50.799.457
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA TURCHIA, CHE MEMBRI DEL GOVERNO RENZI VORREBBERO ENTRASSE NELLA UE, MINACCIA FACEBOOK E IMPONE CENSURE BRUTALI AL WEB

martedì 27 gennaio 2015

Non e' un mistero che i parassiti dell'Unione Europea e i membri del governo Renzi vogliano a tutti i costi che la Turchia entri nell'Unione Europea e i giornali di regime non fanno che dire che questo paese e' un esempio positivo di compatibilita' tra islam e democrazia.

Purtroppo la storia insegna che nessun paese musulmano e' mai stato democratico e gli eventi degli ultimi giorni dimostrano che questo vale anche per la Turchia.

E difatti pochi giorni fa un tribunale turco ha emesso una sentenza che impone le autorita' competenti di bloccare tutte le pagine di facebook che offendono l'islam e il profeta Maometto e i giudici hanno aggiunto che sono pronti a bloccare facebook se si rifiuta di adempiere a questa sentenza.

Tale decisione segue un'altra sentenza emessa pochi giorni prima che vieta l'accesso in Turchia a tutte le pagine che parlano della foto pubblicata da Charlie Hebdo che ha scatenato l'attentato terroristico a Parigi.

Tali decisioni riflettono la politica filoislamica perseguita dal presidente Tayyip Erdogan il quale sta facendo pressioni al parlamento per far passare una legge che permette ai ministri di vietare siti che contengono materiale che rappresenta una minaccia per l'ordine pubblico, la liberta' e i diritti civili.

Ovviamente non esiste un criterio per stabilire in maniera oggettiva cosa possa costituire una minaccia e quindi non sono pochi coloro che credono che il vero obiettivo di questa legge e' quello di censurare storie che rivelano casi di corruzione o materiale considerato antiislamico.

Al momento il fondatore di facebook Mark Zuckerberg ha detto che non ha la minima intenzione di cedere ai ricatti del governo turco ma alcune pagine incriminate sono state rimosse e c'e' chi teme che altre verranno rimosse in futuro per evitare che il social network possa venire bloccato nello stesso modo in cui e' stato bloccato in Pakistan.

Fino ad ora non e' chiaro come andra' a finire questa vicenda ma quel che e' certo e' che la Turchia sta diventanto una dittatura filoislamica dove ogni critica viene repressa in maniera feroce come in altri stati fondamentalisti e per tale motivo questo paese deve rimanere fuori dall'Unione Europea perche' con l'Europa non ha niente in comune e con tutti i problemi che abbiamo l'ultima cosa di cui abbiamo bisogno e' essere invasi da decine di milioni di musulmani turchi.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


LA TURCHIA, CHE MEMBRI DEL GOVERNO RENZI VORREBBERO ENTRASSE NELLA UE, MINACCIA FACEBOOK E IMPONE CENSURE BRUTALI AL WEB


Cerca tra gli articoli che parlano di:

TURCHIA   ERDOGAN   FACEBOOK   MAOMETTO   iSLAM   FILOISLAMICO   CORRUZIONE   INGRESSO   EUROPA   TRIBUNALE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI ITALIANI'' L'AMATA UE

DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI

domenica 20 agosto 2017
Siete ancora in vacanza o siete già tornati? Non ci siete andati? Tutto ciò è irrilevante, perchè c'è un gigantesco debito che vi aspetta a settembre sull'uscio di
Continua
 
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
 
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GRANDE STAMPA TEDESCA: ''VITTORIA DI SYRIZA E' LA DURA SCONFITTA DEL GOVERNO TEDESCO E DELLA POLITICA ECONOMICA EUROPEA''

GRANDE STAMPA TEDESCA: ''VITTORIA DI SYRIZA E' LA DURA SCONFITTA DEL GOVERNO TEDESCO E DELLA
Continua

 
NUOVE SANZIONI ALLA RUSSIA? GOVERNO TSIPRAS LE RESPINGE E SI SGANCIA DALLA ''POLITICA ESTERA UE''. LETTERA ALLA MOGHERIN

NUOVE SANZIONI ALLA RUSSIA? GOVERNO TSIPRAS LE RESPINGE E SI SGANCIA DALLA ''POLITICA ESTERA UE''.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!