62.683.162
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MARINE LE PEN SCRIVE UN EDITORIALE SUL NEW YORK TIMES! E ATTACCA BUONISMO E VIGLIACCHERIA DELLA UE CON L'ISLAM RADICALE

lunedì 19 gennaio 2015

NEW YORK - Diversi leader occidentali hanno negato (l'evidenza) che dietro i recenti attacchi di Parigi si celasse un movente di natura religiosa: il presidente francese, Francois Hollande, ha parlato di "oscurantismo"; martedi' scorso il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, ha dedicato cinque minuti a spiegare per quale ragioni il presidente Barack Obama preferisca evitare la locuzione "radicalismo islamico".

Marine Le Pen non ha di questi problemi. In un editoriale pubblicato sul "New Yor Times" di oggi, la leader della destra nazionalista francese cita un aforisma del filosofo Albert Camus: "Non attribuire alle cose il loro nome e' partecipare all'infelicita' del mondo", e parte all'attacco della "ipocrisia" del ministro degli Esteri francese Lauent Fabius, che dal suo vocabolario "ha eliminato i termini 'islamista', 'fondamentalismo islamico' e persino 'Stato islamico', (...) preferendovi al limite il termine arabo 'Daesh'".

La Francia, scrive Le Pen, "terra dei diritti umani e delle liberta', e' stata attaccata da una ideologia totalitaria: il fondamentalismo islamico". I mussulmani, scrive la leader del Front national, "hanno bisogno di udire questo messaggio. Hanno bisogno che la differenza tra il terrorismo islamico e la loro fede venga espressa con chiarezza", ma "una distinzione e' possibile soltanto a patto che uno sia disposto a identificare la minaccia". Solo allora, "inizia il lavoro vero", che l'amministrazione francese "non ha intrapreso".

"Tutto dev'essere rivisto, dai servizi d'intelligence alle forze di polizia, dal sistema carcerario alla sorveglianza delle reti jihadiste". Le forze di sicurezza francesi "non ci hanno deluso, ma il loro operato e' ostacolato dagli errori commessi da chi le coordina". E anche questi errori, scrive la Le Pen, vanno chiamati col loro nome: primo tra tutti, "il dogma della liberta' di movimento di persone e cose" all'interno dell'Unione Europea; un assunto ideologico cosi' graniticamente radicato nell'ideologia europeista che "la sola idea di istituire nuovamente controlli alle frontiere viene accolta al pari di una eresia".

Eppure, accusa la politica francese, "ogni anno tonnellate di armi entrano illegalmente in territorio francese dai Balcani, e centinaia di jihadisti si muovono liberamente all'interno dell'Europa". Il secondo "errore", stando a Le Pen, e' "l'enorme flusso di immigrazione, legale e clandestina, subita dalla Francia negli ultimi decenni, che ha prevenuto una vera politica di assimilazione". Senza una politica che limiti il fenomeno dell'immigrazione, "diventa difficile, se non impossibile, combattere il comunitarismo e l'emergere di stili di vita in contrasto con la 'laicite'', la forma di secolarismo distintamente francese".

In terzo luogo, attacca Le Pen, "da anni la politica estera francese naviga tra Scilla e Cariddi: l'intervento di Sarkozy in Libia, il sostegno ai fondamentalisti siriani da parte di Francois Hollande, le alleanze con Stati che finanziano i jihadisti, come il Qatar e l'Arabia Saudita - accusa Le Pen - sono tutti errori che hanno gettato la Francia in una grave incoerenza geopolitica da cui fatichera' a rialzarsi".

"Noi francesi - conclude Le Pen - siamo visceralmente attaccati alla nostra laicite', alla nostra sovranita', alla nostra indipendenza, ai nostri valori. Il mondo sa che quando la Francia e' attaccata, e' la liberta' a subire un colpo. Io comincio col dire che le cose vanno chiamate col loro nome, e che alcuni nomi parlano per se': il nome del nostro paese, la Francia, suona ancora oggi come un grido di liberta'".

Redazione Milano


MARINE LE PEN SCRIVE UN EDITORIALE SUL NEW YORK TIMES!  E ATTACCA BUONISMO E VIGLIACCHERIA DELLA UE CON L'ISLAM RADICALE




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA POLIZIA TEDESCA VIETA A PEGIDA DI MANIFESTARE A DRESDA: ''PERICOLO REALE DI ATTENTATO'' MA LA FAZ SCRIVE: ''HA DIRITTO!''

LA POLIZIA TEDESCA VIETA A PEGIDA DI MANIFESTARE A DRESDA: ''PERICOLO REALE DI ATTENTATO'' MA LA
Continua

 
L'ISLANDA RITIRA UFFICIALMENTE LA DOMANDA DI ADESIONE ALLA UE! E IL PIL CRESCE DEL 5% DAL 2013 (L'82% NON VUOLE L'EURO)

L'ISLANDA RITIRA UFFICIALMENTE LA DOMANDA DI ADESIONE ALLA UE! E IL PIL CRESCE DEL 5% DAL 2013
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!