77.430.473
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA ACCADRA' IL G-DAY, GIORNO IN CUI LA GRECIA LASCERA' L'EURO (ISTRUZIONI PER L'USO)

martedì 10 febbraio 2015

Mentre la commissione europea dichiara che l'eurogruppo dell'11 febbraio, domani, non sarà risolutivo per la crisi greca, l'ex governatore della banca centrale statunitense Alan Greenspan prevede vita breve per l'euro così come lo conosciamo ora e il premier Cameron indice addirittura una riunione straordinaria con il governatore della banca d'Inghilterra ed il ministro delle finanze per valutare l'impatto dell'uscita di Atene dalla moneta unica.

Al di là, quindi della retorica "sull'irriversibilità" della moneta unica (accipicchia, la sola cosa certa oltre la morte pare essere proprio la moneta unica), chi vive al di fuori della cortina di ferro dell'eurozona si prepara a quello che viene ormai considerato come inevitabile, ovvero l'abbandono da parte della Grecia della moneta unica, punto sul quale Greenspan è stato chiaro: "l'oggetto della discussione non è il se, ma il quando".

Ora, in qualsiasi azienda strutturata esiste il dipartimento di risk management che si occupa di valutare qualsiasi rischio possa correre l'azienda, il suo impatto, le conseguenze e le procedure per prevenire e/o limitare i danni. Tutto questo, con l'euro non è stato previsto nei trattati, e già questo la dice lunga sulla capacità dei politici continentali.

Detto questo, cosa potrebbe accadere in caso di uscita dall'euro della Grecia? Proviamo ad ipotizzare.

Il passaggio alla nuova moneta dovrebbe avvenire di lunedì, per dar modo, nel fine settimana, alle banche di adeguare i sistemi informatici alla nuova valuta e rifornire i bancomat con le nuove banconote.

Per questo motivo al giorno X-2 i bancomat dovrebbero essere bloccati per evitare la corsa agli sportelli e privare le banche della necessaria liquidità per funzionare. Un controllo ed un limite ai prelievi dovrebbe essere introdotto possibilmente già un paio di settimane prima, per evitare fughe di capitali (anche se il grosso dei risparmi ha preso il largo)

La nuova moneta, chiamiamola dracma per comodità, potrebbe essere emessa con rapporto 1:1 o 1:2 rispetto all'euro.

Il giorno X, la moneta entrerebbe in circolazione nel territorio ellenico e dovrebbe essere quotata rispetto alle altre valute internazionali. Il crollo atteso potrebbe non verificarsi, per il motivo che Russia e Cina hanno già dichiarato apertamente di sostenere il nuovo governo di Atene. E per appoggio non si intende, in questo caso, una pacca sulla spalla di Tsipras, ma miliardi di dollari pronti a sostenere banche greche e quotazione della valuta, che verrebbe fatta planare "morbidamente" ad un tasso correttamente svalutato per consentire di far ripartire l'economia. Ovvio che nelle prime settimane, la volatilità della nuova valuta potrebbe essere più accentuata.

Il debito pubblico, ridenominato nella nuova valuta, proseguirebbe per la sua strada. Certo, le banche nordiche perderebbero in quota capitale il differenziale tra euro e dracma, ma è anche da dire che in questi anni hanno abbondantemente speculato sul debito greco, ben sapendo dei rischi che correvano.

Come vediamo, soprattutto in virtù dell'appoggio di due superpotenze del calibro di Russia e Cina, la Grecia potrebbe uscire dalla moneta unica in modo ragionevolmente "morbido". Chi ne uscirebbe molto meno bene, sarebbe il resto dell'eurozona.

Infatti, la speculazione internazionale si sposterebbe immediatamente sui paesi più deboli rimasti all'interno della cortina di ferro della ue, ovvero Italia, Spagna, Portogallo.

In poche ore, lo spread con il bund tedesco potrebbe schizzare alle stelle, in quanto il segnale che l'euro non è più irreversibile sarebbe chiaro a tutti.

Il qe di Draghi, il famoso bazooka della propaganda ue, si rivelerebbe quasi subito un'arma spuntata, per il semplice motivo che ogni stato dovrebbe garantire più dell'80% degli acquisti sui propri titoli (come a dire: il debito pubblico italiano torna ad essere una questione tutta italica)

Il bund tedesco potrebbe raggiungere tassi negativi, ovvero gli investitori sarebbero disposti a pagare un interesse negativo pur di avere "titoli solidi"

Il deflusso di capitali verso valute considerate più sicure, come franco svizzero e sterlina inglese farebbero il resto, mettendo letteralmente in ginocchio i paesi più fragili, i quali sarebbero costretti ad imporre forti vincoli sulla circolazione dei capitali e attuare politiche draconiane come pesantissime patrimoniali pur di tranquillizzare un mercato ormai sfiduciato sulla moneta unica.

