89.531.488
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MAGGIORI ECONOMISTI AMERICANI CONCORDANO: DALL'USCITA DELLA GRECIA DALL'EURO TURBOLENZE PEGGIORI DEL FALLIMENTO LEHMAN

lunedì 5 gennaio 2015

La paura che, con l’arrivo di un nuovo Governo, l’ex potenza ellenica abbandoni l’area euro, è divenuta tangibile e concreta. A detta di alcuni dei maggiori economisti, questa potrebbe portare a turbolenze sui mercati finanziari europei così consistenti da essere maggiori anche al fallimento della Lehman Brothers.

Barry Eichengreen, storico dell'economia presso l'Università della California (Berkeley), ha spiegato che la decisione di Atene potrebbe essere la scintilla di un enorme falò: quello che manderebbe in fumo l’Eurozona.

Lasciata da parte, come potrebbe la Grecia sopravvivere da sola al di fuori della zona euro - si chiede lo studioso.E prosegue: "E' interessante notare come, in primo luogo, a risentirne sarebbe il comparto bancario europeo, che tanto ha faticato per riacquisire una stabilità strutturale d’insieme. Stabilità, questa stessa, valutata secondo i parametri statunitensi, i quali, a livello di concretezza delle poste, dovrebbero forse farsi un esame di coscienza". Ma sarebbe una catastrofe comunque.

Grecia fuori dall’euro, quindi? Sì, e con gli interessi... Se così fosse, c’è poco da prevedere: il fallimento dell’unione monetaria risulterebbe chiaro come un errore a china nera sul foglio bianco: incancellabile.

"Nel breve periodo” ha affermato Eichengreen, “sarebbe una Lehman Brothers al quadrato”, con i politici europei che, mantenendo l’aplomb che li ha contraddistinti dallo scoppio della crisi, ”dovrebbero ingoiare in silenzio ancora una volta" e stipulare i compromessi necessari per mantenere la Grecia nella unione monetaria. "Tenere la zona euro assieme sarà costoso, difficile e doloroso per i politici, ma se questa si dovesse rompere, sarà ancora più costoso e più difficile”.

Trovare una strada alternativa sarebbe dunque plausibile e comprensibile, specie per paesi (la Germania) che nell’euro ci hanno creduto fermamente, sia per questioni di principio, sia per la convinzione di poter prevaricare su tutti. Parole come pietre.

Oltre a Eichengreen, altri 3 dei maggiori economisti americani si sono dimostrati pessimisti circa le prospettive per il progetto “moneta unica”.

Jeffrey Frankel, Professore di economia presso la Harvard University, ha detto che gli investitori mondiali “si sono accumulati sui mercati europei” nel corso degli ultimi anni, mentre ora, ci sarà probabilmente una ripetizione dei periodi di turbolenze e gli spread tra titoli sovrani europei potrebbero nuovamente allargarsi.

Ciò tornerebbe a segnare la disomogeneità tra i paesi membri e, dunque, un’ancora elevata lacuna di fondo che potrebbe aprire nuovi spiragli d’uscita agli stati in difficoltà.

Mentre Kenneth Rogoff, ex chief economist presso il Fondo Monetario Internazionale, nonché Professore di Harvard, ha sostenuto che l'euro "è un disastro storico”. Ciò, tuttavia, ”non significa che sia facile da rompere," ma che, piuttosto, costringerà i paesi che ne fanno parte a trovare una soluzione univoca volta al minor dispendio possibile di energie. Se questo sia fattibile, è questione da discutere.

Martin Feldstein, critico di lunga data sul progetto euro, ha detto che tutti i tentativi intrapresi dall’Europa e volti a tornare in una società di crescita sana hanno fallito. “Penso che non ci sia un modo per porre fine alla crisi dell'euro", ha detto Feldstein. Le opzioni in discussione per arginare la crisi, tra cui la possibilità di lanciare un Quantitative Easing su larga scala da parte della Banca centrale europea, “non sono a mio giudizio suscettibili di successo", ha sottolineato.

Il modo migliore per garantire la sopravvivenza dell’euro, a detta di Feldstein, sarebbe che ogni singolo Stato membro della zona euro adottasse le proprie politiche fiscali per stimolare la domanda, compreso il taglio dell'imposta sul valore aggiunto per i prossimi cinque anni, che potrebbe determinare un aumento della spesa dei consumatori e, dunque, un ripristino della domanda.

Come dargli torto? La vera domanda da porsi, tuttavia, è un’altra: se l’unico modo di salvare l’Eurozona è appellarsi alla libera iniziativa degli stati, l’Unione, precisamente, in cosa consiste? E soprattutto: a che accidenti serve, oltre a drenare monumentali risorse per mantere una casta faraonica di "funzionari" e oligarchi a Bruxelles?

 

Fonte notizia: News Trend Online - che ringraziamo.

Redazione Milano.


MAGGIORI ECONOMISTI AMERICANI CONCORDANO: DALL'USCITA DELLA GRECIA DALL'EURO TURBOLENZE PEGGIORI DEL FALLIMENTO LEHMAN




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA PRIMA FORZA IN ITALIA

SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA

venerdì 22 gennaio 2021
Tre ipotesi sul tavolo e in tutti tre i casi il centrodestra sarebbe in vantaggio. E' quanto testato nel sondaggio di Alessandra Ghisleri di Euromedia Research per 'Porta a porta' su tre scenari di
Continua
 
INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI RESPONSABILITA' LEGALE PER I DANNI

INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI

martedì 19 gennaio 2021
Il mistero sui vaccini, o meglio, sul loro prezzo, sui contratti firmati dalla Ue per acquistarli, sulla responsabilità legale in caso di effetti collaterali avversi, anzichè
Continua
RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO TRAVOLGE. NUOVE ELEZIONI

RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO

giovedì 14 gennaio 2021
AMSTERDAM - La coalizione di governo guidata dal premier Mark Rutte si riunira' domani per decidere se rassegnare le dimissioni a fronte delle crescenti polemiche riguardanti il caso di oltre 20mila
Continua
 
LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

martedì 12 gennaio 2021
Il nostro giornale ospita in apertura quanto scrive Matteo Renzi. Alcune delle sue posizioni sono apertamente condivisibili, e non temiamo di dirlo pubblicamente: "Il 22 luglio 2020 Italia Viva
Continua
MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

mercoledì 30 dicembre 2020
''Oltre alle vittime, nel nostro Paese più di 72 mila morti per Covid dall'inizio della pandemia, contiamo 390 mila imprese cancellate e più di 200 mila professionisti che hanno cessato
Continua
 
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / LA LEGGE DI (IN) STABILITA' DEL GOVERNO AUMENTA LE TASSE A TUTTI: 2015 ITALIANO DA INCUBO

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / LA LEGGE DI (IN) STABILITA' DEL GOVERNO AUMENTA LE TASSE A TUTTI:
Continua

 
DEFINITIVO SCHIAFFONE ALLA FRANCIA (DI HOLLANDE): NON E' PIU' LA QUINTA ECONOMIA DEL MONDO, L'INGHILTERRA L'HA SUPERATA!

DEFINITIVO SCHIAFFONE ALLA FRANCIA (DI HOLLANDE): NON E' PIU' LA QUINTA ECONOMIA DEL MONDO,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA LOMBARDIA DEVE STARE IN ZONA ARANCIONE, I DATI LO DIMOSTRANO

22 gennaio - ''La Lombardia deve essere collocata in zona arancione. Lo evidenziano i
Continua

SALA PARAGONA LA THUNBERG AD ANNE FRANK DEPORTATA AD AUSCHWITZ, NON

22 gennaio - ''Paragonare Greta Thunberg ad Anne Frank e' un oltraggio alla memoria.
Continua

FDI: COME, I 5S NON VOGLIONO CESA MA SI TENGONO ZINGARETTI, ANCHE

22 gennaio - ''Il ragionamento del Movimento 5 Stelle sia simmetrico: se non si
Continua

131.090 PERSONE HANNO PRESO IL COVID SUL POSTO DI LAVORO (LO SCRIVE

22 gennaio - Le infezioni da nuovo Coronavirus di origine professionale denunciate
Continua

CIAMPOLILLO, LA TRAGEDIA DI UN SENATORE RIDICOLO

20 gennaio - ''Altro che Conte ter, benvenuti nel governo Ciampolillo I. Ammesso al
Continua

LA RUSSIA CHIEDE ALLA UE LA REGISTRAZIONE DEL VACCINO ANTI COVID

20 gennaio - MOSCA - Il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ha presentato
Continua

E' UFFICIALE: L'EUROZONA E' IN DEFLAZIONE, LE NAZIONI UE SENZA EURO

20 gennaio - A dicembre 2020, il tasso di inflazione annuo dell'eurozona si e'
Continua

CONFCOMMERCIO: PIL GENNAIO 2021 -0,8% E -10,7% DA GENNAIO 2020

19 gennaio - Confcommercio stima per gennaio un calo congiunturale del Pil, al netto
Continua

UDC: NO UNANIME ALLA FIDUCIA A CONTE AL SENATO

18 gennaio - ''La segreteria nazionale Udc, che si e' riunita nel pomeriggio, alla
Continua

AL CENTRODESTRA NON FU PERMESSO DA MATTARELLA FORMARE UN GOVERNO DI

18 gennaio - “Governo di minoranza accettabile? No, nel 2018 non fu permesso a
Continua

VERTICE DEL CENTRODESTRA ALLA CAMERA

18 gennaio - E' in corso a Montecitorio, il vertice del centrodestra per fare il
Continua

MATTEO SALVINI: ''CREDONO DI RISOLVERE QUESTA CRISI AFFIDANDOSI A

18 gennaio - Matteo Salvini: ''Renzi l'ha fatto nascere questo governo e adesso dopo
Continua

NEL 2020 ITALIA IN DEFLAZIONE E' LA TERZA VOLTA DAL 1954 (ALTRE DUE

18 gennaio - ''Nel 2020, la diminuzione dei prezzi al consumo in media d'anno (-0,2%)
Continua

TOTI: SE INVECE DEL CSX FOSSE STATO IL CDX A COMPORTARSI COSI' COME

18 gennaio - ''Vorrei capire cosa sarebbe successo se il centrodestra avesse dato
Continua

ARRIVA SAVIANO E PIERLUIGI BATTISTA LASCIA IL CORRIERE DELLA SERA

18 gennaio - ''Qui cane Enzo sta cercando le parole per dirci che si, dal 31 gennaio
Continua

SALVINI: SE CONTE NON HA IN NUMERI, DUE STRADE: VOTO O GOVERNO DI

18 gennaio - ''Oggi il problema per molte famiglie e' la salute con i vaccini che
Continua

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua
Precedenti »