47.211.279
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA LETTONIA SI SCHIERA APERTAMENTE CONTRO LE SANZIONI ALLA RUSSIA (NOTIZIA CENSURATA) MENTRE LA LITUANIA ENTRA NELL'EURO

sabato 3 gennaio 2015

La Lettonia come tutti gli stati baltici e' sempre stata ostile alla Russia ma anche tra i politici lettoni cresce l'opposizione verso le politiche antirusse adottate dall'Unione Europea e a tale proposito e' importante notare la dichiarazione fatta alcuni giorni fa da Nils Usakovs in un'intervista rilasciata all'agenzia russa TASS.

Per chi non ne avesse mai sentito parlare, questo signore e' il sindaco di Riga e in questa intervista ha spiegato come le sanzioni adottate contro la Russia stiano danneggiando l'economia lettone e nonazioni solo per via del calo delle esportazioni.

Il sindaco della capitale lettone e' preoccupato per il fatto che sempre meno turisti russi visitano il suo paese e teme che tra breve la compagnia petrolifera russa Transneft possa boicottare i porti della Lettonia e usare quelli russi, una decisione che danneggerebbe Riga visto che le attivita portuali sono uno dei settori trainanti dell'economia cittadina.

Per tale motivo Usakovs invita l'Unione Europea ad abbandonare questa politica fallimentare e forse la scelta di rilasciare un'intervista alla TASS non e' casuale ma ha lo scopo di far capire alle autorita' russe che non tutti i lettoni appoggiano le decisioni prese dai parassiti di Bruxelles e quindi esistono gli elementi per aprire un dialogo tra i due paesi.

D'altra parte il sindaco di Riga ha fatto capire che il suo scopo e' fare gli interessi della nazione e per quanto possa odiare la Russia sa benissimo che l'economia lettone e' fortemente dipendente da quella russa e ignorare questa realta' sarebbe una follia.

Al momento non e' chiaro se Federica Mogherini e i suoi colleghi abbiano intenzione di stare a sentire il sindaco di Riga ma quel che e' certo e' che questa intransigenza rischia di far crescere nei paesi baltici l'ostilita' verso la UE.

Ovviamente, in Italia in questi giorni si è dato molto risalto all'ingresso della confinante Lituania nell'euro e neppure una riga sulle posizioni anti sanzioni della Lettonia, che nell'euro è entrata a gennaio 2014. Questo dovrebbe fare capire che razza di censura e asservimento ai poteri degli oligarchi di Bruxelles esiste in Italia. 

GIUSEPPE DE SANTIS


LA LETTONIA SI SCHIERA APERTAMENTE CONTRO LE SANZIONI ALLA RUSSIA (NOTIZIA CENSURATA) MENTRE LA LITUANIA ENTRA NELL'EURO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

LETTONIA   RUSSIA   SANZIONI   EURO   LITUANIA   UE   RIGA   TURISMO   TASS    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'

lunedì 22 maggio 2017
LONDRA - Tutto coloro che sono nauseati dall'arrivo di finti rifugiati sulle coste italiane trasportati dalla LIbia da una sorta di "agenzia viaggi" per metà formata dalla mafie islamiche sul
Continua
 
CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE DALLO STATO NEL 2016

CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE

sabato 20 maggio 2017
La gravissima mancanza di liquidità, ovvero di denaro,  i ritardi burocratici, l'inefficienza di molte amministrazioni a emettere in tempi ragionevolmente brevi i certificati di pagamento
Continua
SCIENZA / RICERCATORI UNIVERSITA' DI PADOVA INVENTANO TECNICA PER SCOPRIRE LE BUGIE ATTRAVERSO L'USO DEL MOUSE

SCIENZA / RICERCATORI UNIVERSITA' DI PADOVA INVENTANO TECNICA PER SCOPRIRE LE BUGIE ATTRAVERSO

venerdì 19 maggio 2017
PADOVA - Ricercatori dell'Università di Padova hanno messo a punto una tecnica che, analizzando le traiettorie percorse dal mouse, è in grado di indicare se chi è al computer
Continua
 
SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI HOLLANDE E SARKOZY

SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI

venerdì 19 maggio 2017
PARIGI - Contrariamente alla tradizione, il neo presidente Emmanuel Macron ed il suo primo ministro Edouard Philippe non godranno di un periodo di "luna di miele" presso l'opinione pubblica francese:
Continua
SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E' RIMASTO CONTRARIO

SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E'

giovedì 18 maggio 2017
LONDRA - E' passato quasi un anno da quando il 52% dei cittadini britannici ha votato per far uscire la Gran Bretagna dalla UE, ma sarebbe un grave errore pensare che molti si siano pentiti di aver
Continua
 
ANCHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ECONOMIA DI MACRON ''TIENE FAMIGLIA'' (HA ASSUNTO LA MOGLIE IN PARLAMENTO COME FECE FILLON)

ANCHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ECONOMIA DI MACRON ''TIENE FAMIGLIA'' (HA ASSUNTO LA MOGLIE IN

mercoledì 17 maggio 2017
Il parlamento francese potrebbe essere soprannominato il club delle mogli. Lo scandalo di François Fillon, che ha ingaggiato la sua sposa Penelope come assistente parlamentare, pagandola circa
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / LA DEMOCRAZIA E' NATA IN GRECIA CHE SIA ANCORA LA GRECIA A RIPORTARLA IN EUROPA NEL 2015?

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / LA DEMOCRAZIA E' NATA IN GRECIA CHE SIA ANCORA LA GRECIA A
Continua

 
GERMANIA E FRANCIA PREPARANO LA FINE DELLE SANZIONI ALLA RUSSIA, CHE POTREBBE ESSERE DECRETATA IL PROSSIMO 15 GENNAIO

GERMANIA E FRANCIA PREPARANO LA FINE DELLE SANZIONI ALLA RUSSIA, CHE POTREBBE ESSERE DECRETATA IL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!