44.144.556
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DA IRLANDA (E SPAGNA) ARRIVA L'APPOGGIO A TSIPRAS PER LA CONFERENZA DI RISTRUTTURAZIONE DI TUTTO IL DEBITO EUROPEO!

lunedì 26 gennaio 2015

Mike "Mish" Shedlock, consulente investimenti presso SitkaPacific Capital Management e autore del blog MISH'S Global Economic Trend Analysis, fa notare che la ribellione contro i dettami di Bruxelles sta prendendo sempre più forma. Syriza sta diventando fonte di ispirazione per tutti. 

Il governo di Dublino potrebbe voltare le spalle alla Merkel e decidere di sostenere la ristrutturazione del debito pianificata da Tsipras. 

"Why Ireland should support Greek plan to write down euro-zone public debt", titola un articolo pubblicato sull'Irish Times e firmato dalla penna di Denis Staunton. 

Che scrive: "Contrariamente a quanto si dice in molti casi, Syriza non sta minacciando un default unilaterale, ma desidera che il peso del debito della Grecia venga considerato all'interno di una più ampia ristrutturazione del debito sovrano in Eurozona. Il suo leader, Alexis Tsipras, chiede una "European Debt Conference", basata sulla Conferenza di Londra del 1953, che svalutò la metà del debito della Germania del dopo guerra, ed estese il periodo di ripagamento del debito restante per decenni". 

L'articolista irlandese aggiunge: "Così come ha ammesso lo stesso Hans-Werner Sinn, tra i principali economisti della Germania e vice direttore dell'Ifo Institute for Economic Research, la conferenza del 1953 fu, insieme al Piano Marshall, un fattore chiave nel garantire alla Germania il miracolo economico post bellico". 

La famosa conferenza - più volte citata da Tsipras e della quale la Germania sembra avere "perso il ricordo" -  si svolse precisamente dal 28 febbraio al 28 agosto del 1952 e stabilì la svalutazione del debito tedesco l'anno successivo, grazie a un accordo tra 20 nazioni creditrici (incluse Grecia, Portogallo e Irlanda).  "L'accordo finale svalutò più della metà dei debiti della Germania, estese il tempo dei rimborsi relativi al debito rimanente per 30 anni e stabilì che, dal 1953 al 1958, la Germania avrebbe dovuto pagare solo gli interessi", scrive l'Irish Times.

Certamente è vero che la situazione oggi è diversa da quella di decenni fa, ma Staunton fa notare che "la proposta di Syrizia di gestire il problema dei debiti complessivi dell'Europa in modo multilaterale riconosce che il debito sovrano dell'Eurozona non può essere più considerato semplicemente come un problema nazionale". 

L'acuto giornalista ricorda il documento pubblicato lo scorso novembre dal capo economista di Syriza, John Milios, secondo il quale una nuova eventuale conferenza dovrebbe svalutare tutto il debito pubblico dell'Eurozona di più del 50% del Pil, dunque di più di 4.000 miliardi di euro". Con questo piano, la Bce acquisterebbe tutto il debito al di sopra della soglia del 50% e lo convertirebbe in bond a interessi zero, che sarebbero ripagati dai governi creditori nell'arco di diversi decenni". 

Se la proposta divenisse effettiva, "si svaluterebbero 228 miliardi dei 319 miliardi dei debiti della Grecia, mentre i 203 miliardi di debiti dell'Irlanda verrebbero tagliati di 121 miliardi di euro". Per questo, secondo Denis Staunton, "l'Irlanda dovrebbe sostenere l'idea di una Conferenza europea sul debito sul modello della Conferenza di Londra del 1953, per salvare se stessa e l'Eurozona". 

E in tutto questo, anche l'autorevole quotidiano spagnolo online "El Confidencial" che è noto per le sue posizioni considerate moderate in area socialdemocratica tanto da essere stato anche riconosciuto tale dal giornale progressita britannico "The Guardian" si riferisce all'Irish Times scrivendo "Ireland stands out: supports a conference to restructure debt and includes Spain". Che in pratica significa: l'Irlanda appoggia la conferenza internazionale per la ristrutturazione del debito  e include la Spagna.

Di fatto, la netta posizione di Stipras sta facendo proseliti con una vlocità impressionante: l'Irlanda e anche la Spagna sarebbero in procinto di affiancarsi alla Grecia.

Redazione Milano

Nota.

