43.423.201
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INTERVISTATA DAL FINANCIAL TIMES, MARINE LE PEN ESPONE IL SUO PROGRAMMA PER IL FUTURO DELLA FRANCIA (E DELL'EUROPA)

venerdì 6 marzo 2015

LONDRA - Intervistata dal "Financial Times", Marine Le Pen, leader del Fronte nazionale francese, espone la sua visione per il futuro della Francia, che per quanto radicale potrebbe divenire realta'.

Marine Le Pen auspica il crollo dell'Unione Europea e parla di nazionalizzare le banche; attribuisce agli Stati Uniti la responsabilita' di politiche pericolose e considera la Russia un alleato migliore; sogna la fine dell'immigrazione e ritiene che la Repubblica francese sia sotto l'attacco degli islamisti.

"E' il momento del Fronte", dichiara la leader politica, 46 anni, che, a due mesi di distanza dall'attentato terroristico contro il periodico satirico "Charlie Hebdo", viene data tra i possibili vincitori delle presidenziali del 2017; i sondaggi attribuiscono al suo partito il 33 per cento dei voti alle prossime amministrative, piu' dell'Ump e dei socialisti.

La crescente popolarita' di un movimento confinato per decenni nella frangia dell'estrema destra ha suscitato allarme in tutto lo spettro politico nazionale; il presidente Hollande ha definito l'ascesa dell'Fn "un fallimento collettivo".

Il successo invece e' da attribuire agli sforzi della leader, in carica dal 2011, di allargare la base elettorale, perfino rubando argomenti alla sinistra, ma anche al malessere economico che affligge il paese.

Per Marine Le Pen l'unica soluzione e' lasciare l'euro: "Ci e' stato detto che sarebbe catastrofico", afferma, ma in realta' ci sarebbero solo "molti problemi pratici": una moneta piu' debole darebbe una spinta alle esportazioni e il debito pubblico sarebbe convertito in franchi e resterebbe invariato; i benefici sarebbero maggiori anche se gli investitori chiedessero tassi di interesse piu' alti.

La leader ha preso le distanze dalle posizioni antisemite del padre e fondatore del partito, Jean-Marie: "Sono io la presidente del Fronte nazionale e lui il presidente onorario. Io decido la linea, non lui". Più chiaro di così.

La maggior parte della classe politica socialista e della destra "pro euro" considera il Fronte un partito xenofobo, ma questa critica non fa più presa sugli elettori, e i risultati delle urne lo confermano, basti pensare al clamoroso successo alle elezioni europee, dove il Front National ha battuto tutti.

E contro il jihadismo "domestico", Marine Le Pen propone la linea dura: tolleranza zero sugli attacchi alla laicita', obbligo di predicazione in francese nelle moschee, ritiro del passaporto per i jihadisti che combattono con organizzazioni terroristiche all'estero.

Il suo obiettivo, inoltre, e' una radicale svolta nella politica estera, col ripristino dei rapporti col regime siriano di Bashar al-Assad e la revisione delle relazioni col Qatar e la Turchia, che accusa di sostenere il terrorismo.

A suo parere gli Stati Uniti sono "la potenza piu' screditata" nel Medio Oriente e non possono essere visti come un partner nella lotta globale contro il jihadismo; l'Isis, invece, potrebbe essere sconfitto col coinvolgimento della Russia.

Marine le Pen e' convinta che anche sull'Ucraina Parigi abbia sbagliato, biasima l'Ue per aver provocato la crisi e gli Usa per aver incoraggiato la rottura con Mosca: "Respingere la Russia come stiamo stupidamente facendo vuol dire spingerla nelle braccia della Cina". Cosa che infatti sta accadendo.

Ora, rimane da vedere cosa accadrà alle elezioni amministrative di aprile. Se i sondaggi "tonanti" a favore del Front National dovessero essere confermati dai voti, molti commentatori politici d'Oltralpe già scrivono che per Hollande sarebbe difficilissimo continuare a restare all'Eliseo fino al 2017.

Redazione Milano


INTERVISTATA DAL FINANCIAL TIMES, MARINE LE PEN ESPONE IL SUO PROGRAMMA PER IL FUTURO DELLA FRANCIA (E DELL'EUROPA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MARINE LE PEN   IDEE   PROGRAMMA   EURO   UE   ELEZIONI   AMMINISTRATIVE   HOLLANDE   GOVERNO   ELISEO   FRONT NATIONAL    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

lunedì 23 gennaio 2017
Donald Trump? "Sono abbastanza ottimista, sembra un moderato". Vladimir Putin? "In politica estera e' quello che dice le cose piu' sensate". Dal settimanale francese Le Journal du Dimanche Beppe
Continua
 
SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO ALLONTANANDO (CASTA IMPERA)

SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO

lunedì 23 gennaio 2017
Mentre i giudici della Consulta preparano le loro toghe in vista della seduta di domani, nasce un  asse tra Lega e Movimento cinque stelle sulla legge elettorale. Tanto Beppe Grillo quanto
Continua
DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE DI AGIRE NEL PAESE

DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE

lunedì 23 gennaio 2017
LONDRA - Dopo Russia e Ungheria anche la Macedonia si appresta a vietare tutti gli enti non governativi finanziati da George Soros e a tale proposito e' stata lanciata l'operazione SOS, Stop
Continua
 
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CLAMOROSO / IL NEW YORK TIMES SI SCAGLIA CONTRO LE SANZIONI ALLA RUSSIA: ''DANNEGGIANO NOI E RAFFORZANO PUTIN'' (VERO!)

CLAMOROSO / IL NEW YORK TIMES SI SCAGLIA CONTRO LE SANZIONI ALLA RUSSIA: ''DANNEGGIANO NOI E
Continua

 
LA RUSSIA STA VALUTANDO LA CANCELLAZIONE DELL'EMBARGO AGROALIMENTARE ALLA GRECIA (APERTO MERCATO IMMENSO PER ATENE)

LA RUSSIA STA VALUTANDO LA CANCELLAZIONE DELL'EMBARGO AGROALIMENTARE ALLA GRECIA (APERTO MERCATO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!