53.016.135
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL VERMINAIO SCOPERCHIATO A ROMA TRAVOLGE TUTTO E TUTTI: DESTRA, SINISTRA, PUBBLICA AMMINISTRAZIONE... E COSA NOSTRA.

mercoledì 3 dicembre 2014

Scrive oggi il quotidiano Repubblica: "Un'alleanza tra criminalita' nera e politica ha pilotato per anni appalti e assunzioni in Comune e Regione. Trentasette arresti, anche l'ex sindaco Alemanno tra le centinaia di indagati. Bufera sulla giunta Marino. Si erano presi Roma. Le sue strade e il Campidoglio. Ne avevano ridotto un sindaco, Gianni Alemanno, a utile pupazzo, ne' il cambio di maggioranze li aveva sorpresi, perche' - dicevano - di 'nove cavalli' (gli assessori) della giunta Marino, 'sei sono nostri'. E se l'erano presa perche' Lui, Massimo Carminati, er Cecato, er Pirata, l'ex camerata dei 'Nar' figlio ed epigono della Banda della Magliana, di Roma aveva compreso meglio di chiunque altro l'anima".

E' stata una lunga giornata, quella di ieri, "iniziata all'alba, con centinaia di perquisizioni e terminata con le dimissioni di due esponenti del Pd, invischiati in quel 'mondo di mezzo' che la procura di Roma ha chiamato Mafia Capitale, Mirko Coratti e Daniele Ozzimo, rispettivamente presidente dell'assemblea capitolina e assessore alla casa.

Una giornata di terremoto, politico e criminale, quella che ieri ha squassato la Citta' ora un po' meno Eterna, facendo tremare la nuova giunta Marino e radendo quasi al suolo il trascorso governo Alemanno.

Una corruzione bipartisan che ha coinvolto gli ex ad di Ama e di Eur spa Panzironi e Mancini (arrestati), Luca Gramazio, ma anche Patane', attuale consigliere regionale e il responsabile dell'ufficio Trasparenza in Campidoglio, Politano".

E intanto dai verbali emerge una realtà a dire poco sconvolgente.

Si legge: "Il 21 dicembre 2012, alle ore 17,14, all'interno dell'autovettura, in uso ad Ernesto Diotallevi (un boss "storico" della banda della Magliana, naturalmente libero), veniva registrata una conversazione tra questi e il figlio Leonardo, durante la quale, quest'ultimo, "risultato interessato agli aspetti della 'malavita' romana e non e, soprattutto, a quelli legati alla sua famiglia, chiedeva delucidazioni al padre su chi fosse il 'super boss dei boss ... dei boss .. quello che conta piu' di tutti? ...'. Il padre, credendo che il figlio facesse riferimento al territorio della capitale rispondeva: "teoricamente so' io ... teoricamente … materialmente conta Giovanni'".

Il passo e' riportato nell'ordinanza di custodia cautelare per 37 persone eseguita ieri dai carabinieri del Ros e dai militari della Gdf. Nel documento si aggiunge: "La reale portata della risposta puo' essere compresa appieno solamente legandola al proseguo della conversazione. Leonardo spostava i termini del discorso in ambito nazionale:".. no a Roma … no.. ho capito ... non dico a Roma.. in generale … in Italia...", ricevendo come immediata risposta: "ma per me ... rimane Riina.. chi vuoi che sia?...Riina ...". 

La conversazione - continua il gip - "induce a ipotizzare che gli interlocutori abbiano fatto riferimento all'organizzazione criminale Cosa Nostra, che ancora vede a capo, nonostante sia detenuto, Salvatore Riina, per la 'regola' per la quale in seno a tale organizzazione le qualifiche di 'uomo d'onore' e le eventuali cariche all'interno dell'organizzazione permangono a vita". Diotallevi - sottolinea il giudice - "riconduce a se stesso la carica piu' importante della associazione nella capitale, che assume di aver conservato formalmente, ma evidenzia che: 'materialmente conta Giovanni'. Cio' faceva presupporre, evidentemente, un'evoluzione dell'originario gruppo romano di Cosa Nostra, rappresentato evidentemente da Diotallevi, il quale da una parte non poteva far decadere le cariche ricoperte in passato, dall'altra non poteva non prendere atto del nuovo equilibrio di potere, a prescindere dall'effettiva appartenenza a Cosa Nostra".

