43.428.002
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

TENTATIVO DI CORRUZIONE (DOCUMENTATA) DI PARLAMENTARI IN GRECIA PER FAR ELEGGERE PRESIDENTE IL CANDIDATO DEL GOVERNO

venerdì 19 dicembre 2014

ATENE - Il partito nazionalista greco "Grecia Indipendente" ha denunciato un tentativo di corruzione in occasione del primo voto per l'elezione del Presidente, tenutasi mercoledì e finita con una fumata nera.

Uno dei deputati del partito, Pavlos Hailakis, ha riferito di essere stato avvicinato da "un uomo che svolge un ruolo attivo nella politica del Paese" e che gli avrebbe offerto tre milioni di euro in cambio del suo voto; secondo il leader della formazione, Panos Kammenos, l'anonimo corruttore sarebbe un ex consigliere bancario: l'accaduto sarebbe stato registrato da una telecamera e il video consegnato alla Procura di Atene, che avrebbe aperto un l'inchiesta.

Il governo ellenico da parte sua ha definito la vicenda "teatro di cattiva qualità", affermando che le accuse hanno lo scopo semplicemente di impedire l'elezione di un Presidente e "trascinare il Paese verso le elezioni anticipate". Senza però poter negare che l'episodio è realmente avvenuto: ci sono le prove addirittura televisive.

Quindi, il clima elettorale ora è diventato incandescente. Ricordiamo che in base alla Costituzione ellenica il Presidente - di nomina parlamentare come in Italia e non popolare come negli Stati Uniti - deve ottenere al primo o al secondo turno una maggioranza qualificata di due terzi, mentre nel terzo e ultimo turno questa è di soli tre quinti, pari a 180 voti.

La prossima votazione, sempre quindi con una soglia di 200 preferenze, è in programma il 23 dicembre mentre un eventuale terzo ed ultimo tentativo si svolgerà il 29 dicembre e in caso di ulteriore fallimento la Costituzione prevede un ricorso alle elezioni politiche, probabilmente entro il prossimo febbraio.

Il premier Antonis Samaras ha infatti deciso di anticipare al 17 dicembre il primo turno delle presidenziali per scegliere il successore dell'85enne Carolos Papoulias, designando come candidato conservatore l'ex Commissario Ue e Ministro degli Esteri Stavros Dimas e confidando in un successo che non appare affatto scontato, a maggior ragione dopo la bocciatura al primo scrutinio (in cui Grecia Indipendente ha votato contro).

In caso di elezioni anticipate la favorita è la sinistra radicale di Syriza, data saldamente in testa nei sondaggi e che pur avendo sostanzialmente ammorbidito le proprie posizioni nelle ultime settimane (escludendo un'uscita dall'euro, per esempio) rimane però sempre contraria alle riforme imposte dalla "Troika": ragion per cui i mercati temono, in caso di vittoria elettorale, una clamorosa marcia indietro proprio mentre Atene ha chiesto ed ottenuto una proroga di due mesi del piano di salvataggio, dal quale sarebbe dovuta uscire entro la fine dell'anno. Anche se l'attuale governo greco ha rigettato tutte le "indicazioni" della Troika...

Redazione Milano


TENTATIVO DI CORRUZIONE (DOCUMENTATA) DI PARLAMENTARI IN GRECIA PER FAR ELEGGERE PRESIDENTE IL CANDIDATO DEL GOVERNO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GRECIA   ELEZIONI   PRESIDENTE   GOVERNO   SAMARAS   CORRUZIONE   PARLAMENTARI   EURO   TROIKA   ATENE   TENTATIVO   QUORUM   PROCURA   INCHIESTA   FILMATO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

lunedì 23 gennaio 2017
Donald Trump? "Sono abbastanza ottimista, sembra un moderato". Vladimir Putin? "In politica estera e' quello che dice le cose piu' sensate". Dal settimanale francese Le Journal du Dimanche Beppe
Continua
 
SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO ALLONTANANDO (CASTA IMPERA)

SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO

lunedì 23 gennaio 2017
Mentre i giudici della Consulta preparano le loro toghe in vista della seduta di domani, nasce un  asse tra Lega e Movimento cinque stelle sulla legge elettorale. Tanto Beppe Grillo quanto
Continua
DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE DI AGIRE NEL PAESE

DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE

lunedì 23 gennaio 2017
LONDRA - Dopo Russia e Ungheria anche la Macedonia si appresta a vietare tutti gli enti non governativi finanziati da George Soros e a tale proposito e' stata lanciata l'operazione SOS, Stop
Continua
 
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ECONOMIST DISEGNA UN 2015 SIMILE - IN PEGGIO - ALLA FINE DEGLI ANNI NOVANTA. SE HA RAGIONE, SARA'  ''INDIMENTICABILE''

L'ECONOMIST DISEGNA UN 2015 SIMILE - IN PEGGIO - ALLA FINE DEGLI ANNI NOVANTA. SE HA RAGIONE, SARA'
Continua

 
FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''IL FRONTE FAVOREVOLE ALLA CONTINUAZIONE DELLE SANZIONI ALLA RUSSIA E' INCRINATO''

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''IL FRONTE FAVOREVOLE ALLA CONTINUAZIONE DELLE SANZIONI ALLA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!