A questo punto la Germania, dopo aver scaricato la patata bollente dei debiti pubblici sulle rispettive banche centrali ed aver depredato tutto il possibile (cosa che ha fatto in questi ultimi anni), potrebbe alzarsi e dire "non gioco più", portandosi dietro le nazioni nordiche in una nuova unione monetaria e lasciando i paesi del mediterraneo in un cumulo di macerie. Che, guarda caso, è anche quello che prevede la maggior parte degli analisti internazionali.

Naturalmente questo fosco scenario, che accadrebbe nell'arco di pochi giorni, potrebbe essere scongiurato se l'eurogruppo prevedesse un serio piano di smontaggio dell'euro

In fase iniziale prevedere l'affiancamento all'euro di nuove valute nazionali con un rapporto di cambio fisso tra di loro (il vecchio SME con l'ECU, nulla  di nuovo sotto il sole)

Pianificare il passaggio alle singole valute nazionali con l'adeguamento di tutti i sistemi informatici

Una volta effettuato il change over, procedere con lo svincolo dei rapporti di cambio tra le nuove monete.

I danni e le problematiche sarebbero infinitamente inferiori, ma conoscendo il modo di agire dei politici europei, siamo dell'avviso che alla fine della fiera, a sorridere sarà Atene, mentre la cortina di ferro della ue imploderà come un vecchio palazzo ormai in disarmo.

Luca Campolongo


ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA ACCADRA' IL G-DAY, GIORNO IN CUI LA GRECIA LASCERA' L'EURO (ISTRUZIONI PER L'USO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GREXIT   FINE   EURO   GRECIA   USCITA   BANCOMAT   ITALIA   UE   FINE DELLA UE   BANCHE   BRUXELLES   EUROGRUPPO   DRAGHI   MERKEL   JUNCKER   TSIPRAS   SYRIZA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA ITALIANA LA CENSURA

LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA

lunedì 25 maggio 2020
  LONDRA - Alcuni giorni fa, in molti sono rimasti sorpresi dal fatto che George Soros si sia mostrato preoccupato per il fatto che l'Italia potrebbe presto uscire dall'Unione Europea e come
Continua
 
CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID. CONSEGNE A SETTEMBRE

CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID.

giovedì 21 maggio 2020
LONDRA - Ci siamo, il vaccino è pronto e la produzione su scala planetaria è al via. La multinazionale Astrazeneca ha concluso i primi accordi per la produzione di almeno 400 milioni di
Continua
GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA: GLOBALIZZAZIONE ADDIO

GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA:

martedì 12 maggio 2020
La battaglia intrapresa dal Giappone contro il coronavirus ha acceso a Tokyo un campanello d'allarme in merito alla dipendenza del sistema paese dalle catene di fornitura della Cina. Gia' da alcuni
Continua
 
COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E ADESSO VUOLE IL MES

COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E

lunedì 11 maggio 2020
Mentre l’Italia prova a ripartire con la Fase2, riprendiamo i nostri interventi e lo facciamo analizzando cosa ha fatto o meglio, cosa non ha fatto il governo pentapiddino per tenere a galla
Continua
IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA DALLE BANCHE PER CREDITO

IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA

martedì 5 maggio 2020
Ricavi quasi dimezzati nel 2020 con il turismo che prevede una contrazione del 66,3%, giudizi in grande prevalenza negativi sui provvedimenti finora adottati dal governo per contrastare la crisi
Continua
 
RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO CHIAVI NEGOZI A SALA!

RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO

mercoledì 29 aprile 2020
MILANO - Regole chiare su come riaprire. Questo chiedono, oltre alla riduzione delle tasse locali, i commercianti milanesi. Tremila di loro, per lo piu' titolari di bar, ristoranti e gelaterie, ma
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GRANDE FUGA DAL KOSOVO: 20.000 SONO FUGGITI A GENNAIO, ALTRETTANTI PRONTI A FEBBRAIO. UNGHERIA E AUSTRIA ALLARMATISSIME

GRANDE FUGA DAL KOSOVO: 20.000 SONO FUGGITI A GENNAIO, ALTRETTANTI PRONTI A FEBBRAIO. UNGHERIA E
Continua

 
GERMANIA ALLA GRECIA: ''DOVETE ACCETTARE SENZA CONDIZIONI IL PIANO DELLA TROIKA O E' FINITA!'' (SI', MA PER L'EURO, PERO')

