42.170.016
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / COSA DAVVERO C'E' D'ASPETTARSI DALLA UE DOPO LE ELEZIONI IN GRECIA (STAMPA ITALIANA TACE)

martedì 27 gennaio 2015

E’ interessante notare come i media “specializzati”, come ilsole24ore, giusto per non fare nomi, poco prima delle elezioni greche terrorizzasse i propri elettori paventando catastrofi in caso di vittoria di Tsipras ed oggi, gli stessi mezzi, minimizzino l’evento dicendo che, in fondo la Grecia, è tornata piccola, per cui non spaventa nessuno (titolo dell’articolo di Vito Lops sul quotidiano di Confindustria).

Stesso discorso per il Corriere della sera, che il 29 dicembre titolava “Perchè la Grecia torna a far tremare l’Europa” a firma di Franco Venturini, mentre oggi titola “Borse, l’Europa non teme Tsipras” (a cura della redazione online corriere.it)

Alle giravolte dei mezzi d’informazione nostrani ci siamo abituati: abbiamo già evidenziato come la svalutazione fosse “bruttissima” prima delle elezioni europee del 2014 e “bellissima” a gennaio 2015, tuttavia stiamo rasentando vette di comicità involontaria degne di miglior causa.

Quindi, qual’è la realtà? La Grecia è ancora il babau dell’Europa oppure è un mite gattino che fa le fusa?

Calcolando che Tsipras ha stretto un’alleanza col partito di destra antieuro creato da alcuni fuoriusciti di NeaDemokratia, appare evidente che la linea politica sarà tutt’altro che condiscendente nei confronti della ue e della troika a meno di clamorosi colpi di scena.

Nonostante tutto, i listini di borsa non hanno subito alcun tracollo e anche l’euro si è mantenuto stabile nei confronti delle altre valute.

Quale può essere il motivo di questa tranquillità dei mercati rispetto all’esito delle elezioni greche dopo che per settimane i mezzi d’informazione avevano preconizzato esattamente il contrario?

Il fatto è che dopo l’annuncio del quantitative easing fatto dal governatore della bce Draghi, i mercati hanno avuto le informazioni di cui necessitavano per comprendere che piega prenderà il futuro della moneta unica. Qualsiasi cosa farà Tsipras, il QE in salsa tedesca (le condizioni sono state dettate da Wiendmann, il potente governatore della Bundesbank), ha messo al riparo i paesi nordici e le loro banche da possibili pesanti contraccolpi.

Infatti, poichè l’80% del qe, destinato ad acquistare titoli di stato per generare liquidità, dovrà essere garantito dalle singole banche centrali, significa, di fatto, far tornare “a casa” i titoli di stato più pericolosi, come quelli italiani. E quando il debito pubblico è tornato di competenza dei singoli stati, anche la fuoriuscita di uno di questi dalla moneta unica si risolverà in un problema di politica economica interna.

In soldoni, con la mossa di Draghi, la Germania si è cautelata da qualsiasi mossa possa fare Tsipras sul debito greco, tra l’altro escluso dal qe e sulla possibile fuoriuscita del paese ellenico dalla moneta unica.

Se ci saranno tensioni sui debiti sovrani dei paesi più deboli, non sarà più un problema comune, ma dei singoli stati, con buona pace del principio mutualistico su cui si dovrebbe basare una valuta unica.

Tsipras è quindi ora libero di muoversi come meglio ritiene ed i mercati sanno dove andare a rifugiarsi (non per niente sono aumentati gli acquisti sui bund tedeschi, considerati titolo rifugio per definizione), con calma e senza particolari scossoni.

E l’Italia? Se avesse una classe dirigente degna di questo nome, non esiterebbe un attimo a fare sponda con Tsipras per fare peso in Europa e provare a riformare dall’interno la ue, o in alternativa, di fronte al quasi scontato “nein” degli oligarchi di Bruxelles, annunciare l’uscita dell’Italia dalla moneta unica. Ma da un premier che, per bocca della cancelliera Merkel, non perde occasione per portarle il libro delle riforme per la sua approvazione, non possiamo aspettarci granchè.

 

Luca Campolongo


L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / COSA DAVVERO C'E' D'ASPETTARSI DALLA UE DOPO LE ELEZIONI IN GRECIA (STAMPA ITALIANA TACE)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE ELETTORALE MAGGIORITARIA

L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE

lunedì 5 dicembre 2016
Abbiamo cercato al telefono Roberto Maroni, Governatore della Lombardia e figura di primissimo piano della Lega, per chiedergli qual è la sua idea, la sua proposta, per la nuova legge
Continua
 
DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL POTERE, DIMISSIONI BUFALA

DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL

lunedì 5 dicembre 2016
ROMA -  Da stentare a crederci, eppure è quanto rilanciano le agenzie:"Resta in campo e dara' battaglia. Di fatto questo referendum si e' trasformato in una vera e propria elezione
Continua
IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE SUE ORGANIZZAZIONI

IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE

lunedì 5 dicembre 2016
LONDRA - Alcuni mesi fa la Slovacchia ha attratto molte critiche per aver rifiutato di accettare rifugiati di religioni musulmane ma se qualcuno pensa che il governo abbia fatto dietrofront si
Continua
 
LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA COSTITUZIONE! CORAGGIO!

LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA

lunedì 5 dicembre 2016
E' l'alba di una nuova stagione per l'Italia. E non è l'inverno, che arriva. Noi di questo giornale abbiamo combattuto contro l'arroganza, l'ignoranza, e la stupidità di un ormai ex
Continua
DOMENICA LE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN AUSTRIA POSSONO CAMBIARE RADICALMENTE L'EUROPA: NORBERT HOFER E' IN TESTA

DOMENICA LE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN AUSTRIA POSSONO CAMBIARE RADICALMENTE L'EUROPA: NORBERT HOFER

giovedì 1 dicembre 2016
VIENNA - Mentre in Italia si voterà su una controversa riforma della Costituzione, che è la Carta di tutti gli italiani ed è grottesco sia "riformata" da una sola parte come
Continua
 
LA NUOVA STELLA DEL FIRMAMENTO REPUBBLICANO SI CHIAMA TOMI LAHREN, UNA RAGAZZA CHE FARA' MOLTA STRADA

LA NUOVA STELLA DEL FIRMAMENTO REPUBBLICANO SI CHIAMA TOMI LAHREN, UNA RAGAZZA CHE FARA' MOLTA

mercoledì 30 novembre 2016
Nella galassia dei repubblicani e' nata una nuova stella: Tomi Lahren, giornalista e opinionista politica, e' una donna di 24 anni che al fascino estetico combina doti oratorie e di persuasioni che
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DRAGHI VARA LA FINE DELL'EURO: PERCHE' RIMANERCI, SE L'ITALIA DEVE GARANTIRE DA SOLA L'ACQUISTO DEI PROPRI TITOLI?

DRAGHI VARA LA FINE DELL'EURO: PERCHE' RIMANERCI, SE L'ITALIA DEVE GARANTIRE DA SOLA L'ACQUISTO DEI
Continua

 
MOLTE AZIENDE ITALIANE SONO TORNATE AL... BARATTO! PIU DI MILLE STANNO USANDO LA PIATTAFORMA (ITALIANA) ''IBARTER''

MOLTE AZIENDE ITALIANE SONO TORNATE AL... BARATTO! PIU DI MILLE STANNO USANDO LA PIATTAFORMA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua

BRUNETTA: ''40% DI SI' NON SONO VOTI DI RENZI, CHI LO DICE MENTE''

5 dicembre - Brunetta: ''Dalle parti del Nazareno provano a consolarsi con
Continua

IN SICILIA UNA VALANGA DI NO HA SEPPELLITO RENZI: 80% IN ALCUNI

5 dicembre - ''In Sicilia una valanga di No ha seppellito Renzi, Crocetta e tutto il
Continua

TRENTINO: IL PRESIDENTE PD DELLA REGIONE PRENDA ESEMPIO DA RENZI E

5 dicembre - TRENTO - ''Il risultato del referendum in provincia di Trento, con la
Continua

SALTA L'AUMENTO DI CAPITALE DI MPS, SI VA VERSO IL BAIL IN SE VOTO

5 dicembre - SIENA - Slitta di qualche giorno, almeno tre o quattro, la decisione
Continua

IL PAPA COMUNISTA L'HA PRESA MALE, LA SONORA SCONFITTA DI RENZI.

5 dicembre - CITTA' DEL VATICANO - Il papa comunista l'ha presa male, la sonora
Continua

DIJSSELBLOEM GETTA LA SPUGNA: IMPOSSIBILE SPREMERE L'ITALIA CON

5 dicembre - ''Ho parlato con il ministro italiano Padoan oggi. A causa della
Continua

LA (EX) MINISTRA BOSCHI HA PIANTO? ANCHE TANTI RISPARMIATORI DI

5 dicembre - ''Ieri il ministro Boschi ha pianto? Tanti risparmiatori di Banca
Continua

LUCA ZAIA: MATTARELLA SCIOLGA LE CAMERE, ELEZIONI SUBITO.

5 dicembre - VENEZIA - ''Renzi si e' dimesso e Mattarella puo' solo sciogliere le
Continua

LA UE ''DONA'' LA FORTE SOMMA DI 30 MILIONI DI EURO PER TUTTI I

1 dicembre - BRUXELLES - Gli ''sciacalli'' della Ue non si smentiscono
Continua

+++ESPLOSIONE NELLA RAFFINERIA ENI DI SANNAZZARO DE BURGONDI +++

1 dicembre - PAVIA - Esplosione intorno alle 16 all'interno della raffineria Eni di
Continua

GOVERNO: ''MPS SOLIDA, SIAMO FIDUCIOSI'' BORSA SUBITO DOPO: MPS

1 dicembre - MILANO - BORSA - ''L'aumento di capitale di Mps sta andando avanti e
Continua

RENZI: ''BLOCCHEREMO L'APPROVAZIONE DEL BILANCIO UE!'' (BUFALA:

1 dicembre - BRUXELLES - Ricordate la sparata di Renzi che giorni fa aveva detto
Continua

BORSE EUROPA PEGGIORANO, MALE MILANO (OVVIAMENTE) CON CADUTA INDICI

1 dicembre - Le Borse europee peggiorano, nonostante il buon andamento degli
Continua

L'EURO CADE A 1,05 SUL DOLLARO E ABBATTE I ''PALETTI'' AL RIBASSO

30 novembre - FRANCOFORTE - L'euro è sceso oggi in chiusura a 1,0607 dollari, dai
Continua

SALVINI: FAREMO IL CONGRESSO DELLA LEGA ENTRO L'INVERNO...

30 novembre - ''Non ho la minima preoccupazione del congresso, lo faremo, escludo il
Continua

SCHAEUBLE DICHIARA: VOTEREI SI' AL REFERENDUM ITALIANO, AUGURO

30 novembre - BERLINO - Nel corso del suo intervento al Berlin Foreign Policy Forum,
Continua

USA IN PIENO BOOM ECONOMICO (ALLA FACCIA DEI GUFI CONTRO TRUMP)

29 novembre - Crescita superiore alle attese per l'economia statunitense nel terzo
Continua
Precedenti »