Link articolo Irish Times: irishtimes.com/opinion/why-ireland-should-support-greek-plan-to-write-down-euro-zone-public-debt-1.2060653 

Link articolo El Confidencial: elconfidencial.com/economia/2015-01-25/irlanda-se-desmarca-apoya-una-conferencia-para-reestructurar-deuda-e-incluye-a-espana_625040/ 


DA IRLANDA (E SPAGNA) ARRIVA L'APPOGGIO A TSIPRAS PER LA CONFERENZA DI RISTRUTTURAZIONE DI TUTTO IL DEBITO EUROPEO!


Cerca tra gli articoli che parlano di:

SPAGNA   IRLANDA   TAGLIO   DEBITO   CONFERENZA   INTERNAZIONALE   EURO   UE   BCE   TSIPRAS   GERMANIA   ELEZIONI   VITTORIA   SYRIZA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO, ITALIA RISCHIO PRINCIPALE)

MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO,

martedì 21 febbraio 2017
BERLINO - "L'Italia e' il 'rischio principale' della stabilita' dell'euro". Lo scrive il senior economist di Deutsche Bank Marco Stringa in un report, secondo quanto riporta l'agenzia internazionale
Continua
 
MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA DEI TASSISTI

MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA

lunedì 20 febbraio 2017
Qualcuno nel Pd non ci sta a sentirsi responsabile del pasticcio combinato dal governo sulla questione Uber: "In questi giorni la città è bloccata dai tassisti, ma non hanno torto loro:
Continua
LA STAMPA FRANCESE SCHIANTA IL JOBS ACT DI RENZI: ''HA INTRODOTTO I CONTRATTI-STAGE PER I GIOVANI, LI USANO GLI OVER 45''

LA STAMPA FRANCESE SCHIANTA IL JOBS ACT DI RENZI: ''HA INTRODOTTO I CONTRATTI-STAGE PER I GIOVANI,

lunedì 20 febbraio 2017
PARIGI - Se in Italia trovare lavoro fisso e' molto difficile, non e' cosi' per i contratti da stagista il cui numero e' letteralmente esploso: e' questo l'aspetto degli ultimi dati sul mercato del
Continua
 
INCHIESTA / FRANCIA: 82% CONTRO LA UE. GERMANIA: 81% HA PAURA DELLA UE. POLONIA E SVEZIA: 1° PERICOLO MIGRANTI ISLAMICI

INCHIESTA / FRANCIA: 82% CONTRO LA UE. GERMANIA: 81% HA PAURA DELLA UE. POLONIA E SVEZIA: 1°

lunedì 20 febbraio 2017
LONDRA - Che l'opposizione all'Unione Europea sia in crescita e' un dato di fatto riconosciuto anche dai parassiti di Bruxelles ma come stanno realmente le cose? Alcuni giorni fa il centro studi
Continua
INCHIESTA / ECCO I VERI DATI DI PIL E DISOCCUPAZIONE DEI PAESI DELL'EURO A CONFRONTO CON QUELLI EUROPEI SENZA EURO

INCHIESTA / ECCO I VERI DATI DI PIL E DISOCCUPAZIONE DEI PAESI DELL'EURO A CONFRONTO CON QUELLI

venerdì 17 febbraio 2017
I media di regime continuano a propagandare il mito che “fuori dall’euro c’è solo miseria, povertà disoccupazione”, unito al mantra che il Regno Unito sta
Continua
 
LA CIA SPIO' MARINE LE PEN SARKOZY HOLLANDE INTROMETTENDOSI NELLE ELEZIONI PRESIDENZIALI DEL 2012 SU ORDINE DI OBAMA

LA CIA SPIO' MARINE LE PEN SARKOZY HOLLANDE INTROMETTENDOSI NELLE ELEZIONI PRESIDENZIALI DEL 2012

venerdì 17 febbraio 2017
WASHINGTON - Tutti i principali partiti politici francesi sono stati spiati dalla Cia durante l'amministrazione Obama, nei sette mesi che hanno portato alle elezioni presidenziali del 2012. Lo ha
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
STRAVINCE TSIPRAS CHE CONQUISTA LA GRECIA, EXIT POLL MOSTRANO DATI TRAVOLGENTI: SYRIZA 35-39% HA MAGGIORANZA E GOVERNO

STRAVINCE TSIPRAS CHE CONQUISTA LA GRECIA, EXIT POLL MOSTRANO DATI TRAVOLGENTI: SYRIZA 35-39% HA
Continua

 
QUALCUNO SAPEVA IN ANTICIPO CHE IL GOVERNO AVREBBE VARATO UN PROVVEDIMENTO SULLE BANCHE POPOLARI, ENORMI SPECULAZIONI

QUALCUNO SAPEVA IN ANTICIPO CHE IL GOVERNO AVREBBE VARATO UN PROVVEDIMENTO SULLE BANCHE POPOLARI,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!