GERMANIA ALLA GRECIA: ''DOVETE ACCETTARE SENZA CONDIZIONI IL PIANO DELLA TROIKA O E' FINITA!''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA POLIZIA DELLA DITTATURA COMUNISTA CINESE SPARA SULLA FOLLA A

27 maggio - La polizia agli ordini della dittatura comunista cinese che a Hong Kong
Continua

MINACCE DI MORTE AL GOVERNATORE FONTANA: ADESSO E' SOTTO SCORTA

27 maggio - Da due giorni il presidente della Regione Lombardia, Attilio FONTANA, e'
Continua

L'IMPATTO DEL COVID SULL'ECONOMIA DELL'EUROZONA SARA' IL DOPPIO DEL

27 maggio - FRANCOFORTE - La Bce ha preparato diverse stime sull'impatto della crisi
Continua

SUPER FLOP DEI TEST COVID: ALLA PROVA DEI FATTI, SOLO IL 25% HA

26 maggio - Tutta questa ''corsa'' (e polemiche di ogni genere) a fare test
Continua

FRANCIA SE NE FREGA DELLA UE: MASSICCI AIUTI DI STATO ALLE AZIENDE

26 maggio - PARIGI - Addio libero mercato, addio regole e regoline della Ue che
Continua

LEGA: LA UE DEVE IMPORRE SANZIONI AL REGIME COMUNISTA CINESE!

26 maggio - ''L'Europa non può essere silente davanti a quanto sta succedendo ad
Continua

INSEGNANTI PRECARI ILLUSI E TRADITI DAL GOVERNO CONTE, TUTTO

25 maggio - ''Polpetta avvelenata di Conte a Pd e LeU durante la trattativa sul
Continua

FONTANA:ZERO DECESSI IN LOMBARDIA E' DATO POSITIVO MA NON

25 maggio - MILANO - ''La cosa che mi rasserena e' il numero dei nuovi contagiati
Continua

L'ACQUISTO DI BTP ''ITALIA'' DEDICATI AI RISPARMIATORI PRIVATI HA

19 maggio - Gli ordini del retail per il nuovo BTp Italia hanno superato i 4
Continua

SALVINI: 120 NAZIONI DEL MONDO CHIEDONO SPIEGAZIONI ALLA CINA, E

19 maggio - ''Ci sono 120 paesi al mondo, in tutto il mondo, in tutti i continenti,
Continua

FONTANA: D'ACCORDO CON ZAIA, ABBIAMO DOVUTO FARE DA SOLI CONTRO IL

19 maggio - MILANO - Il governatore lombardo Attilio Fontana, in collegamento su Rai
Continua

IERI VENDUTI 4 MILIARDI DI BTP ''ITALIA'' AI RISPARMIATORI OGGI 1

19 maggio - MILANO - Parte forte anche la seconda giornata di collocamento, sempre
Continua

SALVINI: AVEVO RAGIONE, ALTRO CHE MES, BOOM ACQUISTI DEGLI ITALIANI

18 maggio - Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta la partenza ''a razzo''
Continua

TOTI: LIGURIA NON HA MAI CHIUSO, ADESSO RIAPRIRE I CONFINI

18 maggio - GENOVA - ''La Liguria non ha mai chiuso: i suoi porti hanno sempre
Continua

PERQUISIZIONI IN CORSO DEL ROS DEI CARABINIERI NELLA SEDE ONLUS

15 maggio - FANO - Perquisizioni in corso, da questa mattina, da parte dei
Continua

DIMISSIONI A CATENA AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA: TUTTA GENTE DI

15 maggio - ''Prima le dimissioni di Basentini, capo del Dap, ora quelle di Baldi,
Continua

FONTANA: TEST SIEROLOGICI INUTILI PER SINGOLI, SONO TEST

15 maggio - MILANO. ''I test sierologici sono inutili per cittadini singoli che non
Continua

GOVERNATORE FONTANA: MES? E' PERICOLO ESTREMO, STESSI SOLDI IN

15 maggio - MILANO - ''La vedo come una situazione di estremo pericolo perche' le
Continua

IN GERMANIA IERI 101 MORTI DA COVID 913 NUOVI CONTAGIATI

15 maggio - BERLINO - I casi di coronavirus in Germania sono saliti a 173.152
Continua

IN GERMANIA DIMINUISCONO I MORTI DA COVID MA AUMENTANO I CONTAGI

14 maggio - BERLINO - La Germania registra 89 decessi per Covid-19 nelle ultime 24
Continua
Precedenti »