68.637.444
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL PUNTO SULLA GRECIA / TITOLI DI STATO IN PICCHIATA, RICATTO DEI ''MERCATI'' IMPAURITI DAL VOTO (CIOE' DALLA DEMOCRAZIA)

mercoledì 10 dicembre 2014

ATENE - Ieri la peggiore flessione nella storia dei mercati finanziari della Grecia da 27 anni a questa parte con un crollo di quasi il 13%. Oggi, insieme a un nuovo ribasso dell'indice Athex dell'1%, la sorpresa di un'inversione della curva dei rendimenti con i bond a tre anni che sono arrivati a rendere il 9,205%, nuovo massimo storico, e al di sopra dell'8,216% che fruttano i bond sovrani a 10 anni.

Le notizie che giungono dal fronte greco sembrano indicare con chiarezza che i mercati sono stati colti di contropiede dalla decisione del governo di indire nuove elezioni presidenziali a breve e che sull'esito di queste consultazioni elettorali - che potrebbero essere solo il preludio di elezioni generali che in teoria non sono previste prima del 2016 - non vi e' al momento alcuna certezza. Il calendario del governo per le presidenziali prevede un primo voto il 17 dicembre che molto difficilmente portera' all'elezione di un nuovo capo dello Stato ma che si preannuncia della massima importanza.

Per eleggere nei primi due turni di voto il nuovo presidente (il 17 dicembre e poi il 24) occorrono infatti 200 voti contro i soli 152 controllati dalla coalizione di governo. In occasione del terzo voto, in programma il 29 di dicembre, ne serviranno invece solo 180: in questo caso, insieme al governo, potrebbero votare i 21 membri indipendenti del parlamento oltre che alcuni degli esponenti dei Greci indipendenti e della sinistra democratica che controllano insieme altri 28 seggi. Ecco perche' la prima conta del 17 dicembre rivestira' un ruolo fondamentale: "Il perdurare delle pressioni dopo il 17 dicembre fino a fine anno - spiegano gli esperti di Unicredit in un rapporto - dipendera' dall'esito del primo voto: se questo dimostrera' che 175-180 parlamentari sostengono un medesimo candidato, allora i mercati inizieranno a prezzare da subito un esito positivo in occasione della terza elezione. Altrimenti la volatilita' continuera' con tutta probabilita' fino alla fine dell'anno". 

Se la calma dovesse tornare in Grecia, automaticamente si attenuerebbero le tensioni sugli altri paesi periferici europei e tutti gli occhi tornerebbero a essere puntati sulle manovre di politica monetaria della Bce, che a gennaio e' attesa, dalla gran parte degli analisti, a decisioni su nuovi interventi straordinari, incluso il possibile lancio di un programma di quantitative easing sui titoli sovrani. Un altro scenario che andra' tuttavia monitorato in Grecia e' quello relativo alle elezioni generali.

Secondo numerosi analisti, l'anticipo delle presidenziali rende molto piu' probabile un anticipo anche delle elezioni generali e secondo Fitch questo scenario non solo e' probabile ma portera' anche a "un governo meno impegnato a sostenere riforme economiche e fiscali". Nei sondaggi e' infatti in testa al momento con il 30% dei suffragi il partito Syriza, il cui leader, Alexis Tsipras, e' da tempo fortemente critico dei termini del salvataggio europeo che in calo di elezione promette di rinegoziare mettendo al contempo fine alle politiche di austerita' che da anni deprimono l'economia ellenica.

Lo scenario potrebbe dunque essere quello di una Grecia che si stacca da Bruxelles e si espone alle tempeste dei mercati finanziari con conseguenti rischi di un contagio a livello degli altri paesi periferici. Ecco perche' le presidenziali di questo fine mese saranno cruciali: in caso di incapacita' a eleggere il nuovo presidente anche al termine della terza sessione di voto, il parlamento dovrebbe infatti essere sciolto e nuove elezioni generali diventerebbero inevitabili. Uno scenario che al momento nelle altre capitali europee non si vuole nemmeno pensare. 

Ma d'altra parte, qualunque cosa accada in Parlamento ad Atene, ha un nome. Si chiama democrazia, cosa che dà molto fastidio ai "mercati". 

Redazione Milano.


IL PUNTO SULLA GRECIA / TITOLI DI STATO IN PICCHIATA, RICATTO DEI ''MERCATI'' IMPAURITI DAL VOTO (CIOE' DALLA DEMOCRAZIA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GRECIA   MERCATI   TROIKA   VOTO   ELEZIONI   DEMOCRAZIA   ATENE   BRUXELLES   DEBITO PUBBLICO   TAGLIO DEGLI INTERESSI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ITALIA STA CAMBIANDO PER IL BENE DI TUTTI IL GOVERNO HA DIRITTO DI CONTINUARE ATTACCHI DA OGNI DOVE, MA NON VINCERANNO

L'ITALIA STA CAMBIANDO PER IL BENE DI TUTTI IL GOVERNO HA DIRITTO DI CONTINUARE ATTACCHI DA OGNI

lunedì 20 maggio 2019
MILANO - La bacchetta magica non esiste, e men che meno in mano a chi governa un Paese. Tuttavia, dopo più di un anno dalle elezioni politiche in Italia che hanno decretato la vittoria della
Continua
 
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
 
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
 
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
NUOVA LEGGE IN UNGHERIA: IPERMERCATI CON CONTI IN ROSSO PER DUE ANNI CONSECUTIVI, DEVONO CHIUDERE (ANTI DUMPING!)

NUOVA LEGGE IN UNGHERIA: IPERMERCATI CON CONTI IN ROSSO PER DUE ANNI CONSECUTIVI, DEVONO CHIUDERE
Continua

 
DEUTSCHE BANK: ''PER COLPA DELL'EURO, ABBIAMO PERSO UN'INTERA GENERAZIONE. L'UNIONE MONETARIA E' SBAGLIATA'' (EURO FINITO)

DEUTSCHE BANK: ''PER COLPA DELL'EURO, ABBIAMO PERSO UN'INTERA GENERAZIONE. L'UNIONE MONETARIA E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SONDAGGIO GERMANIA: CALA LA CDU, TRACOLLA L'SPD, BENE AFD E VERDI

20 maggio - BERLINO - flessione, di un punto percentuale rispetto alla scorsa
Continua

PROCESSO AI GENITORI DI MATTEO RENZI PER FATTURE FALSE

20 maggio - FIRENZE - E' ripreso stamani a Firenze il processo per fatture false che
Continua

CREMLINO: NON SAPPIAMO CHI SIA QUESTA SIGNORA SE E' RUSSA O MENO

20 maggio - MOSCA - ''E' una storia che non ha a che fare con noi e non puo' avere a
Continua

SALVINI: ''FOSSE DIPESO DA ME, NON AVREI AUTORIZZATO ALCUN TIPO DI

20 maggio - ''Ho visto che adesso il comandante'' della Sea Watch ''e' indagato per
Continua

SALVINI: ''MAGISTRATURA VUOLE IMPORRE LA SUA LEGGE... RIDOTTI DEL

20 maggio - ROMA - ''Se la magistratura vuole imporre la sua legge ne prendiamo
Continua

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua
Precedenti »