39.855.952
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

EMERGE LA REGINA DELLE PORCATE FATTE DA MONTI: PAGO' 2,5 MILIARDI DI EURO AI BANKSTERS MORGAN STANLEY INVECE DI OPPORSI

lunedì 2 marzo 2015

TRANI - C'e' un nuovo "forte elemento indiziario" contro Standard & Poor's nel processo per manipolazione del mercato in corso a Trani. E' - secondo la procura - il pagamento di 2,5 miliardi di euro disposto "senza battere ciglio" dal Ministero dell'Economia italiano a Morgan Stanley dopo il declassamento del rating italiano (da A a BBB+) deciso "illegittimamente e dolosamente" da S&P nel 2011 "al solo fine di danneggiare l'Italia".

Il pagamento era previsto da una clausola del contratto di finanziamento tra il Mef e la banca d'affari americana. Cosa c'e' di strano? Apparentemente nulla, se non un particolare che la Consob ha comunicato alla procura di Trani: Morgan Stanley e' tra gli azionisti di Mc Graw Hill, il colosso che controlla Standard & Poor's.

I nuovi particolari emergono dalle indagini integrative svolte dal pm Michele Ruggiero dopo la conclusione dell'inchiesta che ha portato al rinvio a giudizio di S&P e di cinque tra manager e analisti dell'agenzia internazionale di rating: l'ex presidente mondiale Deven Sharma, il responsabile per l'Europa Yann Le Pallec, e i tre analisti senior del debito sovrano che firmarono i report sull'Italia, Eileen Zhang, Franklin Crawford Gill e Moritz Kraemer.

Gli atti sono stati depositati al Tribunale dinanzi al quale il 5 marzo riprendera' con le eccezioni preliminari il processo a S&P al quale hanno chiesto di costituirsi parte civile le associazioni dei consumatori e partecipano come persone offese Bankitalia e Consob.

Assente invece il Mef.

"Adesso capiamo - ironizza Renato Brunetta (Fi) su Twitter - perche' Palazzo Chigi e Ministero dell'Economia non si sono costituiti parte civile".

La tesi degli inquirenti tranesi che trapela dai nuovi atti e' che, di fatto, qualcuno con il downgrade del debito italiano ha guadagnato 2,5 miliardi di euro.

Dalle carte emerge che, a partire dagli anni Novanta, ci furono contratti di finanziamento tra il Mef e banche d'affari statunitensi nei quali c'erano clausole bilaterali nelle quali si diceva che in qualsiasi momento i contratti potevano essere chiusi e sarebbe stato liquidato l'attivo alla parte cui spettava.

Con Morgan Stanley, invece, la clausola era unilaterale.

Poteva essere esercitata - secondo l'accusa - solo dalla banca al verificarsi di due condizioni: il declassamento dell'Italia e se vi fosse stata un'esposizione elevata verso il nostro Paese (se la banca cioe' avesse avuto in portafoglio molti titoli italiani).

Di fatto - ragionano gli inquirenti - appena viene declassata l'Italia nel settembre 2011, Morgan Stanley recede dal contratto e chiede al Mef la liquidazione dell'attivo in suo favore per circa tre miliardi di euro, ottenendone 500 mila in meno.

Il Ministero dell'Economia e Finanza, pur sapendo che c'era un procedimento penale in corso a Trani che dubitava della legittimita' della condotta delle agenzie di rating, paga "senza battere ciglio". E all'epoca del pagamento ministro ad interim era Mario Monti.

Per il pm Ruggiero, il fatto che S&P e' legata a livello azionario a Morgan Stanley, che la banca ci ha guadagnato 2,5 miliardi e che il Ministero dell'Economia e Finanza, pur potendo tergiversare nel pagamento non lo ha fatto, sono elementi che rafforzano la tesi del "dolo puro manipolativo" contestato alla societa' di rating.

Agli atti - a quanto si apprende - c'e' anche un particolare: quando il Mef liquido' nel 2011 i 2,5 miliardi a Morgan Stanley, ai vertici della banca Usa c'era Domenico Siniscalco, prima ex direttore generale del Tesoro e poi ministro dell'Economia italiano. E chi fu il presidente del Consiglio che autorizzò il pagamento? Lo ripetiamo: Mario Monti. Che fece perdere all'Italia 2,5 miliardi di euro regalandoli alla banca d'affari americana.

A fronte di queste allucinanti notizie giudiziarie, le associazioni Adusbef e Federconsumatori "stanno studiando ulteriori denunce penali" nei confronti del ministero dell'Economia e delle Finanze, il cui comportamento viene definito "scandaloso" in relazione a quanto emerso dalle indagini della Procura di Trani su alcune agenzie di rating, coinvolte in un processo.

