRANCO'': ARRESTATI TUTTI I LEADER CATALANI

IL GOVERNO SPAGNOLO GETTA LA MASCHERA E APPARE IL VOLTO DEL DITTATORE ''FRANCO'': ARRESTATI TUTTI I

sabato 24 marzo 2018
MADRID  - Il governo spagnolo sta mostrando senza alcun dubbio un tratto sempre più antidemocratico  e contrario ai principi base della convivenza civile in Europa. Questa Spagna non
Continua
 
CANCELLIERE AUSTRIACO KURZ: ''E' ESSENZIALE CHE TUTTI I MIGRANTI SOCCORSI IN MARE SIANO RIMANDATI SUBITO IN AFRICA''

CANCELLIERE AUSTRIACO KURZ: ''E' ESSENZIALE CHE TUTTI I MIGRANTI SOCCORSI IN MARE SIANO RIMANDATI

lunedì 12 marzo 2018
Era evidente che la vittoria dei partiti nazionalisti in Austria avrebbe avuto una certa influenza in tutta l'Unione Europea e quindi non deve sorprendere se nei prossimi mesi il governo austriaco
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
QUELL'INCOMPETENTE DI RENZI VUOLE ''TAGLIARE'' UN CORPO DI POLIZIA E CHE DECIDE? LA FORESTALE, L'UNICO COL BILANCIO ATTIVO

QUELL'INCOMPETENTE DI RENZI VUOLE ''TAGLIARE'' UN CORPO DI POLIZIA E CHE DECIDE? LA FORESTALE,
Continua

 
SENTENZA STORICA DELLA CORTE COSTITUZIONALE (37/2015): DEFINITIVAMENTE NULLE LE CARTELLE EQUITALIA SENZA FIRMA DIRIGENTE

SENTENZA STORICA DELLA CORTE COSTITUZIONALE (37/2015): DEFINITIVAMENTE NULLE LE CARTELLE EQUITALIA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!