Tornando alla conversazione, Leonardo insisteva col padre: "no, chi sta libero ... chi c'ha il comando di tutto.. chi puo' decide tutto...chi ci puo' avere una squadra di cento uomini dietro..". Di rimando, il suo interlocutore: "ci potrebbe essere uno.. non so se sta carcerato...se sta libero... potrebbe essere quello che ha preso il posto del 'Compare'... e' un bravo ragazzo... ma quello se e' quello che dico io... non lo conosce nessuno eh?", dove per 'compare', verosimilmente, ci si riferisce al famigerato Giuseppe Calo', capo mandamento di Porta Nuova, membro della commissione provinciale di Palermo, stabilmente insediatosi a Roma sin dal 1973, ove veniva tratto in arresto il 30 marzo 1985". In un ulteriore passaggio della conversazione del 21 dicembre 2012 citata, Leonardo chiedeva al padre quale potrebbe essere il comportamento di Giovanni al cospetto di "quello che ha preso il posto del "Compare"; la risposta era: "Giovanni dopo un minuto gli lecca il..." 

Chi sia questo misterioso "capo dei capi" ancora non si sa, oppure non sta scritto.

max parisi


IL VERMINAIO SCOPERCHIATO A ROMA TRAVOLGE TUTTO E TUTTI: DESTRA, SINISTRA, PUBBLICA AMMINISTRAZIONE... E COSA NOSTRA.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

inchiesta   mafia   sindaco   ministro   Poletti   gangster   Casamonica   Eur   giunta   Marino   assessori   Pd   capitale   cosa nostra   Riina    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
 
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
 
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua
 
RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO SCHIAVISMO CON L'OK DELLA UE

RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO

sabato 14 ottobre 2017
Dal riso asiatico alle conserve di pomodoro cinesi, dall'ortofrutta sudamericana alle nocciole turche, gli scaffali dei supermercati dell'Unione Europea sono invasi dalle importazioni di prodotti
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA BANDA DELLA MAGLIANA ERA TORNATA: LA PROCURA DI ROMA NE ARRESTA 37 E INQUISISCE 100 (CON POLITICI DI DESTRA/SINISTRA)

LA BANDA DELLA MAGLIANA ERA TORNATA: LA PROCURA DI ROMA NE ARRESTA 37 E INQUISISCE 100 (CON
Continua

 
IL NEW YORK TIMES ACCUSA L'EUROPA DI ''RISENTIMENTO'' CONTRO GOOGLE (CHE FALSIFICA DATI E INDIRIZZA GLI UTENTI DOVE VUOLE)

IL NEW YORK TIMES ACCUSA L'EUROPA DI ''RISENTIMENTO'' CONTRO GOOGLE (CHE FALSIFICA DATI E INDIRIZZA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA PROCURA DI GENOVA PERDE CONTRO LA LEGA AL TRIBUNALE DEL RIESAME

18 ottobre - GENOVA - Il Tribunale del Riesame ha dato ragione agli avvocati della
Continua

OMICIDIO GIORNALISTA D'INCHIESTA CARUANA GALIZIA: USATO IL SEMTEX

18 ottobre - MALTA - Per far esplodere l'auto della giornalista di inchiesta maltese
Continua

UN GRANDE FONDO D'INVESTIMENTO USA PUNTA 1,4 MILIARDI DI DOLLARI

18 ottobre - NEW YORK - Bridgewater Associates, il fondo d'investimenti di Ray Dalio,
Continua

IL PRESIDENTE CINESE XI JINPING LANCIA DURO MONITO A TAIWAN:

18 ottobre - PECHINO - Il presidente cinese Xi Jinping ha lanciato un duro monito a
Continua

M5S LOMBARDIA AUGURA VITTORIA DEL SI' AL REFERENDUM AUTONOMIA

18 ottobre - MILANO - 'Domenica mi aspetto la vittoria del Si', ma per noi e' gia'
Continua

LA BCE PRONTA A RIDURRE DRASTICAMENTE IL QE (PREPARATEVI

18 ottobre - La Bce punta a ridurre l'entita' del suo piano di acquisti, portandolo a
Continua

MELONI: KURZ HA VINTO GRAZIE ALLA POLITICA SUI MIGRANTI DEL GOVERNO

17 ottobre - Il voto austriaco, con la vittoria del centrodestra guidato da Sebastian
Continua

GIOVANE TURISTA AMERICANA VIOLENTATA IN PIENO CENTRO A FIRENZE DA

17 ottobre - FIRENZE - Ennesimo episodio di violenza sessuale a Firenze. Una turista
Continua

SALVINI: NIENTE CLANDESTINI AFRICANI NEGLI ALBERGHI DELLA SICILIA!

17 ottobre - CATANIA - ''Bloccare l'immigrazione e fare politiche serie per il
Continua

RAQQA LIBERATA DALL'ISIS QUESTA MATTINA, MA CONTINUANO I

17 ottobre - RAQQA - SIRIA - Le Forze democratiche siriane (Fsd), alleanza di milizie
Continua
Precedenti »