70.615.520
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IN ITALIA ESISTONO 1.896 SOCIETA' PUBBLICHE SENZA ADDETTI NE' PRODUZIONI D'ALCUN GENERE, MA CON CDA STRAPAGATI (LADRI)

venerdì 26 dicembre 2014

Da anni ormai si parla di tagliare gli sprechi e il governo Renzi non è stato da meno nel riempirsi la bocca di parole come "spending review" che tra l'altro in inglese ha un significato diverso da quello che intendono i nostri politici. Infatti mentre il significato originario è quello di migliorare l'efficienza della spesa pubblica, in Italia è stato inteso come tagliare tutto il possibile, così al massimo si spende meno, ma sicuro i servizi non migliorano.

Il problema è che questi tagli sono sempre annunciati in maniera molto roboante, ma alla fine arriviamo alla classica montagna che partorisce il topolino: le società "partecipate" dallo Stato italiano restano al loro posto, anche se non producono nulla.

Vediamo.

L'Istat ha appena pubblicato un rapporto in cui conta ben 11.024 società partecipate, con un personale impiegato pari a 977.792 persone. Il 25,6% di queste società è partecipato al 100% da enti pubblici, il 29,1% ha una partecipazione pubblica che va dal 50% al 99,9% e il 27,1% ha una partecipazione inferiore al 20%.

Il dato interessante è che di queste oltre 11 mila società, in cui vanno a finire i soldi dei cittadini, solo 7.685 sono attive, mentre abbiamo 1.454 società inattive, che quindi non hanno svolto alcuna attività produttiva, le restanti società sono ancora oggetto di analisi.

Delle società attive ben 1.896 risultano con "zero addetti", com'è possibile che una società che svolge attività produttiva non abbia alcun addetto? Per queste società "forse" sarebbe necessario un approfondimento da parte degli enti pubblici che le finanziano.

L'area geografica con più imprese partecipate è il Nord - Ovest, ne contiamo 1.490, ma l'area con più addetti è il Centro, ben 150.701 addetti impiegati in queste società, pari al 34,2% del totale.

A livello regionale il maggior numero di partecipate lo troviamo in Lombardia, in cui vi sono il 16,6% delle società finanziate da soggetti pubblici, ma il maggior numero di addetti in queste società sono nel Lazio, dove trovano lavoro il 20,8% di tutti gli addetti.

Le società partecipate da enti pubblici dovrebbero avere una finalità pubblica, quindi offrire servizi ai cittadini, il problema è che spesso vengono usate per "sistemare politici o amici", dare uno stipendio sicuro e magari senza neanche lavorare. 

In questi anni esempi di malaffare ce ne sono stati parecchi, ma sarebbe ingeneroso generalizzare, quello che bisognerebbe fare è ridurre drasticamente le partecipazioni pubbliche e impostare dei veri controlli affinché queste società non siano solo dei "poltronifici per politici trombati o amici bisognosi".

 

 

Read more: http://it.ibtimes.com/articles/73963/20141224/istat-partecipate-cottarelli-spending-review.htm#ixzz3N03WxC6n


IN ITALIA ESISTONO 1.896 SOCIETA' PUBBLICHE SENZA ADDETTI NE' PRODUZIONI D'ALCUN GENERE, MA CON CDA STRAPAGATI (LADRI)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

RENZI   PD   GOVERNO   SPENDING REVIEW   ROMA   SOCIETA'   PARTECIPATE   CDA   STRAPAGATI   ITALIA  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
 
BORIS JOHNSON E' IL NUOVO WINSTON CHURCHILL: UN VERO STATISTA ALLA GUIDA DELLA GRAN BRETAGNA PER LA BREXIT

BORIS JOHNSON E' IL NUOVO WINSTON CHURCHILL: UN VERO STATISTA ALLA GUIDA DELLA GRAN BRETAGNA PER LA

giovedì 25 luglio 2019
LONDRA - Boris Johnson ha preso le redini del governo britannico, con la promessa che il 31 ottobre il Regno Unito uscira' dall'Ue "senza se e senza ma", ha avvertito che la Brexit potra' avvenire
Continua
LA LEYEN LA NUOVA CAPA DELLA COMMISSIONE UE LA CAMPIONESSA DEL ''RIGORE'' E DEI ''TAGLI'' SI PAPPERA' 2.332.500 DI STIPENDI

LA LEYEN LA NUOVA CAPA DELLA COMMISSIONE UE LA CAMPIONESSA DEL ''RIGORE'' E DEI ''TAGLI'' SI

lunedì 22 luglio 2019
E' un fatto abbastanza risaputo che l'Unione Europea ami sprecare i nostri soldi, e sono davvero tanti, dato che l'Italia dà alla Ue sei miliardi di euro più di quanti ne riceva, e
Continua
 
INCHIESTA / ABBIAMO FATTO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SU ECONONIA SICUREZZA E LAVORO: L'ITALIA VA IL DOPPIO DELLA GERMANIA

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SU ECONONIA SICUREZZA E LAVORO: L'ITALIA VA IL

lunedì 22 luglio 2019
Fatto il giro di boa dell’anno, è tempo di bilanci per la politica economica del governo e, di riflesso, per l’economia del paese. Come ormai saprete, non passa giorno che i media
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CODACONS: NATALE 2014 CONSUMI CALATI DEL 5% DAL 2013 E DEL 45,5% DAL 2007 (EURO PIU' MONTI - LETTA -RENZI  = CATASTROFE)

CODACONS: NATALE 2014 CONSUMI CALATI DEL 5% DAL 2013 E DEL 45,5% DAL 2007 (EURO PIU' MONTI - LETTA
Continua

 
DIECI ANNI DI EURO: COSTO ACQUA +79,5% COSTO RIFIUTI +70,8% COSTO ELETTRICITA' +48,2% COSTO TRENI +46,3% (EURO FOLLIA)

DIECI ANNI DI EURO: COSTO ACQUA +79,5% COSTO RIFIUTI +70,8% COSTO ELETTRICITA' +48,2% COSTO TRENI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!