50.682.415
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA BUNDESBANK AFFONDA DRAGHI E LO SMENTISCE: ''C'E' UN DIVIETO CHIARO NEI TRATTATI, LA BCE NON PUO''' (DRAGHI SCHIANTATO)

lunedì 24 novembre 2014

La Bundesbank torna a fare la Bundesbank: il presidente Jens Weidmann frena sugli acquisti di titoli di Stato, mettendo nuovamente i bastoni fra le ruote al presidente della Bce Mario Draghi. Il gioco, neanche tanto sottile, sulle aspettative dei mercati, ruota attorno al 'quantitative easing', l'acquisto massiccio di titoli, che la Bce potrebbe dover iniziare per riportare verso il 2% il tasso d'inflazione dell'Eurozona, pericolosamente vicino allo zero.

Draghi, nelle scorse settimane, aveva messo a tacere le differenze all'interno del consiglio Bce. Venerdi' ha promesso "tutto quello che dobbiamo fare" per stimolare l'inflazione, dopo aver esplicitamente citato fra le possibilita' l'acquisto dei titoli di Stato. La Bundesbank, tradizionalmente opposta, non aveva sollevato esplicite obiezioni.

Weidmann, oggi, e' tornato invece a frenare: "c'e' un divieto di finanziamento monetario nei trattati che pone seri ostacoli legali", ha detto a Madrid. Le borse europee, dopo il rally sulle parole di Draghi della scorsa settimana, stamani hanno proseguito con l'indice di fiducia delle imprese tedesche balzato a sorpresa a novembre, probabile segnale che l'economia tedesca chiudera' in crescita, sia pure debole, anche il quarto trimestre.

Weidmann, smorzando le aspettative sul 'QE', lascia Piazza Affari in lieve calo (-0,14%), mentre Francoforte e Parigi restano positive. Lo spread italiano chiude in calo sotto 140, con il tasso sul Btp decennale ai minimi storici al 2,18%. I mercati s'interrogano sulle prossime mosse della Bce. Draghi avra' occasione per tornare sull'argomento giovedi' 27, prima del silenzio che durera' fino al consiglio Bce del giovedi' successivo. Gia' allora, scrivono gli economisti di Credit Suisse, potrebbe preannunciare nuove misure in aggiunta agli attuali prestiti 'Tltro' e acquisti di prestiti cartolarizzati e obbligazioni garantite (finora 12,7 miliardi di euro).

Ma molti economisti - come Erik Nielsen di Unicredit - sono cauti e avvertono che la Bce si muovera' con gradualita': magari aggiungendo, via via, acquisti di bond emessi dalle aziende e poi dalle agenzie europee, e lasciando i titoli sovrani come ultima spiaggia, nel caso di deflazione imminente. Un segnale importante arrivera' dall'inflazione dell'Eurozona a novembre, venerdi', che secondo gli economisti rischia di riscendere allo 0,3% (0,4% a ottobre).

Lo stesso giorno e' la volta della fiducia economica nell'Eurozona, prevista in calo. La Bce tirera' le somme con le sue nuove previsioni trimestrali il 4 dicembre, decisive se mostrassero un netto peggioramento dell'inflazione a medio e lungo termine. Ma prima di arrivare a comprare titoli di Stato (che consentirebbero alla Bce di raggiungere molto piu' velocemente l'obiettivo di espandere il bilancio di circa 1.000 miliardi) c'e' una data chiave, di fatto evocata da Weidmann: il pronunciamento della Corte di giustizia europea, il 14 gennaio, sul ricorso tedesco contro gli acquisti di titoli di Stato, che potrebbe dare il via libera, o meno, al 'quantitative easing' sovrano all'europea. 

Fino ad allora, neanche un euro della Bce per comprare Btp (tanto per parlar chiaro).

Redazione Milano


LA BUNDESBANK AFFONDA DRAGHI E LO SMENTISCE: ''C'E' UN DIVIETO CHIARO NEI TRATTATI, LA BCE NON PUO''' (DRAGHI SCHIANTATO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

DRAGHI   BUNDESBANK   Q.E.   BTP   LIMITE   TRATTATI   FRANCOFORTE   PARIGI   ITALIA   INDICE   MADRID   BORSA   EURO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
 
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua
 
LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON VENGONO DIVULGATE)

LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON

lunedì 31 luglio 2017
LONDRA - E' passato poco piu' di un anno da quando i cittadini britannici hanno votato per uscire dalla UE e tutte le previsioni catastrofiche fatte all'indomani di questo storico referendum non si
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PER IL 58% DEGLI ITALIANI CHE HANNO UN CONTO CORRENTE IL 2015 SARA' MOLTO PEGGIO E LE RICETTE DI RENZI HANNO FALLITO.

PER IL 58% DEGLI ITALIANI CHE HANNO UN CONTO CORRENTE IL 2015 SARA' MOLTO PEGGIO E LE RICETTE DI
Continua

 
ALLARME BUNDESBANK SU BANCHE TEDESCHE: ''ESPOSTE CON MUTUI AL 100%. SE LA CRISI S'AGGRAVA, RISCHI STRUTTURALI'' (DEFAULT)

ALLARME BUNDESBANK SU BANCHE TEDESCHE: ''ESPOSTE CON MUTUI AL 100%. SE LA CRISI S'AGGRAVA, RISCHI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!