63.335.366
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DRAGHI VARA LA FINE DELL'EURO: PERCHE' RIMANERCI, SE L'ITALIA DEVE GARANTIRE DA SOLA L'ACQUISTO DEI PROPRI TITOLI?

giovedì 22 gennaio 2015

Francoforte - Il presidente della Bce ha annunciato oggi azioni specifiche della Bce per contrastare sia la deflazione che la crisi economica che si riassumono in due principali punti.

Il primo: la Bce varerà un programma di acquisto di titoli di stato delle nazioni dell'eurozona per l'importo di 60 miliardi di euro al mese fino al 2016 come minimo, ma anche dopo se non ci saranno miglioramenti. Il totale complessivo dell'operazione è di mille e cento miliardi di euro al minimo, di più in maniera indefinita se il quantitative easing dovesse continuare oltre il 2016.

Il secondo: il rischio sull'acquisto sarà solo marginalmente della Bce, cioè condiviso fra tutti gli stati che usano l'euro, il rischio principale è a carico delle singole banche centrali nazionali, con una percentuale dell'80% a carico di queste ultime e solo il 20% a carico della Bce. Questo significa che la "copertura" del valore dei titoli acquistati tramite questa colossale operazione di quantitative easing sarà per l'80% a carico delle nazioni i cui titoli di stato sono stati acquistati.

Bene, anzi. Malissimo.

E del tutto evidente che le decisioni della Bce sono state completamente assoggettate alla volontà della Germania, la quale non vuole per nessuna ragione condividere il rischio del QE con le altre nazioni che pur usano come lei l'euro. 

In secondo luogo, che per quel che riguarda l'Italia è certamente primo e fondamentale, questa mossa della Bce scarica sul Tesoro italiano (dalle casse semi vuote) l'80% del rischio di utilizzare il QE, perchè per ogni acquisto di Btp o altri titoli al fine di monetizzarli, l'80% della "copertura" sarà a carico di Banca d'Italia, che dovrà attingere alle proprie riserve per garantirli. Una follia.

L'aspetto davvero drammatico della decisione della Bce consiste nella frammentazione dell'euro, non più valuta unica europea, ma valuta assoggettata alle singole banche nazionali, che si assumono in prima persona il rischio di rendere liquidi - proprio in euro! - i rispettivi titoli di stato.

L'euro con la mossa della Bce, diventa una valuta asimmetrica, ma prima ancora, c'è da domandarsi: per quale motivo l'Italia deve continuare ad usarlo, visto che quando si stratta di rispettare le regole - volute dalla Bce - del Fiscal Compact e della vigilanza sul sistema bancario nazionale passato a Francoforte, l'Italia deve obbligatoriamente seguire le regole anche con costi altissimi, quando invece si tratta di ottenere liquidità dai propri titoli di stato, la Bce si chiama fuori e l'Italia se vuole se li deve comprare - praticamente - con i propri soldi?

Draghi, e con lui la Germania che si staglia potente alle sue spalle e ha imposto questo QE capestro, hanno di fatto offerto un motivo formidabile all'Italia per uscire dall'euro e non solo all'Italia, a tutti gli stati che avrebbero dovuto - finalmente - trarre vantaggi da questa operazione e invece si sono trovati con in mano un pugno di mosche.

Inoltre, per capire ancora di più quanto causi frammentazione la decisione della Bce presa oggi, basta aggiungere quanto Draghi ha spiegato al riguardo della Grecia: il quantitative easing varato oggi la Grecia lo potrà usare solo se rispetterà il diktat della Troika. Pazzesco. Questa non è una banca, è una piovra politico finanziaria che vuole dominare l'Europa obbligando i popoli a fare quel che la Troika impone loro di fare. La fine dell'euro non è mai stata così vicina come oggi.

max parisi

 


DRAGHI VARA LA FINE DELL'EURO: PERCHE' RIMANERCI, SE L'ITALIA DEVE GARANTIRE DA SOLA L'ACQUISTO DEI PROPRI TITOLI?


