45.206.508
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ARTICOLO BOMBA / STAMPA TEDESCA: ''L'ATTUALE EUROZONA E' ALLA FINE, SE VERRANNO RESPINTE LE PROPOSTE DELLA GRECIA''

martedì 10 febbraio 2015

BERLINO - Nel dibattito sulla posizione da adottare nei confronti di Atene, Lars Feld, uno dei cinque esperti economici consulenti del governo di Berlino, si e' detto contrario al compromesso con il governo di Atene.

"Ci sono situazioni in cui il risultato politico della trattativa non deve essere un compromesso tra due posizioni ma solo la conferma della situazione giuridica vigente", ha dichiarato al quotidiano "Handelsblatt" il membro del Consiglio dei saggi.

"Il nuovo governo greco deve riconoscere che la sola via percorribile e' la prosecuzione dell'attuale politica di salvataggio con i partner europei e che diversamente il paese dovrebbe rifinanziarsi da solo, con le sue forze", ha commentato Feld, il quale ha diffidato la Grecia da una possibile uscita dall'euro ("Grexit").

"Il governo greco fa la parte della vittima e non capisce che e' venuto il momento di avere un atteggiamento collaborativo", ha aggiunto l'economista.

Secondo Feld, "una Grexit come danno collaterale di questa politica sarebbe dannosa soprattutto per la Grecia".

Ma non tutti gli economisti tedeschi sembrano condividere tale opinione: il direttore dell'Istituto di macroeconomia e ricerca economica "Imk" della Fondazione Hans-Boeckler, Gustav Horn,teme che l'inflessibilita' dei paesi dell'eurozona di fronte alle istanze greche possa portare alla fine della moneta unica.

"L'eurozona sta andando incontro ad un conflitto molto rischioso - ha dichiarato Horn al quotidiano Handelsblatt -. Se la Grecia dovesse tener fede alla sue minacce e mettere fine alla politica di austerita' e al servizio del debito, il resto dell'eurozona dovrebbe mettere le carte in tavola. Se la Ue rimarra' ferma nella sua attuale linea che prevede sostegno economico solo a fronte di una combinazione di austerita', riforme strutturali a spese dei lavoratori, l'eurozona nella sua forma attuale rischia di essere alla fine", ha avvertito Horn.

La posizione di Horn tuttavia è minoritaria, in Germania, dove un sondaggio ha espresso un'ampia maggioranza (oltre il 60%) di tedeschi contrari alle richieste del governo Tsipras, e del tutto avversata dall'attuale ministro dell'Economia e delle Finanze, Schaeuble, che ha ribadito senza mai cambiare posizione che la Grecia ha un unico "interlocutore" al quale deve assoggettarsi, ed è la troika formata da Bce, Fmi e Ue, rispettando gli accordi (capestro) presi a suo tempo dal precedente governo Samaras. 

E' una posizione così lontana dalle richieste della Grecia, che ben difficilmente si troverà una mediazione che possa soddisfare entrambe le parti. Gli esperti economici nominati dalla cancelliera Merkel, in ogni caso, a maggioranza sono schierati sulla posizione del governo di Berlino. Intransigente e per ciò stesso miope, non volendo considerare l'ipotesi che viceversa la Germania abbia già pronto - come da più parti si sostiene - un piano preciso per la fine dell'euro tra pochi mesi.

Redazione Milano.


ARTICOLO BOMBA / STAMPA TEDESCA: ''L'ATTUALE EUROZONA E' ALLA FINE, SE VERRANNO RESPINTE LE PROPOSTE DELLA GRECIA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

HANDELSBLATT   QUOTIDIANO   GERMANIA   CONSIGLIO   SAGGI   MERKEL   EURO   EUROZONA   FINE   GRECIA   GREXIT   FELD   SONDAGGIO   HORN   BERLINO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TURCHIA - DOPO LA CINA - SECONDA NAZIONE AL MONDO PER PRODUZIONE DI MERCI CONTRAFFATTE, E BRUXELLES LA VUOLE NELLA UE!

TURCHIA - DOPO LA CINA - SECONDA NAZIONE AL MONDO PER PRODUZIONE DI MERCI CONTRAFFATTE, E BRUXELLES
Continua

 
GRANDE FUGA DAL KOSOVO: 20.000 SONO FUGGITI A GENNAIO, ALTRETTANTI PRONTI A FEBBRAIO. UNGHERIA E AUSTRIA ALLARMATISSIME

GRANDE FUGA DAL KOSOVO: 20.000 SONO FUGGITI A GENNAIO, ALTRETTANTI PRONTI A FEBBRAIO. UNGHERIA E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!