45.044.071
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

NEL SILENZIO OMERTOSO DELL'INFORMAZIONE, IL BELGIO SI RIBELLA AI DIKTAT DELLA COMMISSIONE UE: SCIOPERI GENERALI A CATENA

martedì 25 novembre 2014

BRUXELLES - Il Belgio ha inaugurato ieri una specie di calendario dell'Avvento molto particolare: ogni lunedi' fino a Natale una parte del paese entrera' a turno in sciopero contro le riforme economiche e finanziarie del nuovo governo.

ieri quattro regioni (Hainaut, Luxembourg, Limbourg e Anversa) si sono fermate, Il grande porto fiammingo di Anversa era praticamente paralizzato e lo sciopero e' stato molto seguito anche nelle citta' vallone di Mons e Charleroi; ma tutto il paese ne ha sofferto, particolarmente la rete ferroviaria nazionale.

Il picco della contestazione e' previsto per il 15 dicembre con uno sciopero generale nazionale che fara' seguito a quello che il 6 novembre ha visto 100 mila persone manifestare nella capitale Bruxelles.

"Si tratta di una mobilitazione di ampiezza inedita, come non si vedeva da una decina d'anni" ha affermato Pierre Vercauteren, politologo all'Universita' cattolica di Lovanio: un test sociale per il nuovo governo, che ha una colorazione assai liberale (tre su quattro dei partiti della coalizione si ispirano ai principi liberali).

Tanto piu' che l'esecutivo si trova tra il martello della contestazione sociale e l'incudine della Commissione europea: che venerdi' dovrebbe inserire il Belgio nella lista dei paesi, che comprende anche la Francia e l'Italia, a cui accordera' solo qualche mese di respiro per rispettare gli impegni presi in materia di conti pubblici.

Il Belgio non e' minacciato di sanzioni finanziarie, perche' e' uscito dalla procedura per deficit eccessivo avendolo portato appena al di sotto della fatidica barra del 3 per cento; ma si e' impegnato a ridurre il suo debito pubblico, che secondo la Commissione invece rischia di salire dal 104,5 per cento del Pil del 2013 al 107,8 nel 2016.

Resta il fatto - solo qualche anno fa inconcepibile - che il Belgio, il cuore del potere della Ue, si stia ribellando ai diktat della stess UE! La frana contro le follie della Commissione europea e degli oligarchi delle caste burocratiche di Bruxelles ha raggiunto il cuore dell'impero del male, per usare un'espressione cara a Reagan.

La Ue durerà molto poco. Ormai ha la ribellione in casa, tra i suoi palazzi a Bruxelles.

max parisi


NEL SILENZIO OMERTOSO DELL'INFORMAZIONE, IL BELGIO SI RIBELLA AI DIKTAT DELLA COMMISSIONE UE: SCIOPERI GENERALI A CATENA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BELGIO   SCIOPERI   GENERALI   A CATENA   BRUXELLES   RIBELLIONE   CONTRO   DIKTAT   UE   ESECUTIVO   OLIGARCHI   BUROCRAZIA   CRISI   AUSTERITA'    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
 
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
 
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua
 
TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO SCATTA LA BREXIT!)

TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO

lunedì 20 marzo 2017
LONDRA - Nella giornata in cui - oggi - la Gran Bretagna comunica ufficialmente alla Ue la data della Brexit vera e propria, che scatterà il prossimo 29 marzo, giorno in cui il Regno Unito
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LE ELEZIONI REGIONALI DI DOMENICA SCORSA, VISTE DALLA SVIZZERA... (RARAMENTE, UN'ANALISI COSI' CENTRATA E VERITIERA)

LE ELEZIONI REGIONALI DI DOMENICA SCORSA, VISTE DALLA SVIZZERA... (RARAMENTE, UN'ANALISI COSI'
Continua

 
SEI MINISTRI DEL GOVERNO CAMERON PRONTI A VOTARE L'USCITA DALLA UE, MENTRE L'UKIP RISULTA IL PIU' AMATO DAI LAVORATORI!

SEI MINISTRI DEL GOVERNO CAMERON PRONTI A VOTARE L'USCITA DALLA UE, MENTRE L'UKIP RISULTA IL PIU'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!