Cerca tra gli articoli che parlano di:

DRAGHI   BCE   EURO   FINE DELL'EURO   CRISI   FRATTURA   GERMANIA   TESORO   GOVERNO   QE   QUANTITATIVE EASING   UE   BRUXELLES    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI POPOLI E ALLE AUTONOMIE''

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI

mercoledì 19 settembre 2018
MILANO - Autonomie locali ed Europa è stato il tema al centro del convegno 'A glocal vision for the future of Europe', summit organizzato dall'Ecr , l'European conservatives & reformist
Continua
 
RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO COMBINATO DA MIO PADRE

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO

martedì 18 settembre 2018
MILANO - L'assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in una nota commenta la notizia di una ragazza pachistana, che ha inviato una lettera alla
Continua
NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO VINO MARSALA CINESE

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO

martedì 18 settembre 2018
I dazi imposti dal presidente Trump alla Cina fanno emergere la concorrenza sleale, oltre che la pessima qualità dei prodotti, messa in atto dal gigante asiatico anche ai danni dell'Italia.
Continua
 
SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA (LIBERO GIA' DOMANI?)

SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA

lunedì 17 settembre 2018
ROMA - Un 31enne del Bangladesh, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Quadraro perché sorpreso in via Labico, pronto a spacciare
Continua
QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO PAESI A RICOSTRUIRLI''

QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO

lunedì 17 settembre 2018
LONDRA - L'Europa appartiene agli europei e tutti i rifugiati dovrebbero ritornare ai loro paesi per ricostruirli. Questo e' cio' che pensano tutte le persone di buonsenso, ma la vera sorpresa sta
Continua
 
SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL  LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA CONCRETA FELICITA'

SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA

domenica 16 settembre 2018
"Hanno capito che il loro tempo e' finito, stanno tornando i valori veri che non sono la finanza ma il diritto alla vita, al lavoro, alla sicurezza alla felicita' ad avere piedi piantati per terra.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
INCHIESTA FINANZIARIA / I FAMOSI ''MERCATI'' CHE NE PENSANO DELLE MOSSE DELLA BCE PREVISTE DOMANI? RISPONDONO GLI ANALISTI

INCHIESTA FINANZIARIA / I FAMOSI ''MERCATI'' CHE NE PENSANO DELLE MOSSE DELLA BCE PREVISTE DOMANI?
Continua

 
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / COSA DAVVERO C'E' D'ASPETTARSI DALLA UE DOPO LE ELEZIONI IN GRECIA (STAMPA ITALIANA TACE)

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / COSA DAVVERO C'E' D'ASPETTARSI DALLA UE DOPO LE ELEZIONI IN GRECIA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

UNGHERIA: L'ONU DIFFONDE BUGIE SULL'UNGHERIA NON SAREMO MAI UN

19 settembre - GINEVRA - Il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto ha accusato
Continua

WALL STREET JOURNAL: ''FACEBOOK DA ANNI ACCEDE A INFORMAZIONI

19 settembre - NEW YORK - Si preannuncia uno scandalo enorme, che potrebbe portare il
Continua

COORDINATORE DELLA LEGA NORD SARDEGNA: ATTENTATO PER UCCIDERMI

19 settembre - SASSARI - ''Volevano uccidermi. In giornata presentero' un esposto alla
Continua

MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO: ''LAVORIAMO PER ABOLIRE IL

19 settembre - ''Stiamo lavorando all'abolizione del superticket (la tassa di 10 euro
Continua

ESPLOSIONE NELLA NOTTE IN UNO STABILE DOVE RISIEDONO 24

19 settembre - VERONA - E' un passante l'unico ferito in modo non grave dell'esplosione
Continua

L'OLANDA SI ''ACCORGE'' DELL'INVASIONE AFRICANA DELLA UE... (E

19 settembre - AMSTERDAM - Il ministro dell'Interno olandese, Mark Harbers, ha scritto
Continua

L'UNGHERIA SI RIBELLA E RIGETTA LA CONDANNA UE: ACCUSE INGIUSTE E

18 settembre - BUDAPEST - L'Ungheria si ribella all'aggressione Ue. Il Parlamento
Continua

LE MONDE SI ACCORGE CHE MARINE LE PEN POTREBBE VINCERE LE ELEZIONI

18 settembre - Sottovalutare il peso politico della presidente del Rassemblement
Continua

SALVINI: EFFICACE PRIMO UTILIZZO DEL TASER. COMPLIMENTI ALLE FORZE

18 settembre - Primo utilizzo del Taser. È successo ieri sera a Reggio Emilia, quando
Continua

VERTICE DI SALISBURGO SUI MIGRANTI SARA' L'ENNESIMO BUCO NELL'ACQUA

18 settembre - BRUXELLES - Al vertice di Salisburgo il premier Giuseppe Conte
Continua
Precedenti »