68.618.818
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UN GOVERNO TECNICAMENTE DI ARROGANTI E INCAPACI

Riepilogo delle puntate: lo Stato italiano non paga i suoi debiti con le aziende fornitrici da anni, così l'ammontare è arrivato alla colossale cifra di 91 miliardi di euro. In lire sarebbero circa 180.000.000.000.000, una somma difficile perfino da scrivere, ma capace di far immediatamente capire a chiunque che se non viene pagata, l'intero sistema economico produttivo fallisce. E infatti, sta per fallire. 

Così, il nuovo parlamento uscito dalle urne lo scorso febbraio come un sol bancarottiere ha votato all'unanimità la decisione di far pagare alla Pubblica Amministarzione almeno la metà dei suoi debiti, 40 miliardi di euro, appunto.

Fatto ciò, il governo dimesso, senza maggioranza, lì solo come prevede la Costituzione per l'ordinaria amministrazione, avrebbe dovuto immediatamente mettersi in moto per fare l'unica cosa gli compete: scrivere tecnicamente  il decreto d'urgenza di pagamento e spedirlo in modo ancor più urgente all'inquilino del Quirinale affinchè lo firmi e quindi lo faccia diventare istantaneamente esecutivo.

E imvece?

E invece il sommo incapace, il re degli arroganti, ex capo del governo - scrivo ex perchè quello attuale non è più un governo nel pieno delle sue funzioni e quindi col diritto di decidere che contenuto abbiano leggi e decreti assumendosene la responsabilità d'esserne l'autore, ma è lì solo per disbrigare le faccende amministrative - ebbene, l'ex capo de governo Mario Monti ha detto no. Ha detto che ci vuole tempo, che deve "studiare" la questione.

E perchè?

Perchè promulgando questo decreto, lo Stato italiano deve in qualche modo procurarsi 40 miliardi di euro in contanti per pagare. Soldi che in cassa non ha. Quindi, deve aumentare il debito pubblico e Monti non vuole farlo. Qualcuno a questo punto potrebbe pensare: bè, fa bene... E invece no, perchè quando si è tratatto di aumentarlo di 70 miliardi di euro da regalare - regalare - al Fondo Salva Stati per NON salvare la Grecia, Monti l'ha fatto con un tratto di penna e nell'assoluto silenzio.

Adesso, che c'è da provare a evitare la bancarotta del Paese, il sommo arrogante prende tempo, senza neppure avere il permesso, di prenderlo.

Ovviamente, è inutile dire che anche questi 40 miliardi di euro non salveranno un bel niente, sono debiti pagati facendo altri debiti sui quali andranno pagati interessi formidabili finchè esiterà lo Stato italiano e finchè soprattutto esiterà l'euro in italia. L'unica cosa che questi 40 miliardi di euro faranno, sarà quella di "comprare del tempo" per poi tornare fra un anno alla stessa, identica situazione attuale, perchè il problema non sono i debiti dello Stato, ma l'euro.

Già, finchè ci sarà l'euro, in italia nulla cambierà: il Paese è condannato al fallimento. E allora, facciamo in modo di liberarci dall'euro, cominciando dalle regioni produttive, quelle che una volta libere dalle catene dell'euro avranno il più grande e potente boom economico che si si amai visto in Europa da sempre: liberiamo il Veneto e la Lombardia.

max parisi


UN GOVERNO TECNICAMENTE DI ARROGANTI E INCAPACI




 
Articolo precedente  Articolo Successivo

Facciamo nascere il Libero Comitato Promotore

 
CARO LAVORATORE DEL NORD, PENSI ALLA TUA FUTURA MISERA PENSIONE? QUESTI QUA, NO

CARO LAVORATORE DEL NORD, PENSI ALLA TUA FUTURA MISERA PENSIONE? QUESTI QUA, NO


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »