46.391.973
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ENORME MANIFESTAZIONE A DRESDA CONTRO LA MINACCIA ISLAMICA IN GERMANIA (DECINE DI MIGLIAIA IN PIAZZA, MERKEL ALLARMATA)

martedì 16 dicembre 2014

BERLINO - Nonostante le critiche provenienti da gran parte dei partiti politici sia di centrodestra che di sinistra, il movimento anti-islamista tedesco "Pegida" conquista sempre piu' simpatizzanti non solo a Dresda, dove è nato, ma in tutta la Germania.

Ieri sera, lunedì, a Dresda, piu' di 15mila manifestanti - secondo la polizia, 30.000 secondo gli organizzatori - sono scesi in strada per rispondere all'appello degli "europei patriottici contro l'islamizzazione dell'Occidente".

La cancelliera Angela Merkel (Cdu) ha condannato aspramente le azioni del movimento della destra conservatrice e ha messo in guardia dalla "caccia all'immigrato". "Non c'e' posto per la denigrazione delle persone che vengono in Germania da altri Paesi", ha dichiarato Merkel. Ma l'opinione pubblica tedesca parteggia per questo nuovo "movimento" di base contro l'Islam nato in una delle più importanti città dell'ex Germania Est.

Il ministro della Giustizia de governo Merkel, Heiko Maas (Spd) ha definito la protesta una "vergogna per la Germania" attirandosi dure critiche da parte della Csu (la consorella bavarese della Cdu, ndr) che invece è d'accordo con Pegida e lo sorregge politicamente.

Tra i manifestanti di Pegida - ieri sera in piazza  a Dresda - c'era anche Alexander Gauland, il segretario di AfD del Brandeburgo.

Nel frattempo, i Servizi per la sicurezza interni della Germania temono per il prossimo anno un aumento degli scontri tra islamisti e membri della destra in tutto il Paese. "Osserviamo una crescita del numero dei salafiti in Germania e contemporaneamente un preoccupante rafforzamento delle attivita' xenofobe", ha dichiarato il presidente dei Servizi di sicurezza, Hans-Georg Maassen: da questa situazione, ha avvertito l'ufficiale, potrebbe nascere un enorme potenziale di conflitto.

Diversi quotidiani oggi criticano il fatto che il capo dei servizi di sicurezza abbia usato l'espressione "attività xenofobe" facendo notare che i manifestanti di Pegida e l'intero partito Alternativa per la Germania che ha trionfato alle elezioni regionali proprio nell'est della Germania non hanno mai usato nè messo in atto comportamenti xenofobi. L'accusa è infamante e gratuita.

"Lo scontro tra gli islamisti combattenti di ritorno dalle zone di guerra e le manifestazioni anti-islamiche degli estremisti di destra rappresenta una situazione potenzialmente esplosiva", ha concluso Maassen. E su questo, tutti in Germania gli danno atto d'evere centrato il vero problema: oltre 500 potenziali terroristi - cittadini in massima parte di origine turca ma con passaporto tedesco - sono rientrati o stanno per rientrare in Germania dopo avere combattuto nelle file dell'Isis in Medio Oriente.

Se questa non è una minaccia contro cui scendere in piazza, come stanno facendo i cittadini di Dresda, cos'è una minaccia?

Max Parisi 


ENORME MANIFESTAZIONE A DRESDA CONTRO LA MINACCIA ISLAMICA IN GERMANIA (DECINE DI MIGLIAIA IN PIAZZA, MERKEL ALLARMATA)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG

IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN

mercoledì 26 aprile 2017
I giornali e l'informazione in Italia ignorano la notizia, ma è di una estrema gravità. Così, ecco che per apprenderla bisogna leggere i quotidiani tedeschi, benchè
Continua
 
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
 
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua
 
QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO PUBBLICO DEI RIBELLI

QUATTRO CARDINALI SI RIBELLANO A PAPA BERGOGLIO, SABATO A ROMA PRENDE FORMA LA RIVOLTA: CONVEGNO

mercoledì 19 aprile 2017
ROMA - Dopo i dubbi (in latino, "dubia") che quattro cardinali gli hanno indirizzato in una lettera - privata ma poi pubblicata - la ribellione a Papa Francesco prende la forma di un convegno a due
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CALO DEL PREZZO DEL PETROLIO PARALLELO ALLA SVALUTAZIONE DEL RUBLO. RISULTATO: BILANCIO DELLA RUSSIA +23 MLD DI DOLLARI

CALO DEL PREZZO DEL PETROLIO PARALLELO ALLA SVALUTAZIONE DEL RUBLO. RISULTATO: BILANCIO DELLA
Continua

 
ALLE AMMINISTRATIVE DI MARZO - IN FRANCIA - SI VA VERSO IL TRIONFO DI MARINE LE PEN. I SOCIALISTI SPAZZATI VIA.

ALLE AMMINISTRATIVE DI MARZO - IN FRANCIA - SI VA VERSO IL TRIONFO DI MARINE LE PEN. I SOCIALISTI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!