56.310.414
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA GRECIA A MARZO 2015 FINIRA' I SOLDI PER PAGARE STIPENDI, PENSIONI E SERVIZI. SE CI SARANNO ELEZIONI, SARA' DEFAULT.

lunedì 15 dicembre 2014

ATENE - La Grecia rischia di finire a corto di liquidita' a partire dal prossimo marzo, in caso di elezioni anticipate. A lanciare il monito e' stato il ministro delle Finanze Guikas Hardouvelis, in una intervista al quotidiano Naftémporiki. Se il Parlamento non dovesse riuscire ad eleggere un nuovo presidente della Repubblica si rischia lo scioglimento anticipato, con conseguente voto.

Questo scenario causerebbe "uno scarto finanziario - ha detto il ministro -. E sarebbe gestibile fino a febbraio, ma poi a partire da marzo il fabbisogno aumentera'". Secondo un rapporto del Fondo monetario internazionale dello scorso ottobre la Grecia avra' bisogno di 10 miliardi di euro di finanziamenti nel 2015. A gennaio la troika di Ue, Bce e Fmi tornera' nel Paese per negoziare una estensione dei sostegni che potrebbe essere ratificata dall'Eurogruppo del 26.

Ma questo solo se sara' stato eletto il nuovo capo dello Stato, carica per la quale il governo di Antonis Samaras ha proposto l'ex commissario europeo Stavros Dimas. Servono pero' 180 voti in Parlamento, dove l'esecutivo puo' contare solo su 155 deputati. 

E intanto che sulla Grecia tornano a soffiare i venti del default, "nonostante cinque anni di aggiustamento gli squilibri macroeconomici all'interno della zona euro rimangono significativi". Lo afferma in un rapporto Standard & Poor's, stimando che Spagna, Italia, Portogallo e Grecia dovranno da soli pagare un totale di 1.850 miliardi di euro di debito a non residenti nel 2014, rispetto agli 875 miliardi di dieci anni prima.

Dall'altra parte, spiegano gi analisti di S&P, "le tre principali nazioni creditrici dell'area", ovvero Germania, Paesi Bassi e Balgio, dovrebbero registrare una posizione netta sull'estero di 2.360 miliardi di euro, in aumento dai 343 miliardi del 2004.

In questo scenario, "tutti devono applicare le regole, nessun paese piccolo o grande con di peso maggiore o minore che possa esimersi". E' il monito lanciato dal commissario Ue agli Affari economici Pierre Moscovici in un'intervista al sito del quotidiano ellenico Ekathimerini il giorno della sua visita ad Atene.

Una missione di due giorni, quella del responsabile Ue nella capitale greca per incontrare il governo, che arriva a due giorni dal voto del Parlamento per eleggere il nuovo presidente della Repubblica.

"Le regole in sé hanno una certa flessibilità, un certo margine di manovra", ha sottolineato, spiegando che adesso le discussioni con Atene riguardano "le condizioni" per l'uscita dal piano di salvataggio. Nel riconoscere gli sforzi fatti dal paese, Moscovici ha tuttavia spiegato che la Grecia procedere ulteriormente nel percorso di "riforme" (altre migliaia di licenziamenti, altro taglio di pensioni e sanità pubblica, più altre riduzioni delgi stipendi, tutte "indicazioni" respinte dal governo Samaras) per permettere la chiusura del piano di salvataggio e la concessione di una linea di credito precauzionale.

Mentre Moscovici rilasciava queste dichiarazuioni, a Bruxelles la portavoce della Commissione Ue diceva: "Qualunque cosa succeda, l'unico scenario sostenibile per la Commissione e' di mantenere la Grecia nell'eurozona" ricordando che "l'impegno preso da questa Commissione in riposta agli sforzi delle autorita' e del popolo greco e' molto chiaro". Sarà anche chiaro, ma il governo di Atene non vuole più essere "aiutato" dalal famigerata Troika di Bruxelles. 

Redazione Milano.


LA GRECIA A MARZO 2015 FINIRA' I SOLDI PER PAGARE STIPENDI, PENSIONI E SERVIZI. SE CI SARANNO ELEZIONI, SARA' DEFAULT.




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CON IL DEBITO PUBBLICO CHE CONTINUA A CRESCERE, LA PROBABILITA' DI BANCAROTTA DELL'ITALIA  E' DEL 23,64% (ENTRO 10 ANNI)

CON IL DEBITO PUBBLICO CHE CONTINUA A CRESCERE, LA PROBABILITA' DI BANCAROTTA DELL'ITALIA E' DEL
Continua

 
CROLLANO I CONSUMI DI BENZINA E GASOLIO, ANCHE A FRONTE DI NUOVE IMMATRICOLAZIONI. L'ITALIA E' FERMA.

CROLLANO I CONSUMI DI BENZINA E GASOLIO, ANCHE A FRONTE DI NUOVE IMMATRICOLAZIONI. L'ITALIA E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »