47.395.247
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BENYAMIN NETANYAHU TRIONFA ALLE ELEZIONI IN ISRAELE: IL LIKUD SBARAGLIA TUTTI, VASTA MAGGIORANZA DI DESTRA

mercoledì 18 marzo 2015

TEL AVIV - Con un successo smagliante, il leader del Likud Benyamin Netanyahu si e' aggiudicato la conferma alla carica di primo ministro, per la quarta volta. Cifre alla mano, e' adesso in grado di formare un governo omogeneo di destra con il sostegno di partiti nazionalisti e confessionali.

La vittoria del Likud non ha colto di sorpresa gli israeliani che hanno votato, ma solo gli interessati opinionisti (anche) italiani, ad iniziare dalle testate giornalistiche del Corriere della Sera e di Repubblica, che hanno continuato a divulgare sondaggi e interviste che non prevedevano in alcun modo la vittoria, anzi il trionfo, della destra nelle urne di Israele. E questo al dice lunga sull'onestà intellettuale della stampa italiana. Il Corriere pur di non arrendersi alla verutà dei fatti, oggi è riuscito - nell'edizione cartacea - a scrivere che era un "testa a testa" tra la sinistra e Netanyahu.

In definitiva il Likud invece ha ottenuto 29 dei 120 seggi della Knesset (che sono saliti a 30 con la conta dei voti dei soldati), mentre i rivali diretti di Campo Sionista (Isaac Herzog e Tzipi Livni) ne hanno conquistati solo 24.

Significativo il successo della Lista araba unita che ha ottenuto la cifra record di 14 seggi, ma restera' relagata all'opposizione. Nei primi commenti, in molti rendono omaggio alla capacita' di Netanyahu di recuperare negli ultimi due-tre giorni lo svantaggio che aveva di fronte a Herzog e ad aggiudicarsi un successo personale che "ha stupito il suo stesso partito", sempre secondo i commenti sfavorevoli al vincitore assoluto di queste elezioni, quando invece il Likud era profondamente convinto della vittoria.

In Campo Sionista, la formazione di sinistra sconfitta, immediate le prime autocritiche: in particolare, viene affermato, sembra essere stato un errore trasformare la campagna elettorale in una sorta di referendum sulla figura di Netanyahu. Ma più in generale, l'elettorato ha condannato la sinistra perchè la giudica incapace di affrontare la situazione reale di Israele e le minacce che incombono, ad iniziare dal terrorismo islamico.

Domani il presidente Reuven Rivlin ricevera' i dati definitivi dell'elezione e a norma di legge, come prevede la democrazia in Israele, affiderà al netto vincitore, a 'Bibi', l'incarico di formare il nuovo governo. Netanyahu desidera includere nel governo - secondo le prime indiscrezioni - Moshe Kahlon, il leader del partito Kulanu che si batte per l'emancipazione delle masse popolari e ha ottenuto 10 seggi.

Col suo sostegno il premier potrebbe formare una coalizione di maggioranza di 67-68 deputati con cui affronterebbe la nuova legislatura con pieno controllo del parlamento. Netanyahu raggiungerà dunque l'obiettivo fissato nel novembre scorso, quando a sorpresa aveva deciso di puntare alle elezioni anticipate per non essere piu' prigioniero di una coalizione indisciplinata e per lui "ingovernabile". 

Ebbene, c'è riuscito: il popolo di Israele lo ha premiato perchè lo faccia.

Max Parisi


BENYAMIN NETANYAHU TRIONFA ALLE ELEZIONI IN ISRAELE: IL LIKUD SBARAGLIA TUTTI, VASTA MAGGIORANZA DI DESTRA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

LIKUD   ISRAELE   VITTORIA   ELEZIONI   DEMOCRAZIA   SINISTRA   SCONFITTA   TEL AVIV   GERUSALEMME   LIBERTA'   VINCITORE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
BCE VUOLE CONDIZIONARE LE SCELTE POLITICHE DEI PAESI DELL'EURO A PARTIRE DALL'ITALIA (CHI LE DA' IL DIRITTO DI FARLO?)