Lo rendono noto in un comunicato congiunto i presidenti delle due associazioni, Elio Lannutti (Adusbef) e Rosario Trefiletti (Federconsumatori). Il riferimento e' alla circostanza, emersa dalle indagini della Procura, del pagamento di 2,5 miliardi di euro disposto "senza battere ciglio" dal ministero dell'Economia italiano alla banca d'affari americana Morgan Stanley dopo il declassamento del rating italiano (da A a BBB+) deciso "illegittimamente e dolosamente" da S&P nel 2011 "al solo fine di danneggiare l'Italia".

Redazione Milano


EMERGE LA REGINA DELLE PORCATE FATTE DA MONTI: PAGO' 2,5 MILIARDI DI EURO AI BANKSTERS MORGAN STANLEY INVECE DI OPPORSI




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
COMMISSIONE UE PERMETTERA' ADDITIVI CANCEROGENI MA 140.000 IN EUROPA HANNO FIRMATO PETIZIONE CONTRO (SILENZIO IN ITALIA)

COMMISSIONE UE PERMETTERA' ADDITIVI CANCEROGENI MA 140.000 IN EUROPA HANNO FIRMATO PETIZIONE CONTRO

giovedì 29 settembre 2016
LONDRA - Probabilmente nessuno e' al corrente del fatto che 140mila persone hanno sottoscritto una petizione per impedire che la UE approvi degli additivi cancerogeni e la cosa non deve sorprendere
Continua
 
LE FIGARO: RENZI PREPARA UN FINANZIARIA ELETTORALE PER PROVARE A VINCERE IL REFERENDUM, SAPENDO CHE LA UE LA BOCCERA'

LE FIGARO: RENZI PREPARA UN FINANZIARIA ELETTORALE PER PROVARE A VINCERE IL REFERENDUM, SAPENDO CHE

giovedì 29 settembre 2016
PARIGI - Ormai, per sapere che accade in Italia, sul versante del governo, della politiica, della finanza pubblica e dello stato - soprattutto - dei conti pubblici, l'unica possibilità che
Continua
OBAMA SCONFITTO: CADE IL SUO ''VETO'' A INTENTARE CAUSA ALL'ARABIA SAUDITA DA PARTE DEI PARENTI DELLE VITTIME DELL'11/9

OBAMA SCONFITTO: CADE IL SUO ''VETO'' A INTENTARE CAUSA ALL'ARABIA SAUDITA DA PARTE DEI PARENTI

giovedì 29 settembre 2016
WASHINGTON - La sconfitta più grave per Obama arriva al crepuscolo della sua presidenza e getta una lunga ombra negativa su tutto il partito democratico, inclusa la candidata Clinton. Il
Continua
 
TRAMONTO DELL'EURO: ANCHE ''L'ULTIMO GIAPPONESE'' ZINGALES S'ARRENDE: ''TORNI LA LIRA, SE NON C'E' POLITICA FISCALE COMUNE''

TRAMONTO DELL'EURO: ANCHE ''L'ULTIMO GIAPPONESE'' ZINGALES S'ARRENDE: ''TORNI LA LIRA, SE NON C'E'

mercoledì 28 settembre 2016
"O introduciamo una politica fiscale comune che aiuti i paesi in difficoltà o dobbiamo recuperare la nostra flessibilità di cambio”, ovvero dobbiamo tornare alla lira. Parole di
Continua
SARKOZY FINANZIATO DA GHEDDAFI PER DIVENTARE PRESIDENTE:TROVATI DOCUMENTI CHE PROVANO VERSAMENTI PER 6,5 MILIONI DI EURO

SARKOZY FINANZIATO DA GHEDDAFI PER DIVENTARE PRESIDENTE:TROVATI DOCUMENTI CHE PROVANO VERSAMENTI

mercoledì 28 settembre 2016
PARIGI - Nuovo duro colpo all'ex presidente francese Nicolas Sarkozy, che attualmente guida il principale partito di opposizione I Repubblicani (Lr, ex Ump) e che si e' candidato alle primarie con
Continua
 
WALL STREET JOURNAL: IL GOVERNO ITALIANO S'E' AFFIDATO A UN IMPROBABILE SALVATORE PER LE BANCHE PERICOLANTI: J.P.MORGAN

WALL STREET JOURNAL: IL GOVERNO ITALIANO S'E' AFFIDATO A UN IMPROBABILE SALVATORE PER LE BANCHE

mercoledì 28 settembre 2016
NEW YORK - Il governo Renzi si è "affidato" a una delle tre più potenti banche d'affari degli Stati Uniti e del mondo per provare a salvare dal crack Mps e le altre banche italiane
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA CONSOB ''ACCENDE IL FARO'' SULLE BANCHE POPOLARI PER INSIDER TRADING, NEL MIRINO QUELLA DEL PADRE DELLA MINISTRA BOSCHI

LA CONSOB ''ACCENDE IL FARO'' SULLE BANCHE POPOLARI PER INSIDER TRADING, NEL MIRINO QUELLA DEL
Continua

 
PER AMANDA KNOX IN OGNI CASO NIENTE ESTRADIZIONE: LA LEGGE USA VIETA UN SECONDO PROCESSO SE L'IMPUTATO E' STATO ASSOLTO

PER AMANDA KNOX IN OGNI CASO NIENTE ESTRADIZIONE: LA LEGGE USA VIETA UN SECONDO PROCESSO SE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

DEUTSCHE BANK SFONDA AL RIBASSO IL MURO DEL 10 EURO PER AZIONE, MAI

30 settembre - FRANCOFORTE - Peggiora di minuto in minuto la situazione della prima
Continua

DEUTSCHE BANK STA PORTANDO NELL'ABISSO LE BANCHE ITALIANE, GIA'

30 settembre - Piazza Affari amplia ulteriormente il proprio ribasso (Ftse Mib -2,3%)
Continua

SONDAGGIO: SALGONO LEGA M5S E PD SCENDE FORZA ITALIA

30 settembre - In salita tutti i principali partiti nelle intenzioni di voto
Continua

CROLLO GENERALE DELLE BORSE EUROZONA (MILANO - 2,49%) DEUTSCHE BANK

30 settembre - MILANO - BORSA - Ha tutte le caratteristiche per diventare il tenuto
Continua

IL COMUNE DI ROMA CHIEDE 600.000 EURO DI DANNI ALL'EX SINDACO

29 settembre - Centomila euro per il danno funzionale e altri 500 mila per il danno di
Continua

AMMIRAGLIO GIRARDELLI: VA REPLICATO IN LIBIA IL ''MODELLO'' TUNISIA

29 settembre - Per risolvere il problema delle partenze di migranti dalla Libia, devono
Continua

GOVERNO TEDESCO PREPARA IL PIANO DI SALVATAGGIO PER DEUTSCHE BANK

28 settembre - Il governo tedesco e le autorita' di vigilanza finanziaria stanno
Continua

CALDEROLI: ''L'INTERVISTA DI DE BENEDETTI E' L'AVVISO DI SFRATTO A

28 settembre - ''Se uno dei 'poteri forti' per eccellenza del nostro Paese come De
Continua

SALVINI: ''SE LA UE E' QUELLA DELLA BOLKESTEIN, MEGLIO SOLI''

28 settembre - ''Se l'Unione Europea e' quella della Bolkestein allora io dico 'meglio
Continua

CONTINUA A PRECIPITARE DEUTSCHE BANK: OGGI PERDE IL 3,13% (IERI IL

27 settembre - FRANCOFORTE - Non si arresta la caduta di Deutsche Bank, che stabilisce
Continua

ANCHE RENZI PRONTO A ''SBLOCCARE'' I LAVORI (QUALI?) PER IL PONTE

27 settembre - ''Se siete in condizione di portare le carte, noi lo sblocchiamo''.
Continua

BOMBA ESPLODE NELLA NOTTE DAVANTI ALLA MOSCHEA DI DRESDA. NESSUN

27 settembre - BERLINO - Due ordigni artigianali sono esplosi davanti a una moschea e
Continua

SI VOTERA' IL 4 DICEMBRE PER IL REFERENDUM COSTITUZIONALE (DELLA

26 settembre - ROMA - Alla fine, il governo Renzi si è deciso: il referendum
Continua

+++DRAGHI: RISCHIO DESTABILIZZAZIONE DELL'EURO+++

26 settembre - ''Per ristabilire la fiducia tra le nazioni e i popoli e' importante che
Continua

ALFANO: FINITI SOLDI PER PAGARE ACCOGLIENZA MIGRANTI? DITELO A

26 settembre - ROMA - ''Occorre reperire le risorse per pagare i nostri creditori, ma
Continua

SARKOZY: ''DESIDERO LA VITTORIA DI HILLARY CLINTON'' (MARINE LE PEN

26 settembre - PARIGI - L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy, candidato alle
Continua

SALVINI: ''83% DEGLI ITALIANI VUOLE CONTROLLO DELLE FRONTIERE, 48%

26 settembre - ''Secondo un sondaggio pubblicato da 'La Repubblica' (giornale non certo
Continua

SONDAGGIO: CALANO PD M5S E LEGA, TRA I LEADER STEFANO PARISI BATTE

23 settembre - Il classico sondaggio del venerdì sulle forze politiche italiane e i
Continua

FRANCIA: PIL 2° TRIMESTRE COL SEGNO MENO, LA BCE HA FALLITO LE

23 settembre - PARIGI - Altro che ripresa economica e ''moderata la costante crescita
Continua

LA RAGGI: NO ALLE OLIMPIADI DEL MATTONE, STIAMO ANCORA PAGANDO

21 settembre - ROMA - Virginia Raggi spiega il No alla candidatura delle Olimpiadi
Continua
Precedenti »