73.695.569
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UN GOVERNO TECNICAMENTE DI ARROGANTI E INCAPACI

Riepilogo delle puntate: lo Stato italiano non paga i suoi debiti con le aziende fornitrici da anni, così l'ammontare è arrivato alla colossale cifra di 91 miliardi di euro. In lire sarebbero circa 180.000.000.000.000, una somma difficile perfino da scrivere, ma capace di far immediatamente capire a chiunque che se non viene pagata, l'intero sistema economico produttivo fallisce. E infatti, sta per fallire. 

Così, il nuovo parlamento uscito dalle urne lo scorso febbraio come un sol bancarottiere ha votato all'unanimità la decisione di far pagare alla Pubblica Amministarzione almeno la metà dei suoi debiti, 40 miliardi di euro, appunto.

Fatto ciò, il governo dimesso, senza maggioranza, lì solo come prevede la Costituzione per l'ordinaria amministrazione, avrebbe dovuto immediatamente mettersi in moto per fare l'unica cosa gli compete: scrivere tecnicamente  il decreto d'urgenza di pagamento e spedirlo in modo ancor più urgente all'inquilino del Quirinale affinchè lo firmi e quindi lo faccia diventare istantaneamente esecutivo.

E imvece?

E invece il sommo incapace, il re degli arroganti, ex capo del governo - scrivo ex perchè quello attuale non è più un governo nel pieno delle sue funzioni e quindi col diritto di decidere che contenuto abbiano leggi e decreti assumendosene la responsabilità d'esserne l'autore, ma è lì solo per disbrigare le faccende amministrative - ebbene, l'ex capo de governo Mario Monti ha detto no. Ha detto che ci vuole tempo, che deve "studiare" la questione.

E perchè?

Perchè promulgando questo decreto, lo Stato italiano deve in qualche modo procurarsi 40 miliardi di euro in contanti per pagare. Soldi che in cassa non ha. Quindi, deve aumentare il debito pubblico e Monti non vuole farlo. Qualcuno a questo punto potrebbe pensare: bè, fa bene... E invece no, perchè quando si è tratatto di aumentarlo di 70 miliardi di euro da regalare - regalare - al Fondo Salva Stati per NON salvare la Grecia, Monti l'ha fatto con un tratto di penna e nell'assoluto silenzio.

Adesso, che c'è da provare a evitare la bancarotta del Paese, il sommo arrogante prende tempo, senza neppure avere il permesso, di prenderlo.

Ovviamente, è inutile dire che anche questi 40 miliardi di euro non salveranno un bel niente, sono debiti pagati facendo altri debiti sui quali andranno pagati interessi formidabili finchè esiterà lo Stato italiano e finchè soprattutto esiterà l'euro in italia. L'unica cosa che questi 40 miliardi di euro faranno, sarà quella di "comprare del tempo" per poi tornare fra un anno alla stessa, identica situazione attuale, perchè il problema non sono i debiti dello Stato, ma l'euro.

Già, finchè ci sarà l'euro, in italia nulla cambierà: il Paese è condannato al fallimento. E allora, facciamo in modo di liberarci dall'euro, cominciando dalle regioni produttive, quelle che una volta libere dalle catene dell'euro avranno il più grande e potente boom economico che si si amai visto in Europa da sempre: liberiamo il Veneto e la Lombardia.

max parisi


UN GOVERNO TECNICAMENTE DI ARROGANTI E INCAPACI




 
Articolo precedente  Articolo Successivo

Facciamo nascere il Libero Comitato Promotore

 
CARO LAVORATORE DEL NORD, PENSI ALLA TUA FUTURA MISERA PENSIONE? QUESTI QUA, NO

CARO LAVORATORE DEL NORD, PENSI ALLA TUA FUTURA MISERA PENSIONE? QUESTI QUA, NO


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua

CONTE & PD & M5S VOGLIONO ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE

13 gennaio - ''Il governo, il presidente del consiglio, il Pd, annunciano che faranno
Continua

ECCEZIONALE OPERAZIONE ANTIDROGA DELLE FIAMME GIALLE: 333 KG DI

13 gennaio - GENOVA - Eccezionale operazione anti droga delle Fiamme Gialle. La
Continua

GOVERNO BRITANNICO: MOLTO PREOCCUPANTI NOTIZIE MISSILE CONTRO

9 gennaio - Il governo britannico sta esaminando le notizie ''molto preoccupanti''
Continua

PRESIDENTE ORBAN: PRONTI A LASCIARE IL PPE (ADDIO MAGGIORANZA PER

9 gennaio - BUDAPEST - ''Il Ppe, nella sua forma attuale, non interessa al mio
Continua

LA BCE: UNICA MONETA A CORSO LEGALE E' IL DENARO CONTANTE (DITELO A

9 gennaio - ''La Bce ricorda agli incompetenti del governo Pd-M5S che l'unica moneta
Continua

MATTEO SALVINI: CONTE NON SI AZZARDI A FAR RIPARTIRE LA MISSIONE

8 gennaio - ''L'Ue non tocca palla ne' in Libia ne' in Medio Oriente, ma ora
Continua

CROLLANO GLI ORDINI INDUSTRIALI IN GERMANIA: -6,5% NEL 2019 (MAI

8 gennaio - BERLINO - A novembre gli ordinativi all'industria manifatturiera sono
Continua

LA FAMIGLIA RIVA AVEVA FATTO ENORMI INVESTIMENTI NELL'EX ILVA 1 MLD

7 gennaio - MILANO - Nella gestione dell'Ilva di Taranto da parte della famiglia
Continua

CROLLA L'INFLAZIONE NEL 2019 IN ITALIA (DA 1,2% A 0,6%) STAGNAZIONE

7 gennaio - Il tasso d'inflazione per il 2019 si attesta allo 0,6%, un valore
Continua
Precedenti »