45.185.993
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA GERMANIA SCONFITTA VENNE UMILIATA CON LA PACE DI VERSAILLES, CHE PRODUSSE IL NAZISMO. NON ACCADA CON LA GRECIA

giovedì 5 febbraio 2015

BERLINO - A poche ore dalla sua visita a Berlino, il ministro greco delle Finanze Yanis Varoufakis ha chiesto al governo tedesco maggiore collaborazione per superare la trappola dell'austerita' e del debito che schiaccia la Grecia.

"Io credo che di tutte le nazioni d'Europa, i tedeschi possano comprendere al meglio questo semplice messaggio: se si umilia una nazione troppo a lungo e la si sottopone a trattative e ai dispiaceri tipici di una crisi di deflazione, senza farle intravedere una luce alla fine del tunnel, prima o poi questa nazione scoppiera'", ha dichiarato Varoufakis, citando il patto di Versailles seguito alla Prima guerra mondiale e alludendo alle conseguenze di quell'evento storico, che culminò con l'ascesa del Nazionalsocialismo in Germania.

Varoufakis ha anche auspicato una sorta di "piano Marshall" tedesco per la Grecia: Atene, ha spiegato il ministro, non e' certo la sola responsabile della crisi dell'euro, che ha avuto origine da errori a livello comunitario: "Noi siamo la prima tessera del domino ad essere caduta ma non siamo responsabili di questo effetto domino", ha dichiarato il braccio destro di Tsipras, che nel pomeriggio incontrera' il collega tedesco Wolfgang Schaeuble, al quale esporra' delle proposte che a suo dire l'esponente della Cdu "non potra' respingere".

Secondo il tedesco "Spiegel", Schaeuble dovrebbe perlomeno ascoltare le richieste della "rockstar greca dell'economia", dato che c'e' ancora la possibilita' - con una collaborazione - di trovare una via d'uscita alla crisi.

Se la Bce - soprattutto su pressione della Germania - dovesse bloccare il rifinanziamento delle banche greche il prossimo 28 febbraio, Atene sarebbe condannata al default e all'uscita dall'euro. E forse Varoufakis offre la miglior opportunita' per tenere unita l'eurozona: perche' la Grecia non ha quasi piu' nulla da perdere e il suo governo puo' dare il via ad un cambiamento in Europa che molti stati partner piu' forti avevano cercato di avviare.

Che la politica degli ultimi cinque anni - crediti contro tagli - sia fallita, scrive il quotidiano tedesco, lo hanno capito anche i governi di Francia e Italia, cosi' come la commissione europea di Juncker, l'Fmi e la Bce. Solo la signora Merkel e i banchieri tedeschi che l'appoggiano, fanno finta di non capire.

Redazione Milano.


LA GERMANIA SCONFITTA VENNE UMILIATA CON LA PACE DI VERSAILLES, CHE PRODUSSE IL NAZISMO. NON ACCADA CON LA GRECIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GERMANIA   PACE   ARMISTIZIO   VERSAILLES   GUERRA   MONDIALE   PRIMA   SPIEGEL   BCE   MERKEL   BERLINO   ATENE   CDU   VAROUFAKIS   MARSHALL   TSIPRAS    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
VISTO DA VICINO: ECCO COSA PENSA E COSA VUOLE FARE VAROUFAKIS, L'UOMO CHE PROPONE ALL'EUROPA DI CAMBIARE VERSO (DAVVERO)

VISTO DA VICINO: ECCO COSA PENSA E COSA VUOLE FARE VAROUFAKIS, L'UOMO CHE PROPONE ALL'EUROPA DI
Continua

 
MOODY'S S&P E FITCH DEGRADANO SOCIETA' RUSSE E TITOLI, LA CINESE DAGONG DA' TRIPLA ''A'' E SPALANCA LA BORSA DI HONG KONG!

MOODY'S S&P E FITCH DEGRADANO SOCIETA' RUSSE E TITOLI, LA CINESE DAGONG DA' TRIPLA ''A'' E SPALANCA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!