56.323.082
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'OTTUSA SIGNORA MERKEL DICE NO ALLA FINE DELLE SANZIONI ALLA RUSSIA (CONTRO LA STESSA CONFINDUSTRIA TEDESCA)

venerdì 9 gennaio 2015

BERLINO - "Nein!" La cancelliera Merkel si è detta contraria ad una progressiva revoca delle sanzioni europee contro la Russia. Dopo l'incontro con il premier ucraino Arsenj Jatsenjuk, ieri, la Merkel ha escluso un progressivo allentamento della politica sanzionatoria contro Mosca, anche nel caso di progressi nell'attuazione dell'accordo di Minsk per favorire una deescalation nell'Est dell'Ucraina.

"Penso che prima di revocare queste sanzioni dobbiamo vedere applicato l'accordo di Minsk nella sua interezza", ha dichiarato Merkel, che con queste parole ha chiuso alle richieste di deescalation formulate da alcuni governi europei - capofila la Francia - e da parti molto importanti del mondo politico ed economico tedesco, ad esempio la stessa confindustria.

Durante la sua visita a Berlino, il premier ucraino ha chiesto nuovi aiuti finanziari: a seguito "dell'intervento russo", infatti, l'Ucraina ha perso il 20 per cento della sua economia nazionale e la produzione industriale e' calata del 10 per cento, ha dichiarato ieri Jatsenjuk in un'intervista al quotidiano "Frankfurter Allgemeine Zeitung".

Per questo il suo Paese necessita di piu' dei 17 miliardi di dollari promessi nel 2014 dal Fondo Monetario Internazionale, denaro per altro mai arrivato a Kiev.

Jatsenjuk non ha voluto nominare somme precise, ma non ha nemmeno smentito le notizie che parlano di un ulteriore iniezione di denaro da 15 miliardi di dollari, che Kiev intenderebbe far "scucire" alla Ue.

Il suo paese - a detta di Jatsenjuk - starebbe facendo di tutto "per gestire la crisi": un impegno elogiato dalla stessa cancelliera, che ha definito le politiche del nuovo governo ucraino "ambiziose e risolute" due parole che la Merkel usa spesso...

Intanto si inasprisce lo scontro tra l'Ucraina e la Russia sui giacimenti di gas nel Mar Nero. La compagnia statale ucraina Naftogaz sta valutando l'idea di avviare un'azione legale contro la Russia: "Attualmente la nostra azienda non ha accesso a molti dei suoi giacimenti in alto mare", ha dichiarato il numero uno di Naftogaz Andrij Kobolev al quotidiano "Sueddeutsche Zeitung". Questi giacimenti, infatti, si trovano sotto il controllo della Russia, o per meglio dire sono in acque territoriali della Crimea. Uno scontro che fa emergere una sfaccettatura del conflitto tra Kiev e Mosca finora trascurata: dopo l'annessione della Crimea, infatti, la Russia - di cui ora la Crimea fa parte dopo il referendum popolare che ne ha decretato l'unione - ha rivendicato anche l'accesso esclusivo alla zona economica al largo della Penisola (nelle sue acque territoriali) compresi ovviamente i giacimenti di gas e petrolio. Naftogaz intende quindi appellarsi ai tribunali internazionali, con un esisto ovviamente nullo. 

Redazione Milano


L'OTTUSA SIGNORA MERKEL DICE NO ALLA FINE DELLE SANZIONI ALLA RUSSIA (CONTRO LA STESSA CONFINDUSTRIA TEDESCA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MERKEL   SANZIONI   RUSSIA   GERMANIA   UCRAINA   KIEV   MOSCA   GAS   PETROLIO   MAR NERO   BERLINO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
I DUE KILLER ISLAMICI DELLA STRAGE DELL'HEBDO ERANO ''VECCHIE CONOSCENZE'' DEI SERVIZI SEGRETI FRANCESI (HOLLANDE VATTENE)

I DUE KILLER ISLAMICI DELLA STRAGE DELL'HEBDO ERANO ''VECCHIE CONOSCENZE'' DEI SERVIZI SEGRETI
Continua

 
MI5: FRATELLI KILLER DELL'HEBDO ''CONNESSI'' CON TERRORISTI ISLAMICI A LONDRA! COULIBALY INCONTRO' SARKOZY (BOOM!)

MI5: FRATELLI KILLER DELL'HEBDO ''CONNESSI'' CON TERRORISTI ISLAMICI A LONDRA! COULIBALY INCONTRO'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »