52.949.737
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA RUSSIA ABBANDONA IL PROGETTO DEL GASDOTTO SOUTH STREAM E STRINGE ACCORDI CON LA TURCHIA (DANNO MICIDIALE PER L'ENI)

lunedì 1 dicembre 2014

Il messaggio ai cugini slavi di Bulgaria è chiaro: lo stop al South Stream per non irritare l'Ue costerà caro a Sofia, mentre loro - la Russia - hanno sempre a disposizione un'alternativa per far arrivare il loro gas al ricco mercato europeo. Quindi, oggi il presidente Vladimir Putin ha detto addio al South Stream e ha indicato come come tracciato alternativo quello che passa per la Turchia.

Il numero uno del Cremlino, in visita ad Ankara, ha incontrato il presidente Recep Tayyip Erdogan in un vertice che, nonostante la pesante instabilità regionale, è stato principalmente incentrato sugli affari. Sul gas, in primo luogo.

Il presidente russo ha chiarito che lo stop bulgaro ai lavori di costruzione del South Stream, il gasdotto di concezione russo-italiano che avrebbe dovuto portare il metano di Mosca in Europa meridionale bypassando l'instabile Ucraina, rende impossibile la costruzione di un progetto che, già nei mesi scorsi, è apparso in grave difficoltà.

"Tenendo conto del fatto che finora noi non abbiamo ricevuto autorizzazioni dalla Bulgaria, noi crediamo che nelle condizioni attuali la Russia non possa continuare con la realizzazione del progetto", ha detto Putin in una conferenza stampa congiunta con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ad Ankara.

"Se la Bulgaria è privata dell'opportunità di agire come uno stato sovrano, dovrebbe chiedere un risarcimento alla Commissione europea per i profitti mancati", ha detto detto ancora Putin. "I profitti diretti dal transito del gas - ha continuato - sarebbero arrivati ad almeno 400 milioni di euro. Ogni anno". Il presidente russo ha, in particolare, puntato il dito contro la Commissione europea per la fine del progetto South Stream.

"Noi pensiamo che la posizione della Commissione europea non sia stata costruttiva. Allo stato attuale la Commissione europea è non solo riluttante a facilitare questo progetto. Quelli che vediamo sono ostacoli che emergono alla sua realizzazione. Se l'Europa non vuole che sia realizzato, non lo realizzeremo". E ha aggiunto che le stesse risorse energetiche potranno essere dirette verso altri mercati: "L'Europa non riceverà questi volumi, almeno dalla Russia". Ancor più drastica è stata la dichiarazione di Alexei Miller, il numero uno del monopolista russo Gazprom. Il progetto South Stream, per quel che lo riguarda, è "chiuso". 

Gazprom, a questo punto, intende passare per la Turchia.

Una mossa insidiosa per l'Europa che, secondo Mosca, questo renderebbe meno rilevante anche il progetto di costruzione del cosiddetto Corridoio sud, inteso a portare il gas del Caspio dall'Azerbaigian all'Europa attraversando, appunto, la Turchia. Il nuovo gasdotto, con una capacità di 63 miliardi di metri cubi annui, partirà dal giacimento di Russkaya, lo stesso che avrebbe dovuto fornire il gas al South Stream. Un hub gasiero alla frontiera con la Grecia riceverà così ogni anno 50 miliardi di metri cubi, che poi andranno ai clienti dell'Europa meridionale che ne faranno richiesta. Per la parte offshore, nel mar Nero, continuerà a lavorare la stessa Southstream Transport.

"Affronteremo i problemi man mano che emergono", ha spiegato Miller. Per conquistare la benevolenza turca ai nuovi piani russi, Putin è stato parco di promesse. Innanzitutto ha aumentato la fornitura di gas attraverso il Blue Stream di 3 miliardi di metri cubi all'anno, ha annunciato un taglio del prezzo del gas del 6 per cento e s'è detto pronto a ulteriori tagli con la realizzazione di progetti congiunti con Ankara.

