50.724.434
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INTERVISTATA DAL FINANCIAL TIMES, MARINE LE PEN ESPONE IL SUO PROGRAMMA PER IL FUTURO DELLA FRANCIA (E DELL'EUROPA)

venerdì 6 marzo 2015

LONDRA - Intervistata dal "Financial Times", Marine Le Pen, leader del Fronte nazionale francese, espone la sua visione per il futuro della Francia, che per quanto radicale potrebbe divenire realta'.

Marine Le Pen auspica il crollo dell'Unione Europea e parla di nazionalizzare le banche; attribuisce agli Stati Uniti la responsabilita' di politiche pericolose e considera la Russia un alleato migliore; sogna la fine dell'immigrazione e ritiene che la Repubblica francese sia sotto l'attacco degli islamisti.

"E' il momento del Fronte", dichiara la leader politica, 46 anni, che, a due mesi di distanza dall'attentato terroristico contro il periodico satirico "Charlie Hebdo", viene data tra i possibili vincitori delle presidenziali del 2017; i sondaggi attribuiscono al suo partito il 33 per cento dei voti alle prossime amministrative, piu' dell'Ump e dei socialisti.

La crescente popolarita' di un movimento confinato per decenni nella frangia dell'estrema destra ha suscitato allarme in tutto lo spettro politico nazionale; il presidente Hollande ha definito l'ascesa dell'Fn "un fallimento collettivo".

Il successo invece e' da attribuire agli sforzi della leader, in carica dal 2011, di allargare la base elettorale, perfino rubando argomenti alla sinistra, ma anche al malessere economico che affligge il paese.

Per Marine Le Pen l'unica soluzione e' lasciare l'euro: "Ci e' stato detto che sarebbe catastrofico", afferma, ma in realta' ci sarebbero solo "molti problemi pratici": una moneta piu' debole darebbe una spinta alle esportazioni e il debito pubblico sarebbe convertito in franchi e resterebbe invariato; i benefici sarebbero maggiori anche se gli investitori chiedessero tassi di interesse piu' alti.

La leader ha preso le distanze dalle posizioni antisemite del padre e fondatore del partito, Jean-Marie: "Sono io la presidente del Fronte nazionale e lui il presidente onorario. Io decido la linea, non lui". Più chiaro di così.

La maggior parte della classe politica socialista e della destra "pro euro" considera il Fronte un partito xenofobo, ma questa critica non fa più presa sugli elettori, e i risultati delle urne lo confermano, basti pensare al clamoroso successo alle elezioni europee, dove il Front National ha battuto tutti.

E contro il jihadismo "domestico", Marine Le Pen propone la linea dura: tolleranza zero sugli attacchi alla laicita', obbligo di predicazione in francese nelle moschee, ritiro del passaporto per i jihadisti che combattono con organizzazioni terroristiche all'estero.

Il suo obiettivo, inoltre, e' una radicale svolta nella politica estera, col ripristino dei rapporti col regime siriano di Bashar al-Assad e la revisione delle relazioni col Qatar e la Turchia, che accusa di sostenere il terrorismo.

A suo parere gli Stati Uniti sono "la potenza piu' screditata" nel Medio Oriente e non possono essere visti come un partner nella lotta globale contro il jihadismo; l'Isis, invece, potrebbe essere sconfitto col coinvolgimento della Russia.

Marine le Pen e' convinta che anche sull'Ucraina Parigi abbia sbagliato, biasima l'Ue per aver provocato la crisi e gli Usa per aver incoraggiato la rottura con Mosca: "Respingere la Russia come stiamo stupidamente facendo vuol dire spingerla nelle braccia della Cina". Cosa che infatti sta accadendo.

Ora, rimane da vedere cosa accadrà alle elezioni amministrative di aprile. Se i sondaggi "tonanti" a favore del Front National dovessero essere confermati dai voti, molti commentatori politici d'Oltralpe già scrivono che per Hollande sarebbe difficilissimo continuare a restare all'Eliseo fino al 2017.

Redazione Milano


INTERVISTATA DAL FINANCIAL TIMES, MARINE LE PEN ESPONE IL SUO PROGRAMMA PER IL FUTURO DELLA FRANCIA (E DELL'EUROPA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MARINE LE PEN   IDEE   PROGRAMMA   EURO   UE   ELEZIONI   AMMINISTRATIVE   HOLLANDE   GOVERNO   ELISEO   FRONT NATIONAL    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CLAMOROSO / IL NEW YORK TIMES SI SCAGLIA CONTRO LE SANZIONI ALLA RUSSIA: ''DANNEGGIANO NOI E RAFFORZANO PUTIN'' (VERO!)

CLAMOROSO / IL NEW YORK TIMES SI SCAGLIA CONTRO LE SANZIONI ALLA RUSSIA: ''DANNEGGIANO NOI E
Continua

 
LA RUSSIA STA VALUTANDO LA CANCELLAZIONE DELL'EMBARGO AGROALIMENTARE ALLA GRECIA (APERTO MERCATO IMMENSO PER ATENE)

LA RUSSIA STA VALUTANDO LA CANCELLAZIONE DELL'EMBARGO AGROALIMENTARE ALLA GRECIA (APERTO MERCATO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!