65.502.369
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

I DUE KILLER ISLAMICI DELLA STRAGE DELL'HEBDO ERANO ''VECCHIE CONOSCENZE'' DEI SERVIZI SEGRETI FRANCESI (HOLLANDE VATTENE)

giovedì 8 gennaio 2015

PARIGI - Mentre Parigi piange Charlie Hebdo e in Piccardia continua la caccia all'uomo, la Francia torna a interrogarsi sull'efficacia dei sistemi di sorveglianza dei potenziali soggetti pericolosi sul suo territorio. Anche questa volta infatti, come per l'assassino di Tolosa Mohamed Merah e l'assalitore del Museo ebraico di Bruxelles Mehdi Nemmouche, uno dei killer era gia' noto alle forze dell'ordine come musulmano radicalizzato, ed era addirittura gia' stato in prigione per aver fatto parte di un gruppo jihadista. Il piu' giovane dei due fratelli, Cherif Kouachi, era stato fermato nel 2005, mentre si apprestava a partire per Damasco da cui intendeva poi raggiungere l'Iraq, per unirsi alle milizie di fondamentalisti islamici nel Paese.

Nello stesso anno, l'allora ventitreenne era addirittura apparso in un reportage televisivo, una puntata della trasmissione d'inchiesta 'Pieces a conviction' di France 3 sulla radicalizzazione dei giovani islamici. Presentato come un "allievo assiduo" dell'imam estremista Farid Benyettou, che dal 19/o arrondissement di Parigi convinceva dei volontari ad andare a combattere in Iraq. "Farid mi ha detto che i testi (sacri) danno prove dei benefici degli attacchi suicidi - raccontava Cherif agli autori del reportage - E' scritto nei testi che e' una cosa giusta morire da martiri".

Tre anni dopo, nel 2008, Cherif Kouachi viene condannato, proprio per la sua appartenenza a questa 'filiera jihadista', a tre anni di carcere di cui 18 mesi con la condizionale. Ma una volta uscito di prigione riesce a sfuggire alla sorveglianza dei servizi segreti e tornare nell'anonimato, spostandosi da Parigi alla piu' periferica Reims. E ora in molti si chiedono se non sarebbe stato possibile accorgersi della sua pericolosita'. "Il parlamento vorra' necessariamente sapere, non ho ancora risposte per queste domande", ha detto stamattina il premier Manuel Valls, sottolineando che al momento "la priorita' e' arrestare i terroristi che hanno compiuto questo atto abominevole". Interpellato dalla radio France Info, l'avvocato specializzato in terrorismo Thibauld de Montbrial mette in causa i mezzi limitati dell'intelligence: "I nostri servizi sono molto efficaci, ma la direzione generale della sicurezza interna non ha un numero di funzionari estensibile all'infinito", spiega, sottolineando che non sempre e' possibile monitorare in modo costante e preciso tutti i potenziali sospetti.

Redazione Milano.


I DUE KILLER ISLAMICI DELLA STRAGE DELL'HEBDO ERANO ''VECCHIE CONOSCENZE'' DEI SERVIZI SEGRETI FRANCESI (HOLLANDE VATTENE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FRATELLI   KOUACHI   KILLER   ISLAMICI   CHARLIE HEBDO   SICARI   ISLAM   FRANCIA   SERVIZI SEGRETI   HOLLANDE   PARIGI   STRAGE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE, UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ADESSO I CORROTTI FINIRANNO DAVVERO IN GALERA

NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE, UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ADESSO I CORROTTI FINIRANNO

giovedì 13 dicembre 2018
La nuova legge anti corruzione, definita "spazzacorrotti" incassa anche il secondo via libera da parte del Senato, e si appresta a compiere l'ultimo giro di boa verso l'approvazione definitiva alla
Continua
 
LA NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE E' UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ORA I CORROTTI FINIRANNO DAVVERO IN GAL

LA NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE E' UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ORA I CORROTTI FINIRANNO

giovedì 13 dicembre 2018
La nuova legge anti corruzione, definita "spazzacorrotti" incassa anche il secondo via libera da parte del Senato, e si appresta a compiere l'ultimo giro di boa verso l'approvazione definitiva alla
Continua
IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E SMENTISCONO MOSCOVICI)

IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E

giovedì 13 dicembre 2018
"Continuiamo a sostenere con convinzione la nostra proposta. Piena fiducia nel lavoro di Conte. Siamo persone di buon senso e soprattutto teniamo fede a ciò che avevamo promesso ai cittadini,
Continua
 
MOSCOVICI ''TIENE FAMIGLIA'' E TRA POCHI MESI SARA' DISOCCUPATO: CHI PIU' DEL (DA  LUI) SALVATO MACRON POTRA' AIUTARLO?

MOSCOVICI ''TIENE FAMIGLIA'' E TRA POCHI MESI SARA' DISOCCUPATO: CHI PIU' DEL (DA LUI) SALVATO

mercoledì 12 dicembre 2018
BRUXELLES - Per tentare di soddisfare le rivendicazioni dei gilet gialli e provare a porre fine alla loro protesta,Macron è stato costretto, pena una vera "rivoluzione" di piazza in tutta la
Continua
REGIONE LOMBARDIA STANZIA 26 MILIONI DI EURO PER LE  PICCOLE E MEDIE IMPRESE. FONTANA: ATTENZIONE A PMI E' FONDAMENTALE

REGIONE LOMBARDIA STANZIA 26 MILIONI DI EURO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE. FONTANA: ATTENZIONE A

mercoledì 12 dicembre 2018
MILANO - Oltre 26 milioni di euro per rifinanziare importanti bandi a favore delle micro, piccole e medie imprese. La Giunta della Regione Lombardia, su proposta dell'assessore allo Sviluppo
Continua
 
LA COMMISSIONE UE DA' DEL BUGIARDO A MACRON: ''LE SUE SONO SOLO PAROLE, PER NOI VALE IL DOCUMENTO DI BILANCIO PRESENTATO''

LA COMMISSIONE UE DA' DEL BUGIARDO A MACRON: ''LE SUE SONO SOLO PAROLE, PER NOI VALE IL DOCUMENTO

martedì 11 dicembre 2018
BRUXELLES - Nella sostanza, la Commissione Ue ha dato del "parolaio" e implicitamente del bugiardo al presidente francese Macron.  "La situazione e' questa: in Francia per ora abbiamo un
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CHARLIE HEBDO' SARA' IN EDICOLA MERCOLEDI' PROSSIMO CON UN 1.000.000 DI COPIE (NE SPEDIREMO UNA ALLA TOMBA DI MAOMETTO)

CHARLIE HEBDO' SARA' IN EDICOLA MERCOLEDI' PROSSIMO CON UN 1.000.000 DI COPIE (NE SPEDIREMO UNA
Continua

 
L'OTTUSA SIGNORA MERKEL DICE NO ALLA FINE DELLE SANZIONI ALLA RUSSIA (CONTRO LA STESSA CONFINDUSTRIA TEDESCA)

L'OTTUSA SIGNORA MERKEL DICE NO ALLA FINE DELLE SANZIONI ALLA RUSSIA (CONTRO LA STESSA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!