50.712.673
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL LEGA-DAY DI IERI A ROMA E' STATO UN SUCCESSO PERCHE' FINALMENTE S'E' SALDATO IN PIAZZA IL FRONTE DELLE DESTRE

sabato 28 febbraio 2015

ROMA - Alla fine la Lega di Salvini ce l'ha fatta: ha riempito Piazza del Popolo a Roma e il "capitano" ha tenuto il comizio annunciato.

Un "vaffa" a Matteo Renzi, uno ad Angelino Alfano, uno all'ex ministro Elsa Fornero ed un grande striscione con la scritta "Berlusconi politicamente morto, meglio soli". E' stato, ieri, il giorno della grande manifestazione della Lega Nord a Roma ("Renzi a casa") e della sfida di Matteo Salvini al premier definito "servo sciocco di Bruxelles".

Il segretario del Carroccio e' stato galvanizzato dalle immagini di piazza del Popolo gremita e con centinaia di bandiere leghiste, una prova di forza muscolare che lo proietta alla conquista del centrodestra. Ad accoglierlo non ci sono solo militanti della Lega, giunti a Roma con i pullman organizzati dal partito, ma anche simpatizzanti arrivati dal Centro e dal Sud Italia.

A loro sembra rivolto il mega striscione che campeggia in alto sulla piazza: "Berlusconi politicamente morto". Insomma, una sorta di Opa sul centrodestra. La riprova e' l'annuncio che la Lega alle regionali e' pronta ad andare da sola, con candidati propri: "Se FI ci sta, e' benvenuta. Se guarda ad Alfano e al ministro dell'invasione clandestina, per noi non si puo' fare niente".

Salvini ha parlato mezz'ora e ha toccato tutti i temi forti da comizio: l'aliquota unica del 15% per il fisco; il no alla guerra in Libia; lo stop all'embargo contro la Russia. Calca la mano su politiche per la sicurezza e lotta alla immigrazione.

Ha ricevuto l'ovazione della folla, nella quale erano presenti molti esponenti di destra, dei Fratelli d'Italia, e della destra sociale di Casapound. E' questa la novita' politica della manifestazione romana: il segretario del Carroccio "apre" alla partecipazione di Casapound (un esponente parla dal palco) e di gruppi di estrema destra come i francesi del "Bloc Identitaire" e i tedeschi di "Pegida" (questi ultimi conosciuti in Germania per le marce anti-Islam).

Una presenza che crea entusiasmo tra i leghisti (meno, tra  padri fondatori, Bossi appoggia Salvini ma sottolinea che lui non avrebbe mai fatto accordi con CasaPound).

Perplessita' bossiane, in ogni caso, "zittite" dal successo della manifestazione. "Non chiedo la carta d'identita' a chi partecipa", ha ripetuto Salvini. E dal palco Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, ha sottolineato che "quella di oggi e' una manifestazione di tutte le opposizioni al governo Renzi che sara' replicata il 7 marzo a Venezia".

Quanto al centrodestra - chiosa la Meloni - "sarebbero opportune le primarie". Per Salvini, le polemiche su destra e alleanze servono solo a distogliere l'attenzione. "Perche' se nomino Renzi dite subito 'vaffanculo'?", chiede. E al coro che parte immediato ("Renzi,Renzi vaffa...") risponde ironico: "Non fate cosi', altrimenti si offende e mette una tassa sul vaffanculo al 3%".

Poi entra nel merito: "Renzi e' uno strumento di sinistra a disposizione di chi vuole annientare l'economia dell'Italia. E' una pedina, il servo sciocco a disposizione di Bruxelles".

Quella di ieri, insomma, e' sfida aperta al premier. "Lui - incalza Salvini - ha scelto Confindustria, Autostrade, Marchionne, le societa' di gioco d'azzardo e Equitalia". "Noi" preferiamo "l'Italia dei piccoli, dei medi, degli artigiani, degli imprenditori". E' da Roma che "parte la sfida per conquistare il Paese". Un "vaffa" se lo becca anche l'ex ministro Elsa Fornero. "Prendo con voi un impegno: cancelleremo la legge Fornero e vaffanculo a lei e chi l'ha portata al governo", urla Salvini dal palco dove e' presente un gruppo di "esodati".

Un altro "vaffa" e' per il ministro Alfano, ripreso ancora dalla folla. Salvini quasi si giustifica. "Dicono che siamo rozzi ma siamo fatti cosi'". Questa piazza, pero', "la lasceremo piu' pulita di quelle 'zecche' che non dicono parolacce ma spaccano vetrine", chiosa riferendosi alla contromanifestazione della sinistra. E due ore dopo, la piazza era pulitissima.

Redazione Milano


IL LEGA-DAY DI IERI A ROMA E' STATO UN SUCCESSO PERCHE' FINALMENTE S'E' SALDATO IN PIAZZA IL FRONTE DELLE DESTRE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

LEGA   SALVINI   DESTRA   CASAPOUND   MANIFESTAZIONE   ROMA   FRATELLI D'ITALIA   MELONI   GOVERNO   RENZI   ALFANO   BERLUSCONI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CGIA: ''15 MILIONI DI ITALIANI HANNO CHIUSO IL CONTO IN BANCA E USANO SOLO CONTANTI: +30,4% DAL 2008'' (BENISSIMO!)

CGIA: ''15 MILIONI DI ITALIANI HANNO CHIUSO IL CONTO IN BANCA E USANO SOLO CONTANTI: +30,4% DAL
Continua

 
NEL SUCCESSO DI SALVINI A PIAZZA DEL POPOLO CE N'E' UNO ANCHE PIU' GRANDE: HA SCHIANTATO CAPI E CAPETTI DELLA VECCHIA AN

NEL SUCCESSO DI SALVINI A PIAZZA DEL POPOLO CE N'E' UNO ANCHE PIU' GRANDE: HA SCHIANTATO CAPI E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!