43.254.557
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
++++++ La Commissione Ue ha inviato all'Italia la lettera con la richiesta di aggiustamento dei conti ++++++

WALL STREET JOURNAL: ''BANCHE SUD EUROPA A RISCHIO CRAC. LE ITALIANE PIENE DI TITOLI DI STATO E CREDITI IN SOFFERENZA''

giovedì 26 febbraio 2015

NEW YORK - Le autorita' politiche e i regolatori europei dovrebbero agire con la massima tempestivita' possibile per rendere il debito sovrano un investimento meno profittevole: in caso contrario, scrive il "Wall Street Journal", le banche continueranno a giocare un ruolo insufficiente nello stimolo dell'economia reale.

Gli istituti bancari europei hanno in portafogli quote eccessive di debito pubblico, e una quantita' sempre maggiore di crediti in sofferenza: una "trappola" che mina i loro utili e riduce pesantemente le loro capacita' di finanziare lo sviluppo economico attraverso la concessione di credito.

L'alleggerimento quantitativo della Banca centrale europea (Bce), avverte il quotidiano Usa, potrebbe non servire: nel breve termine, la Bce fatichera' a trovare istituti bancari disposti a vendere i loro bond sovrani, specie nei paesi dell'Europa Meridionale: lo scenario che rischia di profilarsi e' simile a quello Giapponese, dove le banche continuano ad acquistare titoli di debito pubblico nonostante i bassissimi rendimenti a lungo termine.

In paesi come Grecia, Spagna e Italia, le banche fanno incetta di titoli di Stato dato il loro rendimento tutto sommato elevato - quantomeno per gli standard attuali - e per il trattamento privilegiato di cui godono questi prodotti finanziari "risk free", che consentono alle banche di intascare la quasi totalita' dei rendimenti come utile.

E ad ostacolare i piani della Bce e' anche la scarsita' di obbligazioni sovrane "top rate" sul mercato: la Banca centrale si e' impegnata ad acquistare centinaia di miliardi di euro in obbligazioni sovrane, ma sempre piu' investitori e analisti avvertono che l'offerta rendera' quasi impossibile il raggiungimento degli obiettivi fissati per il qe. Per la semplice ragione che non ce ne sono sul mercato.

Il quadro descritto dal principale quotidiano economico mondiale riferito al sistema bancario europeo è a dir poco desolante, ma non viene posto l'accento sulla ragione per la quale le banche - soprattutto italiane - comprano a mani basse le emissioni di titoli di Stato: sono "vivamente consigliate a farlo" dal ministero del Tesoro dei governi in carica dal 2011 ad oggi.

Di fatto, le banche private italiane sono diventate una succursale di Bankitalia e hanno abdicato al ruolo di attrici nel finanziamento alle imprese. Non è solo una questione di rischio, è innanzitutto una scelta politica imposta. Il risultato è un circolo vizioso per sostenere tanto l'euro quanto stati falliti per colpa dell'euro. Se le banche delle nazioni del sud Europa dovessero smettere di comprare bond degli stati in cui hanno sede, rapidamente si arriverebbe alla bancarotta di tutti questi stati. 

Quindi, la Bce ha innescato un meccanismo folle per il quale presta soldi alle banche che comprano titoli di stato che danno in garanzia alla Bce per avere altro denaro e comprare altri titoli di stato, gonfiando una bolla mostruosa. Il QE di Draghi non funzionerà sui bond in circolazione, come sottolinea il WSJ perchè se fossero venduti da queste banche, cadrebbe come un castello di carte tutto il seguito di debiti contratti con la stessa Bce sulla base proprio di questi titoli.

Siamo alla follia.

Max Parisi


WALL STREET JOURNAL: ''BANCHE SUD EUROPA A RISCHIO CRAC. LE ITALIANE PIENE DI TITOLI DI STATO E CREDITI IN SOFFERENZA''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
 
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA

martedì 17 gennaio 2017
ROMA - "I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la
Continua
 
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
 
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL GOVERNO RAJOY STA PER VARARE UNA LEGGE DEGNA DELLA DITTATURA FRANCHISTA PER IMPEDIRE MANIFESTAZIONI DI PIAZZA

IL GOVERNO RAJOY STA PER VARARE UNA LEGGE DEGNA DELLA DITTATURA FRANCHISTA PER IMPEDIRE
Continua

 
PER LA UE, LA FRANCIA ''DEVE'' RIENTRARE NEL 3% NEL 2017, PROPRIO DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE PER LE PRESIDENZIALI...

PER LA UE, LA FRANCIA ''DEVE'' RIENTRARE NEL 3% NEL 2017, PROPRIO DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua

PRIMO MINISTRO BRITANNICO: ''MODELLO UE INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA

17 gennaio - LONDRA - Il modello dell'Ue e delle istituzioni sovranazionali ''non era
Continua

THERESA MAY: ''VIA DAL MERCATO UNICO E DA CORTE DI GIUSTIZIA E

17 gennaio - LONDRA - L'atteso di scorso di Theresa May sulla Brexit è arrivato ed
Continua

TAJANI PUO' FARCELA, DOPO LA CAPRIOLA DEI LIBERALI CHE HANNO

17 gennaio - BRUXELLES - ''Da Grillo a Berlusconi in meno di una settimana'': i
Continua

RUSSIA PRONTA A COOPERARE CON USA, UE E NATO CON RISPETTO RECIPROCO

17 gennaio - MOSCA - La Russia e' pronta a cooperazione con gli Stati Uniti, l'Unione
Continua

SCANDALO MOTORI DIESEL SI ALLARGA ANCHE ALLA RENAULT

16 gennaio - PARIGI - Lo scandalo dei motori diesel ''truccati'' si allarga. Oltre a,
Continua

ISTAT: E' UFFICIALE, 2016 L'ANNO DELLA DEFLAZIONE IN ITALIA (DAL

16 gennaio - Italia in deflazione nel 2016. In media d'anno, i prezzi al consumo
Continua

BORIS JOHNSON: ''BREXIT, TRUMP PER UN ACCORDO RAPIDO CON IL REGNO

16 gennaio - BRUXELLES - ''Una gran bella notizia'': così il ministro degli Esteri
Continua

SETTE CLANDESTINI INDIVIDUATI AD ASTI SU UN TRENO PROVENIENTE DALLA

16 gennaio - ASTI - Sette uomini, cinque algerini e due marocchini, sono stati
Continua
Precedenti »