BCE VUOLE CONDIZIONARE LE SCELTE POLITICHE DEI PAESI DELL'EURO A PARTIRE DALL'ITALIA (CHI LE DA' IL

mercoledì 24 maggio 2017
FRANCOFORTE - Ormai, la Bce si comporta non più come una banca, ma come fosse a capo della Ue con il diritto di veto e critica su stati, governi, elezioni. Questa sua invadenza ormai non ha
Continua
 
SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E' RIMASTO CONTRARIO

SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E'

giovedì 18 maggio 2017
LONDRA - E' passato quasi un anno da quando il 52% dei cittadini britannici ha votato per far uscire la Gran Bretagna dalla UE, ma sarebbe un grave errore pensare che molti si siano pentiti di aver
Continua
CROLLO POLITICO IN AUSTRIA: SI DIMETTE IL VICE CANCELLERE, CAPO DEL PARTITO POPOLARE E LA DESTRA (FPOE) E' PRIMO PARTITO

CROLLO POLITICO IN AUSTRIA: SI DIMETTE IL VICE CANCELLERE, CAPO DEL PARTITO POPOLARE E LA DESTRA

mercoledì 10 maggio 2017
VIENNA - Terremoto politico in Austria. Reinhold Mitterlehner ha annunciato oggi le sue dimissioni da vice cancelliere, ministro degli Esteri e leader del partito Popolare (OeVP). "Penso di averne
Continua
 
IL PIROETTONE DEL BISCHERO.

IL PIROETTONE DEL BISCHERO.

lunedì 8 maggio 2017
IL SALTO DELLA QUAGLIA. PRIMA:  "Un'ora e mezza di vertice all'Eliseo poi rientro a Roma in serata. Una cena "informale" con anche il primo ministro francese Manuel Valls. Quest'ultimo, al
Continua
HA VINTO MACRON, MA GOVERNERANNO I REPUBBLICANI, CENTRODESTRA (MENO PROBABILE L'ESTREMA SINISTRA). TUTTI, MENO CHE LUI.

HA VINTO MACRON, MA GOVERNERANNO I REPUBBLICANI, CENTRODESTRA (MENO PROBABILE L'ESTREMA SINISTRA).

lunedì 8 maggio 2017
PARIGI -  La sinistra francese, scrive il quotidiano "Le Monde", e' gia' scesa sul piede di guerra contro il neopresidente Macron: in diverse citta' in Francia sono scoppiati incidenti, ieri
Continua
 
I GENITORI DI MACRON DECISERO DI NON SPORGERE DENUNCIA CONTRO L'INSEGNANTE BRIGITTE TROGNEUX PER CORRUZIONE DI MINORE

I GENITORI DI MACRON DECISERO DI NON SPORGERE DENUNCIA CONTRO L'INSEGNANTE BRIGITTE TROGNEUX PER

venerdì 28 aprile 2017
Articolo apparso sul dailymail.co.uk "A 39 anni Emmanuel Macron sta ancora tentando di dimostrare che i suoi genitori avevano torto ad ostacolare la sua relazione con Brigitte, di 64 anni, sua
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'UNIONE EUROPEA HA SPESO 340 MILIONI DI EURO PER ''INIZIATIVE'' DI CONSULENTI ESTERNI, TUTTI EX FUNZIONARI UE (FARABUTTI)

L'UNIONE EUROPEA HA SPESO 340 MILIONI DI EURO PER ''INIZIATIVE'' DI CONSULENTI ESTERNI, TUTTI EX
Continua

 
MOSCOVICI SI ARRENDE: ''NON E' PIU' ESCLUSA L'USCITA (LA CACCIATA) DELLA GRECIA DALL'EURO'' (PREPARATIVI DI EURO CROLLO)

MOSCOVICI SI ARRENDE: ''NON E' PIU' ESCLUSA L'USCITA (LA CACCIATA) DELLA GRECIA DALL'EURO''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!


 
 

Warning: Unknown: write failed: No space left on device (28) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct (/var/lib/php5) in Unknown on line 0