Nel progetto South Stream sono soci anche l'italiana Eni, la francese Edf e il gruppo Wintershall. Per l'Eni la fne del progetto avrà un costo altissimo, in termini di perdite di fatturato. Un altro danno micidiale all'Italia per colpa delle sanzioni contro la Russia. 

max parisi


LA RUSSIA ABBANDONA IL PROGETTO DEL GASDOTTO SOUTH STREAM E STRINGE ACCORDI CON LA TURCHIA (DANNO MICIDIALE PER L'ENI)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

SOUTH STREAM   RUSSIA   TURCHIA   UE   ITALIA   GASDOTTO   ENI   DANNO   ECONOMICO   PUTIN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
 
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
 
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua
 
RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO SCHIAVISMO CON L'OK DELLA UE

RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO

sabato 14 ottobre 2017
Dal riso asiatico alle conserve di pomodoro cinesi, dall'ortofrutta sudamericana alle nocciole turche, gli scaffali dei supermercati dell'Unione Europea sono invasi dalle importazioni di prodotti
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SCONTRO FRONTALE TRA LA GRECIA E LA TROIKA: IL PREMIER SAMARAS RIFIUTA ULTERIORI TAGLI A STIPENDI E PENSIONI (ADDIO UE!)

SCONTRO FRONTALE TRA LA GRECIA E LA TROIKA: IL PREMIER SAMARAS RIFIUTA ULTERIORI TAGLI A STIPENDI E
Continua

 
DER SPIEGEL: ''SE L'ITALIA USCISSE DALL'EURO, IN UN COLPO SOLO DIVENTEREBBE NUOVAMENTE COMPETITIVA. E' GIUSTIFICATO''

DER SPIEGEL: ''SE L'ITALIA USCISSE DALL'EURO, IN UN COLPO SOLO DIVENTEREBBE NUOVAMENTE COMPETITIVA.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA PROCURA DI GENOVA PERDE CONTRO LA LEGA AL TRIBUNALE DEL RIESAME

18 ottobre - GENOVA - Il Tribunale del Riesame ha dato ragione agli avvocati della
Continua

OMICIDIO GIORNALISTA D'INCHIESTA CARUANA GALIZIA: USATO IL SEMTEX

18 ottobre - MALTA - Per far esplodere l'auto della giornalista di inchiesta maltese
Continua

UN GRANDE FONDO D'INVESTIMENTO USA PUNTA 1,4 MILIARDI DI DOLLARI

18 ottobre - NEW YORK - Bridgewater Associates, il fondo d'investimenti di Ray Dalio,
Continua

IL PRESIDENTE CINESE XI JINPING LANCIA DURO MONITO A TAIWAN:

18 ottobre - PECHINO - Il presidente cinese Xi Jinping ha lanciato un duro monito a
Continua

M5S LOMBARDIA AUGURA VITTORIA DEL SI' AL REFERENDUM AUTONOMIA

18 ottobre - MILANO - 'Domenica mi aspetto la vittoria del Si', ma per noi e' gia'
Continua

LA BCE PRONTA A RIDURRE DRASTICAMENTE IL QE (PREPARATEVI

18 ottobre - La Bce punta a ridurre l'entita' del suo piano di acquisti, portandolo a
Continua

MELONI: KURZ HA VINTO GRAZIE ALLA POLITICA SUI MIGRANTI DEL GOVERNO

17 ottobre - Il voto austriaco, con la vittoria del centrodestra guidato da Sebastian
Continua

GIOVANE TURISTA AMERICANA VIOLENTATA IN PIENO CENTRO A FIRENZE DA

17 ottobre - FIRENZE - Ennesimo episodio di violenza sessuale a Firenze. Una turista
Continua

SALVINI: NIENTE CLANDESTINI AFRICANI NEGLI ALBERGHI DELLA SICILIA!

17 ottobre - CATANIA - ''Bloccare l'immigrazione e fare politiche serie per il
Continua

RAQQA LIBERATA DALL'ISIS QUESTA MATTINA, MA CONTINUANO I

17 ottobre - RAQQA - SIRIA - Le Forze democratiche siriane (Fsd), alleanza di milizie
Continua
Precedenti »