45.107.234
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

WALL STREET JOURNAL, INCHIESTA BOMBA: ''GLI AFFARUCCI SPORCHI DEI CONIUGI CLINTON AD HAITI'' (HILLARY, CIAO CASA BIANCA)

lunedì 9 marzo 2015

NEW YORK - La fondazione per l'assistenza allo sviluppo dei coniugi Clinton e' sotto la lente di ingrandimento della stampa statunitense, dopo la rivelazione che proprio attraverso tale fondazione Hillary Clinton ha ricevuto donazioni da governi stranieri, come il Qatar, pur essendo chiara la sua intenzione di candidarsi alle prossime elezioni presidenziali per i Democratici.

Ieri il "Wall Street Journal" ha sganciato una nuova bomba contro i Clinton, esponendo gli intrecci quantomeno sospetti tra la Clinton Foundation, in prima linea negli sforzi di ricostruzione di Haiti dopo il devastante terremoto del 2010, e tante aziende e soggetti economici che al business della ricostruzione partecipano attivamente.

La compagnia di costruzioni brasiliana Oas e l'InterAmerican Development Bank (Idb), ad esempio, hanno donato all'organizzazione degli ex coniugi presidenziali statunitensi rispettivamente 1 e 5 milioni di dollari. Pochi mesi dopo la nomina di Hillary Clinton a segretario di Stato della prima amministrazione Obama, a fine 2009, il marito, l'ex presidente Bill, e' stato nominato inviato speciale dell'Onu ad Haiti, una posizione che gli ha dato un'enorme influenza sulle politiche di assistenza statunitensi al piccolo Stato insulare.

Dopo il terremoto del 2010, Bill Clinton e' stato nominato anche co-presidente della Haiti Recovery Commission, e il dipartimento di Stato Usa, ignorando qualunque considerazione relativa a potenziali conflitti di interessi, ha indirizzato qualunque soggetto economico intenzionato a partecipare alla ricostruzione proprio alla fondazione privata dell'ex presidente. Inevitabile, dunque, che "vantare le giuste relazioni con Bill sia piu' che importante, se l'obiettivo e' quello di beneficiare degli aiuti esteri stanziati dagli Stati Uniti per la ricostruzione di Haiti".

Cosi' non doveva essere per Mariela Antigata, specialista finanziaria giunta ad Haiti con un contratto triennale di consulenza per vigilare sull'integrita' delle procedure di concessione degli appalti, e licenziata dall'Idb dopo aver denunciato che i progetti della banca e delle fondazioni coinvolte nella ricostruzione puntavano a spendere fondi anziche' a conseguire risultati.

Tra i contratti denunciati da Antigata figuravano anche quelli per la costruzione di strade assegnati alla brasiliana Oas, che oggi e' coinvolta anche nello scandalo di corruzione della compagnia petrolifera Petrobras.

Il problema dei Clinton, conclude il quotidiano, e' che "ovunque si vada ad Haiti, i coniugi appaiono sotto forma di un enorme conflitto di interessi". Haiti "non trionfera' mai nella sua annosa lotta contro la corruzione, fino a quando il governo statunitense continuera' a conferire a un ex presidente Usa il potere di dispensare centinaia di milioni di dollari nell'assenza quasi totale di qualunque forma di controllo".

Redazione Milano


WALL STREET JOURNAL, INCHIESTA BOMBA: ''GLI AFFARUCCI SPORCHI DEI CONIUGI CLINTON AD HAITI'' (HILLARY, CIAO CASA BIANCA)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
DICHIARAZIONE ESPLOSIVA DEL GOVERNATORE DI BANKITALIA: ''IL 55% DEI RISPARMI DEGLI ITALIANI E' INVESTITO AD ALTO RISCHIO''

DICHIARAZIONE ESPLOSIVA DEL GOVERNATORE DI BANKITALIA: ''IL 55% DEI RISPARMI DEGLI ITALIANI E'

mercoledì 15 marzo 2017
Quando è il Governatore di una banca centrale a dichiararlo, c'è di che esserne molto - molto - preoccupati: "Fino a 25-30 anni fa le famiglie italiane investivano in strumenti
Continua
LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI E' CONTRO L'UNIONE''

LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI

martedì 14 marzo 2017
PARIGI - Il tema del rifiuto sempre più vasto e profondo da parte degli italiani nei confronti della Ue è assente dalla stampa nazionale, come fosse una questione marginale.
Continua
 
VISTO DA VICINO / GEERT WILDERS, L'UOMO CHE DOMANI POTREBBE SFERRARE IL COLPO DEL KO ALL'UNIONE EUROPEA

VISTO DA VICINO / GEERT WILDERS, L'UOMO CHE DOMANI POTREBBE SFERRARE IL COLPO DEL KO ALL'UNIONE

martedì 14 marzo 2017
AMSTERDAM - "Il mio idolo - ha detto in un'occasione - è Oriana Fallaci: capì il pericolo musulmano". Classe 1963, cattolico di formazione, nemico dell'immigrazione selvaggia, degli
Continua
ELEZIONI IN OLANDA MERCOLEDI' 15 MARZO: I NAZIONALISTI DI WILDERS IN TESTA NEI SONDAGGI (PANICO A BRUXELLES)

ELEZIONI IN OLANDA MERCOLEDI' 15 MARZO: I NAZIONALISTI DI WILDERS IN TESTA NEI SONDAGGI (PANICO A

lunedì 13 marzo 2017
AMSTERDAM - L'Olanda si prepara alle elezioni generali di mercoledì, 15 marzo. L'appuntamento elettorale avrà però un risvolto non solo nazionale: si tratta della prima sfida di
Continua
 
SONDAGGIO BOMBA IN OLANDA: IL 56% DEI CITTADINI OLANDESI CHE ANDRANNO A VOTARE IL 15 MARZO VUOLE USCIRE DALLA UE

SONDAGGIO BOMBA IN OLANDA: IL 56% DEI CITTADINI OLANDESI CHE ANDRANNO A VOTARE IL 15 MARZO VUOLE

lunedì 6 marzo 2017
LONDRA - Geert Wilders ha dichiarato che se diventa primo ministro fara' un referendum sulla permanenza dell'Olanda nella UE. Ma cosa ne pensano gli olandesi, in proposito? La posizione di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LE OLIGARCHIE DELLA UE RESPINGONO LE RIFORME PRESENTATE DALLA GRECIA, CHE RISPONDE: FAREMO REFERENDUM D'USCITA DALL'EURO

LE OLIGARCHIE DELLA UE RESPINGONO LE RIFORME PRESENTATE DALLA GRECIA, CHE RISPONDE: FAREMO
Continua

 
IRLANDA IN EBOLLIZIONE: PROTESTE DI PIAZZA CONTRO LA UE E LE FALSITA' CHE RACCONTA SULLA RIPRESA IRLANDESE CHE NON C'E'.

IRLANDA IN EBOLLIZIONE: PROTESTE DI PIAZZA CONTRO LA UE E LE FALSITA' CHE RACCONTA SULLA RIPRESA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!